CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




L'informazione al Femminile

Cerca nel blog

lunedì 27 gennaio 2020

"Sono le donne che ci provano": il tifoso allo stadio chiede scusa alla moglie (7 su 10 perdonano temporaneamente)

Dopo il bacio proibito in diretta allo stadio
Lui nega, chiede scusa e rilancia: sono le donne che ci provano. 
E per 7 mogli su 10 bastano le scuse, ma solo temporaneamente
Il caso dell'Ecuador sta facendo rabbrividire i tifosi (ma non solo quelli) di tutto il mondo, ora sicuramente più attenti a gesti amorevoli con l'amica di turno sugli spalti. E la moglie? La soluzione delle scuse sembra funzionare, ma le coppie che sopravvivono a un tradimento sono solo il 20% come raccontano gli autori del libro "La matematica del cuore" 

Milano, 27 gennaio 2020 –  E alla fine tornano tutti a testa bassa dalla moglie? Se quello che viene riportato dai media è vero, il tifoso in questione avrebbe, all'inizio negato il bacio in diretta, per poi invece chiedere scusa alla moglie, aggiungendo che sono le donne cacciatrici in sostanza a provocare, a indurre in tentazione. 
"Insomma, noi maschi siamo dei poveri Ulisse in balia delle sirene di turno, e se qualcuno non ci lega cascarci è inevitabile. Siamo alle solite: l'uomo, quando viene beccato in flagranza di scappatella si trasforma in un nano secondo da seduttore a vittima. E il tifoso sudamericano non è altro che il prototipo di una categoria di uomini che ho descritto su alessandropellizzari .com e nel mio libro. Uomini che si comportano in modo ciclico e uguale, secondo un format che li accomuna: la ritirata più o meno strategica. Almeno la metà degli uomini scoperti dalla moglie con l'amante – interviene Alessandro Nicolò PELLIZZARI, giornalista e autore del libro "La matematica del cuore" - si tramuta in un secondo da focosi amanti in zerbini e, quel che è peggio, addebitano spesso ogni responsabilità del fattaccio all'altra, che da "donna più importante della mia vita" si trasforma in seduttrice rovinafamiglie. Così, dando la colpa alle amanti come categoria spaccamatrimoni, il coraggioso di turno cerca di evitare di essere messo alla porta con addebito. E, nel 70% dei casi, gli va bene. O perché la moglie è ancora innamorata e tenta un recupero nonostante il tradimento evidente e spesso datato o perché decide di fare lo struzzo, o perché non vuole ammettere che il matrimonio è finito o perché non le conviene. Allora, il capro espiatorio servito sul piatto d'argento dal marito pentito diventa una soluzione. Temporanea però: solo il 20% dei matrimoni sopravvive a un tradimento trasformandosi in rinascita vera della coppia, i restanti rimangono a rischio nuovi tradimenti, il tempo di uscire dal regime di detenzione e controllo coniugale stretto"

Una nuova conferma di quanto i media e i social siano diventati croce e delizia, capaci di distruggere la vita di chiunque. Quindi che si fa? 
"Niente, ci si adatta. Giocando anche sporco. In fondo, hanno pure ragione: non possono mai stare tranquilli un attimo. Non hanno nemmeno la possibilità di prendersi 5 minuti di pausa da moglie o fidanzata, e starsene per i fatti loro insieme all'altra, che ecco arrivare un operatore tv che gira un filmato o scattano una foto, facendoli finire in direttissima sul web, rischiando il pubblico ludibrio e un matrimonio a rotoli con tanto di colpa e assegno di mantenimento. Poverini – continua ELISELLE, coautore de "la matematica del cuore" - Si sa che non è colpa loro: come diceva bene quel povero tifoso che sugli spalti baciava una donna al suo fianco (ma no, non la baciava, non è vero, non è come sembra, la foto è tendenziosa, è solo un errore di prospettiva, è un gioco d'ombre) che non era la moglie, è tutto un grande equivoco. Una trappola. Un complotto. Fino a quando le donne saranno disposte a bersi queste balle con tanto di prove, esisteranno sempre tanti uomini che la faranno franca e non impareranno mai. Cosa? Ovvio, a prendersi la responsabilità delle proprie azioni. Che, fino a prova contraria, hanno sempre delle conseguenze"

Gli autori de "La matematica del cuore" 
Alessandro Nicolò Pellizzari (Milano 1961 ma veneziano di famiglia e nel cuore) è padre di tre figli. Doveva fare l'avvocato ma è diventato giornalista più di trent'anni fa. Prima al Corriere della Sera come collaboratore del Corriere Salute, poi c/o Mondadori e ora c/o Stile Italia Edizioni a Starbene, occupandosi sempre di medicina e sanità e dove oggi è vicecaporedattore. Ha scritto diversi libri di salute e benessere con Sperling, Electa e Mondadori (l'ultimo è Liberi dalle diete). Autore televisivo e docente di comunicazione, ha fatto anche parte di diversi Comitati etici ospedalieri e di Società scientifiche. Il suo blog sulla coppia, che ha toccato il milione di visite, è www.alessandropellizzari .com
Eliselle è nata a Sassuolo, è laureata in Storia Medievale, scrive e organizza eventi letterari. Ha al suo attivo dieci romanzi di generi differenti, numerosissimi racconti, diversi saggi e collabora con magazine, testate e portali online occupandosi di stili di vita, interviste, letteratura e guide alternative. Nel 2010 è uscita con la guida Centouno modi per diventare bella, milionaria e stronza (Newton Compton), nel 2015 ha pubblicato con Carlo Vanni un ebook gratuito intitolato 24 motivi + 1 per cui l'amore dura tre anni (Damster Edizioni) come regalo di Natale ai lettori. Il suo sito personale è www.eliselle .com
Il libro
Titolo "La matematica del cuore"
Disponibile in tutte le librerie e negli store online
Editore Cairo
Pagine n° 366
Costo € 16,00

sabato 25 gennaio 2020

Detox in 5 mosse e l'organismo si rigenera: dalle vellutate alcalinizzanti al porridge spezza fame

Detox in 5 mosse e l'organismo si rigenera: dalle vellutate alcalinizzanti al porridge spezza fame.

I consigli di Emanuela Caorsi, prima nutrizionista olistica in Italia

  

Milano, gennaio 2020 – L'anno nuovo porta con sé il desiderio di ringiovanire e depurare corpo e mente dopo gli stravizi delle feste. È il momento ideale per iniziare un percorso detox, a partire da un'alimentazione sana, attenta soprattutto al benessere del fegato.  

"I chili in più che si leggono sulla bilancia sono per lo più dovuti alla ritenzione idrica. Per eliminare questi liquidi è sufficiente abbassare l'indice glicemico con un'alimentazione pulita e prevalentemente vegetale che ci regalerà una linea più asciutta e maggiore energia in una sola settimana", spiega Emanuela Caorsi, prima nutrizionista olistica in Italia e insegnante certificata 200 RYT di vinyasa yoga.

Ma non solo: dal 13 al 18 gennaio 2020 i consigli e le ricette della nutrizionista saranno disponibili online nel suo eBook #HOLISTICRESET2020 sui suoi profili Instagram e Facebook. Ed ecco i preziosi consigli per la remise en forme targata 2020:

 

1.    Vellutate super green, l'elisir detox:

Per smaltire le tossine accumulate durante le feste e neutralizzare l'acidosi metabolica che ne consegue è importante adottare un programma detox a base di succhi pressati a freddo e zuppe naturali.

Il consiglio furbo:

inserite nel vostro menù serale una vellutata super green: spinaci, finocchi, cavolo riccio, tarassaco, saranno solo alcuni dei vostri più potenti alleati per prepararla al meglio e detossinare l'organismo.

 

2.    Semaforo rosso per glutine, latticini, lieviti e zucchero:

Perché eliminarli? Perché sono allergeni, ovvero alimenti ai quali siamo intolleranti pur senza saperlo e assumerli può favorire lo svilupparsi di una "infiammazione di basso grado". Ecco perchè la settimana ideale per depurare il vostro corpo sarà rigorosamente gluten free e senza alimenti raffinati – dai cracker ai cereali per la colazione, alle barrette. Da eliminare anche i lieviti e gli zuccheri di ogni tipo, il caffè e il cacao, e ogni altro alimento eccitante.

Il consiglio furbo:

Thè verde e Thè Matcha sono valide alternative al caffè.

 

3.    Si alla frutta, ma con moderazione:

La frutta andrebbe inserita nella dieta con parsimonia – a esclusione di banane e ciliegie -  e solo alla mattina a digiuno. Via libera, inoltre, ai semi e alle proteine animali di buona qualità, ma sempre con un occhio alle quantità.

Il consiglio furbo:

Prediligete frutta poco zuccherina (limone, pompelmo, mele, pere, avocado, ecc.)

Semi di lino, chia, canapa decorticata, girasole, zucca, sesamo e creme ottenute da questi semi (es. tahini)

 

4.    Via libera alle verdure di stagione, meglio se crude a pranzo e cotte a cena, prevalentemente verdi (spinaci, bietole, cavolo nero, broccoli, cavolini di Bruxelles, ecc); ai cereali integrali senza glutine (riso integrale, grano saraceno, miglio, sorgo e quinoa), ai legumi (lenticchie, ceci e fagioli), alla frutta a guscio e ai semi.

Il consiglio furbo:

a colazione un porridge o uno yogurt di cocco con della granola fatta in casa saranno perfetti per limitare il consumo di zucchero e favorire il senso di sazietà fino a pranzo.

 

5.    Bevete, bevete, bevete!

Assumete almeno un litro e mezzo di acqua pura -  senza tè nè tisane - se possibile calda o tiepida. L'effetto detox è assicurato e la digestione ringrazierà. Iniziate sempre la tua giornata con una bella tazza di acqua calda, non del rubinetto e senza limone.

 

6.    Praticate attività fisica e Yoga:

L'attività fisica è fondamentale per riattivare il metabolismo e favorire un maggior dispendio calorico. Anche lo Yoga è un valido alleato, iniziate a praticarlo e vi accorgerete che vi aiuterà a tonificare il corpo e renderlo più elastico e asciutto senza stressarlo con estenuanti allenamenti.

 

Profilo di Emanuela Caorsi

Emanuela Caorsi, la prima Nutrizionista Olistica in Italia, ha deciso di lasciare il suo precedente lavoro da Ingegnere Strutturista per seguire la sua "missione": insegnare alle persone la stretta connessione tra alimentazione e salute, purtroppo ancora trascurata dalla maggior parte della classe medica in Italia.

La sua formazione all'avanguardia grazie al percorso di studi svolto presso la Canadian School of Natural Nutrition in Canada la porta spesso a diffondere informazioni "scomode" (ma incredibilmente vere!) e controcorrente circa alimentazione e salute. Per Emanuela il conteggio di calorie e "macros" è ormai anacronistico: quello che conta sono la qualità e la provenienza del cibo che si mangia. Inoltre, per Emanuela, non esistono tabelle standardizzate valide per tutti: ogni persona è unica, con una sua storia medica, ma soprattutto con un vissuto e un bagaglio di emozioni che non possono essere trascurati. Emanuela ha ricevuto il premio come Miglior Healthy Food Blog ai Cucina Blog Award de Il Corriere della Sera del 2018.


A seguire le ricette di Emanuela Caorsi 

 

Vellutata di cavolfiore, cocco e lime

 

Ingredienti per una persona:

1/2 cavolfiore

1/4 porro

40 ml di latte di cocco in lattina

Scorza di un limone

Sale q.b

Pepe q.b. (facoltativo)

 

Preparazione:

• dividete il cavolfiore in cimette e tagliate il porro a fette di 1 cm. Mettetele in una casseruola con un bicchiere d'acqua e ½ cucchiaino di sale grosso. Coprite con un coperchio, portate a bollore e fate sobbollire fino a quando il cavolfiore non sarà morbido (circa 7 minuti).

• frullate le verdure in un frullatore o con il frullatore ad immersione.

• aggiungete il latte di cocco e la scorza di limone e frullate nuovamente. Se necessario aggiungete dell'acqua e frullate nuovamente.

• regolate di sale e pepe. Servite subito.

 

 

 

Vellutata di broccoli e avocado

Ingredienti per due persone:

1 broccolo

1 porro

½ avocado grande o 1 piccolo

Scorza di un limone

Sale q.b

Pepe q.b. (facoltativo)

 

Preparazione:

• dividete il broccolo in cimette e tagliate il porro a fette di 1 cm e mettetele in una casseruola con un bicchiere d'acqua e ½ cucchiaino di sale grosso. Coprite con un coperchio, portate a bollore e fate sobbollire fino a quando il broccolo non sarà morbido (circa 4 minuti).

• frullate le verdure in un frullatore o con il frullatore ad immersione.

• aggiungete l'avocado e la scorza di limone e frullate nuovamente. Se necessario, allungate il composto con dell'acqua e frullate nuovamente.

• regolate di sale e pepe. Servite subito.

 

Photo Credits: Benedetta Marchi, fondatrice di Harvest Moon Hub



--
www.CorrieredelWeb.it

Le spose messaggiano direttamente con gli esperti grazie a LivePerson

cid:image002.jpg@01D4824D.67545620

Il brand di abiti da sposa David's Bridal implementa il servizio di messaggistica concierge Zoey per aiutare i clienti a pianificare l'evento dei sogni su Apple Business Chat

 

Fornito da LivePerson, il servizio Zoey collega direttamente le spose con gli esperti di stile e guida la trasformazione di David's Bridal verso le prime esperienze di messaggistica

 

David's Bridal, la più grande catena Americana di abiti da sposa e da cerimonia, presenta la sua esperienza di messaggistica per i propri clienti, guidata dal concierge bot Zoey. La nuova soluzione, messa a punto da LivePerson, azienda leader nelle soluzioni di conversational commerce, offre ai clienti un'esperienza unica attraverso Apple Business chat – una nuova modalità per le aziende di connettersi ai clienti utilizzando l'app di messaggistica per i prodotti Apple. David's Bridal è leader nel settore retail nel presentare questa tecnologia e il primo negozio di abiti da sposa a offrire questo servizio.

 

La messaggistica sui dispositivi mobile è diventato il canale preferito dai clienti di David's Bridal, che ora rappresenta il 45% del loro traffico totale del contact center. L'esperienza di messaggistica guidata da Zoey è alimentata dalla piattaforma conversazionale di LivePerson, LiveEngage, che collega i brand ai canali di messaggistica e agli assistenti vocali. All'interno di LiveEngage, l'intelligenza artificiale di LivePerson dirige gli agenti umani e i bot per fornire una user experience eccezionale su larga scala.

 

Zoey offre una vera esperienza a 360° con Apple Business Chat che combina perfettamente la tecnologia automatizzata con le persone reali, permettendo ai clienti di fissare appuntamenti, messaggiare con gli stilisti per ottenere velocemente risposta a domande o ricevere consigli, e anche di effettuare ordini sicuri. David's Bridal sta, inoltre, utilizzandola nuova funzionalità di suggerimento chat di iOS 13, che offre la possibilità di iniziare una conversazione in Business Chat quando un cliente clicca per chiamare il servizio clienti di David's Bridal. Se l'utente sceglie di inviare un messaggio invece di chiamare, si aprirà istantaneamente una conversazione con Zoey nell'applicazione di messaggistica. Con Apple Business Chat, i clienti hanno la possibilità di inviare un messaggio quando ne hanno la possibilità e riprendere queste conversazioni dove le hanno lasciate, proprio come farebbero con amici e familiari.

 

Il passaggio dalle chiamate vocali alla messaggistica ha portato a un eccezionale aumento dell'efficienza del servizio clienti e operativa. Nello specifico:

      Il 41% dei clienti ha scelto di utilizzare la messaggistica rispetto a rimanere in attesa

      La messaggistica ha un andamento superiore a 60 NPS (Net Promoter Score)

      Raggiunto il 90% di risoluzione della questione alla prima interazione rispetto al 73% del canale tradizionale

      Riduzione del 30% dei costi operativi del contact center

      Spostamento del 30% del traffico telefonico per la prenotazione di appuntamenti fuori dai negozi, consentendo ai dipendenti di offrire una user experience eccezionale.

 

"Dopo il successo dell'introduzione dell'opzione di messaggistica ai nostri clienti, sapevamo che avremmo ottenuto qualcosa di speciale", ha dichiarato Holly Carroll, Vice President, Customer Service & Contact Center Operations di David's Bridal. "In effetti, i nostri clienti hanno apprezzato talmente tanto l'opzione della chat di Apple Business che, ricevendo il loro feedback, abbiamo deciso di sostituire il nostro indirizzo email con l'opzione di messaggistica e di accelerare l'implementazione di questa funzionalità. L'introduzione di Zoey come esperienza personalizzata di concierge è stato il logico passo successivo per aiutare i nostri clienti in ogni fase della loro esperienza, affinché essi possano godersi ogni momento delle loro esperienze uniche".

 

Zoey continuerà a evolversi nel tempo con nuove caratteristiche che aiuteranno i clienti a trovare i loro abiti dei sogni, i migliori accessori e regali perfetti per ogni occasione. Zoey avrà anche la possibilità di mettere in contatto i clienti con i partner che rappresentano l'intero ecosistema di pianificazione dell'evento – una vera e propria esperienza di one-stop shopping.

 

"Siamo molto contenti della risposta estremamente positiva a Zoey e del modo in cui David's Bridal sta cambiando le modalità con cui le spose pianificano i loro matrimoni, dimostrando ancora una volta che, se viene fornita la possibilità di messaggiare, i consumatori preferiranno questa modalità di comunicazione", ha dichiarato Manlio Carrelli, Executive Vice President, Enterprise Business Group di LivePerson. "Siamo orgogliosi di portare questo innovativo brand online con Apple Business Chat e fornire la tecnologia che è alla base di Zoey".

 

Apple Business Chat è disponibile in versione beta per utenti e aziende di tutto il mondo, ed è integrata con iOS 11.3 o superiori. La nuova funzione di suggerimenti della chat è disponibile a partire da iOS 11.3.

venerdì 24 gennaio 2020

Donne che salvano donne (dalle valanghe). Un camp in rosa per diffondere la sicurezza in montagna

Donne che salvano donne (dalle valanghe)

Un camp in rosa per diffondere la sicurezza in montagna

 

In occasione della Festa della Donna, la Val di Sole dal 6 all'8 Marzo ospiterà Skialp&Safety Camp, il primo meeting nazionale tutto al femminile dedicato allo scialpinismo, al freeride e ad apprendere le basi sulla sicurezza in montagna e sull'autosoccorso, in collaborazione con il Soccorso Alpino Trentino e le Guide Alpine. Con testimonianze di chi ha affrontato una valanga e può ancora raccontarlo.

 

Val di Sole (Trentino), 24 gennaio 2020 - "Se c'è una cosa che la mia esperienza insegna, è che in montagna il rischio 'zero' non esiste e conoscere le regole basilari in caso di valanga, è essenziale per aumentare le probabilità di sopravvivenza. Essere esperti sciatori non basta affatto".

Ida va spesso a fare scialpinismo nelle valli trentine per scappare dalla "pazza folla" e ritagliarsi momenti di quiete, insieme alle sue amiche. Ma l'inverno scorso, la brutta avventura: una valanga staccatasi a 1900 metri di quota, l'ha travolta insieme ai suoi 5 compagni. "Un grande spavento" racconta. "Sono scivolata e sono stata trascinata a valle finché non sono finita contro un albero".

Un'immancabile dose di fortuna è stata essenziale, ovviamente. Ma a fare davvero la differenza tra la vita e la morte, sono state le conoscenze e la preparazione di Ida, dei suoi amici e la loro abilità nell'autosoccorso: "Avevamo fatto il cancelletto (prova Artva prima della partenza, ndr) e io indossavo l'Artva. Quando ho visto arrivare la massa nevosa, sono finita sotto la neve, ma i miei amici, soprattutto la mia amica, sono stati straordinari a mantenere la mente fredda ed essere lucidi e individuare subito le coordinate per allertare i soccorsi e a liberarmi dalla neve, coprendomi subito per ridurre l'ipotermia".

 

Quanto siano utili tali nozioni, lo confermano anche i dati statistici degli incidenti causati da valanghe: nel solo 2019 in Trentino sono stati 23 gli sciatori coinvolti (in crescita del 76% dall'anno prima). Fortunatamente, solo uno di loro è deceduto. E numeri analoghi si contano in ogni regione alpina. In tutti i casi, le competenze acquisite prima di partire, si rivelano essenziali.

 

Ma questa preparazione a volte è sottovalutata da chi va in montagna. Per questo, la community Donne di Montagna, insieme alle Guide alpine del Trentino e al Soccorso Alpino Trentino, e con il supporto tecnico di Montura e la partecipazione dell'Azienda per il Turismo della Val di Sole, ha deciso di organizzare un evento unico nel suo genere: lo Skialp & Safaty Camp – Donne di Montagna, il primo meeting nazionale tutto al femminile dedicato allo scialpinismo, al freeride e alla sicurezza in montagna.

 

Simboliche le date di questo evento pensato da donne e dedicato esclusivamente alle donne: dal 6 all'8 marzo. Il camp si svolgerà in un esclusivo chalet di montagna e come "base" è stato scelto il Mas de la Bolp, un maso situato in una posizione strategica e panoramica, che offre una cucina tipica con prodotti locali e a km 0. La cornice naturale è quella della magnifica e selvaggia Valle di Valorz, una valle laterale della famosa Val di Sole, con il suo anfiteatro ambientale fatto di cascate di ghiaccio e boschi di larici.

 

"Abbiamo concepito questo evento – spiega Marzia Bortolameotti, fondatrice della community Donne di Montagna – per far vivere un'esperienza unica e divertente a noi donne, praticando le attività invernali più amate ma portandosi a casa, allo stesso tempo, un bagaglio importante sulle nozioni di autosoccorso in valanga e sulla sicurezza in montagna".

 

Dal punto di partenza in Val di Sole si affronteranno due escursioni altamente panoramiche di grande soddisfazione in due gruppi montuosi vicini ma differenti: Ortles -Cevedale e Adamello Presanella.

 

Il programma prevede l'arrivo nel pomeriggio del 6 marzo 2020, presso il Mas de la Bolp. Il giorno successivo, il 7 marzo, si affronterà l'uscita al Monte Sole (2.350 m): un itinerario scialpinistico non troppo difficile tecnicamente che consentirà di migliorare le varie tecniche di salita e discesa (Dislivello: 1100 metri). È una cima ideale per salire in quota e godersi la neve nello splendido scenario della Val di Rabbi, nel Parco Nazionale dello Stelvio, uno dei più antichi parchi naturali italiani. Il valore aggiunto è il rifugio che si trova lungo percorso, Malga Monte Sole Alta, che dispone inoltre di un piccolo centro benessere che sarà messo a disposizione delle partecipanti, nel corso del pomeriggio. L'8 marzo è prevista la discesa del ghiacciaio del Pisgana in Adamello, una delle più belle discese delle Alpi, inserita in un ambiente solitario e selvaggio, con oltre 2.000 metri di dislivello in discesa, preceduti da una salita di circa 500 metri da fare con le pelli di foca.

 

Nei vari giorni e durante le varie ascensioni sono previsti i momenti formativi che qualificano l'evento: un Istruttore del Soccorso Alpino farà eseguire prove pratiche di ricerca in valanga con l'Artva e affronterà i temi chiave della sicurezza in montagna: cosa indossare e mettere nello zaino, come pianificare le uscite di scialpinismo e freeride, quali sono le nozioni essenziali di autosoccorso in valanga e la gestione delle emergenze.

"Proprio l'autosoccorso – spiega Manuel Zambanini, guida alpina – nel caso dello scialpinismo e degli incidenti in valanga, è quello che fa maggiormente la differenza, perché la preparazione e i tempi rapidi di intervento dei compagni di gita, possono aiutare ad estrarre viva la persona travolta da valanga".



--
www.CorrieredelWeb.it

giovedì 23 gennaio 2020

INDRA entra nell'indice Bloomberg sulla parità di genere

indra entra nell'indice Bloomberg sulla parità di GENERE 

 

·         L'indice è riservato alle aziende di tutto il mondo che si distinguono per la loro promozione dell'uguaglianza e per la loro trasparenza nelle informazioni relative alle questioni di genere

 

·         Il riconoscimento arriva a pochi giorni dall'evento "Donne in ICT" organizzato da Anitec – Assinform, in cui Indra sarà relatore con la propria Responsabile HR in Italia

 

Roma, 23 gennaio 2020.- Indra, una delle principali società mondiali di consulenza e tecnologia, entra nel Bloomberg Gender-Equality Index (GHG) 2020, che riconosce le aziende leader nel campo della trasparenza in relazione alle questioni di genere e alla promozione di uguaglianza e diversità tra le 6000 aziende presenti in 84 paesi e regioni del mondo.

 

L'indice GHG, che ha incluso per la nuova edizione 325 aziende appartenenti a 50 settori in 42 paesi e regioni, monitora e valuta le prestazioni delle aziende più impegnate a sostenere l'uguaglianza di genere

attraverso le sue politiche, il miglioramento della rappresentanza femminile e la trasparenza. A beneficiare di queste informazioni sono gli investitori socialmente responsabili, che richiedono sempre più questo tipo di contenuti non finanziari, contribuendo al miglioramento della relazione e alla trasparenza.

 

Per entrare a far parte dell'indice, Indra ha dovuto ottenere un punteggio pari o superiore alla soglia globale stabilita da Bloomberg nelle cinque aree che sono prese in considerazione: leadership femminile e portafoglio di talenti; uguaglianza salariale e parità di genere; cultura inclusiva; politiche sulle molestie sessuali; e supporto istituzionale per le donne.

 

Essere parte di un indice che rappresenta il punto di riferimento nella diversità implica il riconoscimento dell'impegno di Indra per il progresso e la diversità delle donne, sia nell'ambiente di lavoro che nei paesi in cui opera e nella società, in generale. La diversità è diventata anche uno degli elementi chiave nel profondo processo di trasformazione culturale che l'azienda sta portando avanti negli ultimi anni per diventare il progetto imprenditoriale più attraente, emozionante e motivante per i talenti digitali globali.

 

Il riconoscimento arriva per Indra a pochi giorni dall'evento "Donne in ICT – Superare il divario di genere per crescere e innovare" organizzato da Anitec – Assinform e che si terrà a Milano il prossimo 30 gennaio, a cui la società parteciperà con la Responsabile HR in Italia Roberta Ficorella.

 

"La digitalizzazione è una grande opportunità per progredire in termini di uguaglianza: le donne devono guidare il cambiamento culturale, necessario affinché la trasformazione digitale raggiunga il suo pieno potenziale. In Indra contiamo sul potere delle donne di migliorare la società attraverso la tecnologia. Ecco perché scommettiamo su di loro e ci impegniamo con iniziative che le attraggano verso il settore tecnologico -  tra quelli che offrono maggiori opportunità di lavoro e che hanno il maggiore impatto sulla società – e che ne valutino il talento, mirando a creare referenti femminili e contribuendo ad abbattere i pregiudizi", ha spiegato Roberta Ficorella.



--
www.CorrieredelWeb.it

mercoledì 22 gennaio 2020

Tessile: Pitti Filati: etica ed estetica si incontrano nelle nuove proposte di Lineapiù Italia


Etica ed estetica si incontrano

nelle nuove proposte di Lineapiù Italia

Dal 22 al 24 gennaio, a Pitti Filati l'azienda fiorentina porta in scena la nuova frontiera dei filati per la Primavera/Estate 2021, con un omaggio all'epopea spaziale dell'Apollo 11 per rimettere il pianeta al centro della scena.

Pitti Filati, FirenzeLa fragilità della bellezza: l'alba della Terra vista dalla Luna. Potrebbe essere questo il titolo della serie di immagini scattate da Buzz Aldrin, astronauta della missione Apollo 11 che portò l'uomo sulla Luna. È proprio attraverso questi celebri scatti che Lineapiù Italia intende rappresentare il senso di responsabilità che abbiamo nei confronti della fragile bellezza della Terra.

 

Nell'ambito di Pitti Filati, all'interno dello stand di Lineapiù Italia - dal 22 al 24 gennaio - tra filati, punti e suggestioni di maglieria, viene messa in scena l'enigmatica immagine dell'alba della terra vista dalla Luna. Tre stampe originali su alluminio, Man on the Moon - Lunar Module Ascent - Earthrise sequence, scattate dall'astronauta Buzz Aldrin il 20 luglio 1969 e prodotte in una edizione speciale di 150 copie firmate dallo stesso Aldrin. 

Il tema di questo Pitti Filati pone l'accento sul rapporto tra uomo e natura. L'approccio di Lineapiù Italia alla sostenibilità non cerca l'enfasi del momento, ma si concentra su una visione di lungo periodo che tenga in equilibrio ambiente e bellezza. Obiettivo dichiarato dall'azienda è di utilizzare entro il 2025 solo materie prime provenienti da fonti sostenibili, riciclate, biologiche e certificate.

 

"Abbiamo la fortuna di avere sede, laboratori e produzione in Toscana, alle porte di Firenze: natura e bellezza sono parte del nostro paesaggio quotidiano - afferma Alessandro Bastagli, Presidente di Lineapiù Italia - Il nostro impegno è di consegnare, a chi verrà dopo di noi, un mondo migliore di quello che abbiamo trovato. Anche per questo abbiamo voluto rendere omaggio alla bellezza e fragilità del nostro pianeta mettendo in mostra al centro del nostro spazio le immagini scattate dalla missione Apollo 11 nel 1969: l'alba della Terra vista dalla Luna".

Una tensione ideale che si ritrova nella capacità di coniugare etica ed estetica che caratterizza le nuove proposte di filati Lineapiù, Filclass e Lineapiù Knit Art presentate alla Fortezza da Basso. Il tema sviluppato da Lineapiù Italia per la Primavera/Estate 2021 prende il nome di responsible vision e si esprime in filati di cotone biologico, canapa e cupro, caratterizzati dalle certificazioni di sostenibilità GOTS e GRS.

 

Il nuovissimo filato Kaia impiega una materia prima circolare come il cupro, ricavato dal recupero dei corti filamenti che costituiscono la peluria che circonda il seme del cotone.
Resource è un filato in un cotone biologico imbottito di nylon riciclato, in una inedita coabitazione tra naturale e sintetico.

Inox è una garza di viscosa e inox con effetto stropicciato e lucentezza metallica, per maglie all'avanguardia, che si muovono e si trasformano per mettere in scena un tema tecnologico.
Sharon è un filato di lurex elasticizzato ultralucente, dal look metallizzato, per creare maglie che come veri e propri cieli stellati illuminano l'oscurità.

Image

Lineapiù Italia @Pitti Filati 86

22 - 24 Gennaio 2020
Stand E/1 Padiglione Centrale
Piano inferiore
Fortezza da Basso - Firenze





--
www.CorrieredelWeb.it

giovedì 16 gennaio 2020

Nasce Rexyworld, il nuovo mondo dei bambini firmato Fratelli Beretta

Nasce Rexyworld, il nuovo mondo dei bambini firmato Fratelli Beretta

Un concorso, un sito con tanto di app interattiva e tante gustose novità per i più piccoli

 

Milano, 16 gennaio 2020 Gioco, divertimento, informazione e alimentazione: ecco le fondamenta del nuovo Rexyworld, un mondo a 360° ideato da Fratelli Beretta e interamente dedicato ai bambini, ma non solo. Una serie di attività, giochi e novità tutte da scoprire animeranno il nuovo anno, con un protagonista comune: Rexy, il mitico dinosauro mascotte dei Beretta.

La prima concreta e coinvolgente iniziativa per immergersi nel mondo del T-Rex è il concorso "Vinci 1000 peluches Rexy". Dal 20 gennaio al 10 aprile 2020, infatti, i piccoli amici di Rexy avranno la possibilità di vincere un dinosauro in carne ed ossa…o quasi. Per partecipare basta utilizzare il codice presente sui 14 prodotti Kids con pack promozionale (tra Merendino, i Paciocotti, il Würstel con prosciutto cotto e i nuovissimi affettati pensati appositamente per i bambini!) e giocarlo su Rexyworld .com: i più fortunati potranno vincere uno dei 1000 simpaticissimi Rexy formato peluche in palio, per continuare a giocare e divertirsi insieme ad un amico davvero speciale!    

Ma le occasioni per avvicinarsi al simpatico dinosauro non sono finite qui. Infatti, entrare nella Casa di Rexy è molto semplice, basta scaricare gratuitamente l'app Zappar da App Store o Play Store e inquadrare lo zappar code presente sui pack o semplicemente collegarsi al suddetto  sito: si potrà così iniziare una vera e propria avventura nel suo mondo pieno di sorprese. La Realtà Aumentata regalerà un'esperienza interattiva e unica nel suo genere: sarà possibile scattare foto con Rexy 3D, divertirsi nella sala giochi, guardare tutti i video con Rexy come protagonista e addirittura esplorare il suo frigorifero pieno di golosità! 



--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *