Cerca in Tutto Donna

mercoledì 10 settembre 2014

Sara Biagiotti prima presidente donna di Anci Toscana




Eletta oggi pomeriggio all'unanimità dai sindaci dei comuni toscani

Firenze, 10 settembre 2014. E' Sara Biagiotti la prima presidente donna di Anci Toscana. Sindaco di Sesto Fiorentino da maggio 2014, è stata eletta oggi pomeriggio all'unanimità dai sindaci dei comuni toscani riuniti a Firenze nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio.

"È un onore essere la prima donna presidente Anci. Ringrazio chi mi ha preceduto per il lavoro fin qui svolto e i sindaci che mi hanno dato la loro fiducia. Da oggi metterò a disposizione della nostra Associazione le mie competenze e la mia esperienza politica per portare avanti le nostre istanze che non saranno mai di parte, ma di rappresentanza istituzionale", ha affermato Biagiotti. "Abbiamo di fronte un futuro di profondi e sostanziali cambiamenti che impongono un cambio di passo. Comuni e Associazioni non devono farsi trovare impreparati, ma devono essere protagonisti del rinnovamento e cogliere tutte le opportunità – ha aggiunto la nuova presidente di Anci Toscana -. La nostra Associazione verrà gestita in modo unitario e collettivo, con trasparenza e vera condivisione. Tutti i sindaci, dai comuni della montagna alla costa, dalle isole ai capoluoghi, grandi e piccoli, saranno parte attiva del processo decisionale. Insieme proseguiremo e rafforzeremo il confronto con la Regione e, attraverso l'Anci nazionale, con il Governo, su tutte le questioni per noi cruciali, a partire dal riassetto istituzionale e dalla riforma della pubblica amministrazione, finanza locale, assetto del territorio, il patto di stabilità, il rapporto con la cassa depositi e prestiti. Faccio parte di una nuova generazione di sindaci, siamo 200 in Toscana. Energie nuove che rafforzeranno e valorizzeranno le esperienze di chi è al secondo, o terzo, mandato per lavorare uniti al servizio dei Comuni e dei cittadini e attivare quel necessario processo di innovazione e rinnovamento non più rinviabile".

Sara Biagiotti, classe 1970, dottore commercialista, revisore legale, vanta una lunga esperienza nelle istituzioni. Dapprima, nel 2004, è stata eletta consigliere provinciale nelle fila dei DS nel collegio Sesto 1, ricoprendo anche il ruolo di presidente del Comitato delle Pari Opportunità. Successivamente, nel 2009 è stata eletta per il PD nel collegio Firenze XIV ed ha ricoperto la carica di presidente della Commissione Bilancio, Personale, Economato, Affari Istituzionali, Generali e Legali della Provincia di Firenze. Dal 2013 al maggio 2014 è stata Assessore allo sviluppo economico, turismo, lavoro e città metropolitana del Comune di Firenze. Nel 2014 è stata eletta all'assemblea nazionale PD ed è componente della direzione regionale PD Toscana.

Nel corso dell'Assemblea di oggi sono stati eletti anche i tre vicepresidenti dell'Associazione: Sergio Chienni, sindaco di Terranuova Bracciolini (vicario), Angelo Andrea Zubbani, sindaco di Carrara, Claudio Scarpelli, sindaco di Firenzuola. Il nuovo Segretario generale di Anci Toscana è Simone Gheri, ex sindaco di Scandicci. Approvata all'unanimità anche la composizione del nuovo Comitato direttivo dell'Associazione. Ne faranno parte: Ruggero Barbetti, sindaco di Capoliveri (Li); Maurizio Marchetti, sindaco di Altopascio (Lu); Cristina Giachi, vicesindaco di Firenze; Francesco Casini, sindaco di Bagno a Ripoli (Fi); Patrizio Mugnai, sindaco di Serravalle Pistoiese (Pt); Benedetta Squittieri, assessore del Comune di Prato; Bruno Valentini, sindaco di Siena; Giancarlo Farnetani, sindaco di Castiglion della Pescaia (Gr), Nicola Landucci, assessore di Monteverdi Marittimo (Pi); Simone Millozzi, sindaco di Pontedera (Pi); Lucilla Galeazzi, consigliere comunale di Comano (Ms); Massimo Giuliani, sindaco di Piombino (Li); Giordano Ballini, sindaco di Villa Basilica (Lu); Filippo Nogarin, sindaco di Livorno; Pierandrea Vanni, vicesindaco di Sorano (Gr) e Romina Proietti, consigliere comunale di Fucecchio (Fi).

Nel corso del pomeriggio, l'elezione del nuovo presidente regionale dell'Associazione è stata preceduta dalle relazioni del Segretario generale uscente Alessandro Pesci, che ha ricordato i risultati raggiunti nel corso del mandato appena concluso, e dal presidente nazionale di ANCI Piero FassinoPer quanto riguarda le questioni relative alla tassazione locale, su cui Fassino si è soffermato con i giornalisti, "noi non abbiamo mai rivendicato di incrementare o aumentare la tassazione sulla casa - ha detto Fassino - abbiamo fin qui rispettato le norme di legge adottate lo scorso anno. Se il Governo intende introdurre cambiamenti rispetto a questo, valuteremo e ne prenderemo atto. Non è venuta da Anci una richiesta di modificare quanto assunto un anno fa". Fassino ha toccato anche il tema delle riforme istituzionali, dall'istituzione delle Città metropolitane all'avvio delle nuove Province. "Le nuove province rappresentano una forma di coordinamento tra i sindaci dei comuni di quel territorio – ha detto Fassino -. Le città metropolitane sono un'istituzione che corrisponde a processi reali, le città non si pensano solo nei confini comunali ma anche ormai nelle conurbazioni coi capoluoghi. Molti Paesi europei da tempo si sono dati una legislazione per riconoscerle. Il primo disegno di legge sulle città metropolitane è di 24 anni fa. Credo che quella della Delrio di far diventare le città metropolitane un'istituzione forte dell'architettura istituzionale del Paese sia una scelta giusta, perchè quando devi competere nell'economia globale devi sapere che la competizione non è solo tra imprese ma tra territori quindi bisogna attrezzare i territori a essere in grado di competere bene e di affermare le proprie risorse ricchezze e specificità".





Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI