CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




L'informazione al Femminile

Cerca nel blog

mercoledì 16 settembre 2020

Coppette mestruali: un vademecum per non sbagliare, firmato dalla ginecologa e dalla sessuologa



Raccolte le risposte alle più frequenti domande sulle coppette mestruali
Il vademecum per un corretto e facile utilizzo delle coppette mestruali
Una ginecologa e una sessuologa hanno raccolto le principali domande tra le loro pazienti che già utilizzano le coppette mestruali e altre che vorrebbero saperne di più

Milano, 16 settembre 2020 – "Le basi!", direbbero tra loro le ragazzine per sciogliere i dubbi delle coetanee incuriosite e combattute dal voler abbandonare l'assorbente (interno o esterno) per utilizzare le coppette mestruali.
Sono proprio quelle (le basi!) che abbiamo voluto raccogliere in un vademecum che contiene risposte semplici e precise fornite da una ginecologia (Manuela FARRIS) e una sessuologia (Roberta ROSSI) sul corretto e facile utilizzo delle coppette mestruali. 
Un tema ampiamente discusso e reso popolare da Intimina - la linea di coppette mestruali compatte in silicone medicale – che da sempre promuove grazie anche alla campagna  #WhileBleeding per stimolare le donne a voler condividere virtualmente le situazioni piacevoli anche in "quei giorni" .

Quale coppetta scegliere? 
Esistono diversi tipi di coppetta. Alcune sono particolarmente adatte alle principianti, altre adatte a chi ha una vagina più lunga, altre ancora per chi vuole avere rapporti sessuali anche durante il ciclo.
Come faccio a scegliere la misura giusta per me? 
Esistono due taglie: 
taglia A, per flussi mestruali non abbondanti e per chi non ha partorito (o ha partorito con taglio cesareo) 
taglia B, per chi ha un flusso mestruale più abbondante o donne che hanno partorito spontaneamente 
E' difficile metterla? 
Mettere la coppetta è molto più facile di quanto si pensi. Basta piegarla a metà e inserirla in vagina verso il basso. In genere è preferibile usare la stessa posizione che si usa abitualmente per inserire gli assorbenti interni, ma alcune ragazze preferiscono una posizione di squat. Una volta inserita bisogna passare il dito intorno per assicurarsi che sia aperta. Se così fosse, ripeti l'operazione
La coppetta potrebbe andare troppo su? 
Non può andare  troppo su perché la vagina ha una lunghezza limitata che si può facilmente controllare mettendo un dito in vagina
Cosa devo fare se non riesco a toglierla? 
Innanzitutto rilassati. Togliere il vuoto è facile basta schiacciare leggermente la coppetta sopra l'anello per togliere il vuoto che si è creato e successivamente tirare l'anello.
Nel caso in cui questa manovra non funzioni, bisogna inserire pollice e indice delicatamente in vagina, spingere con i muscoli vaginali verso il basso e provare a schiacciare qualche volta la coppetta tra le due dita fino a quando non si toglie il vuoto. Se anche questa manovra non funziona bisogna inserire un dito fino a sentire il bordo della coppetta e toglierlo dal collo dell'utero
Per quanto tempo posso tenerla inserita? 
La coppetta può essere usata fino a 12 ore consecutive. In base alla quantità del flusso mestruale potrebbe essere necessario toglierla prima
Ogni quanto tempo devo comprarne una nuova?
Le coppette mestruali possono durare fino a 10 anni se tenute bene. In genere però può essere indicato cambiarla dopo 3 anni
Possono provocare allergie o infezioni?
La coppetta mestruale è fatta in materiale anallergico ed è indicata soprattutto per chi è allergica agli assorbenti. Non c'è nessun aumento di infezioni con l'uso della coppetta mestruale
Non ho mai avuto rapporti, posso utilizzare la coppetta mestruale? 
Ci sono coppette adatte a ragazze che non hanno ancora avuto rapporti. Sono più piccole, (ma non meno capaci di trattenere il flusso) più morbide e più facilmente utilizzabili. Quindi nessun timore nell'utilizzare la coppetta anche se non è ancora iniziata una attività sessuale penetrativa. Magari conviene, prima di provare a introdurla, prendere un poco di confidenza con la zona e quindi provare a inserire un dito all'interno della vagina e spostarlo delicatamente avanti e indietro. Questo permetterà di muoversi più agevolmente quando si inserirà la coppetta la prima volta. Successivamente sarà tutto molto più semplice. 
Posso avere rapporti sessuali con la coppetta? 
Si: è possibile rimuovere il tabù del sesso durante le mestruazioni utilizzando la coppetta adatta. Si tratta di una coppetta che ricorda un diaframma. E' facile da utilizzare, è sicura e comoda. Con questa coppetta (Ziggy Cup non avrai il timore di sporcarti durante i rapporti sessuali e ti aiuterà a superare il disagio di non sentirsi desiderabili durante il ciclo.  Con la coppetta si è libere di mantenere e soddisfare il proprio desiderio sessuale anche durante le mestruazioni.  
Se uso la coppetta durante la penetrazione, il mio partner la sentirà? 
La coppetta che si usa durante i rapporti sessuali penetrativi è fatta appositamente, realizzata in silicone sottile, perché il partner non possa arrivare a percepirla, quindi si può utilizzare con tranquillità e senza timore che disturbi la sessualità.  

Informazioni su Intimina: 
Fondata nel 2009, Intimina è la linea completa di prodotti a marchio svedese per il benessere intimo delle donne. Con tre gamme di cure - Mestruale, Rinforzo del pavimento pelvico e Benessere femminile - Intimina ha prodotti per donne di tutte le età. Ogni prodotto è realizzato con materiali di alta qualità sicuri per il corpo ed è stato progettato e testato con il supporto di un gruppo mondiale di consulenti medici e ginecologi.


--
www.CorrieredelWeb.it

mercoledì 26 agosto 2020

PEPSICO ANNUNCIA CON ORGOGLIO LA SPONSORIZZAZIONE DEL CAMPIONATO FEMMINILE DI CALCIO UEFA



PEPSICO ANNUNCIA CON ORGOGLIO LA SPONSORIZZAZIONE

DEL CAMPIONATO FEMMINILE DI CALCIO UEFA

 

Pepsi®, Lay's® e Gatorade insieme per il campionato europeo femminile di calcio UEFA fino all'estate 2025.

 

MILANO – 26 agosto 2020 In vista della finale femminile di UEFA Champions League che si terrà domenica 30 agosto, PepsiCo (NASDAQ: PEP) annuncia la sua partnership pluriennale con UEFA Women's Football, rafforzando ulteriormente la sua presenza in tutto il panorama calcistico d'élite. La partnership del gruppo PepsiCo con il campionato europeo femminile si affianca alla pluriennale sponsorizzazione della UEFA Champions League maschile.

 

"PepsiCo è orgogliosa di unificare e rafforzare la partnership globale con UEFA includendo anche il campionato europeo femminile", ha dichiarato Ram Krishan, Global Chief Commercial Officer di PepsiCo, proseguendo "Questo è un momento importante per l'evoluzione dello sport e per il nostro business in tutto il mondo. Non vediamo l'ora di accelerare la crescita di questo entusiasmante gioco, impegnandoci per il futuro del calcio femminile."

 

La partnership quinquennale vedrà PepsiCo sostenere il calcio femminile a tutti i livelli fino all'estate 2025. PepsiCo sarà partner principale della UEFA Women's Champions League, della UEFA Women's EURO, della UEFA Women's Championships Under-19 e Under-17, e della UEFA Women's Futsal EURO; sostenendo anche il programma UEFA Together #WePlayStrong che mira a incoraggiare più ragazze e donne a giocare a calcio.

 



--
www.CorrieredelWeb.it

domenica 16 agosto 2020

Polvere (vera) di diamanti sul viso, Seticrei lancia il nuovo "rituale "dei vip

DONATELLA, LA COACH DELLA PELLE CHE INVENTO' IL PRIMO RITUALE ALLA POLVERE DI DIAMANTE
 
 
L'alchimista bresciana della skincare presenta il rivoluzionario trattamento anti-age che fa brillare il volto. È la sua ultima ricetta, arriva dopo decenni di studi. Tutto è iniziato con un'acne adolescenziale, adesso gestisce la beauty routine dei vip


La storia professionale di Donatella Colangelo inizia con un'acne virale. Aveva 16 anni quando il suo viso si deturpò. Lei provò di tutto: creme, consulti, trattamenti. Ma nulla le risolveva il problema, che di tanto in tanto persino peggiorava. Solo a 26 anni è riuscita a trovare la soluzione: da sola, da autodidatta. "A forza di studiare sui manuali le ricette per comporre le creme, sono riuscita a trovare quella che faceva al caso mio: la bava di lumaca purissima al cento per cento", spiega la lady del beauty, che oggi ha 42 anni e che nel 2015 ha fondato Seticrei, azienda che opera nella cosmesi naturale di lusso. "Non me ne ero ancora resa conto. Ma dalla mia esigenza personale era ormai nata una passione, e dalla passione a poco a poco stava per nascere il mio destino professionale".
Mentre Donatella studiava (negli anni, ha anche portato a termine il master in scienze e tecnologie cosmetiche dall'Università di Ferrara) la sua vita era ritmata prima dal lavoro in banca e poi dalla collaborazione con lo studio di commercialisti dei genitori. Fino a quando, dopo aver instaurato delle collaborazioni con dei piccoli laboratori cosmetici artigianali, decise di proporre al mondo le proprie ricette, fondando l'azienda che ha sede a Castelletto di Leno, in provincia di Brescia. Oggi Seticrei è specializzata nella realizzazione di linee di cosmetici naturali per tutti i tipi di pelle. Spiega Donatella: "Ogni mia ricetta è "dermofila": asseconda l'andamento della pelle, organo vivente a volte trascurato".

Alla base di Seticrei oggi c'è il concetto di rinascita. Ogni giorno ci si può ricreare, ricostruirsi. E Donatella è un coach della pelle, guru della bellezza. "Il mio lavoro si concentra sulla realizzazione di veri e propri rituali di bellezza", così lei spiega la sua filosofia basata sull'educazione cosmetica rivolta al cliente. "Il mio obiettivo principale non è solamente migliorare l'aspetto e la salute della pelle, ma sensibilizzare le mie clienti alla conoscenza dei prodotti cosmetici, insegnare loro a leggere le etichette. Abbiamo anche fondato una Academy, per noi è fondamentale che siano noti gli elementi che vanno a comporre il prodotto. Alla base di tutto c'è l'Inci, l'International nomenclature of cosmetic ingredients, una denominazione internazionale utilizzata per indicare in etichetta i diversi ingredienti presenti all'interno di un prodotto cosmetico".

Un percorso formativo, questo, che affascina chi la incontra. E che viene oggi proposto anche in centri estetici esclusivi di Brescia, Milano e Montecarlo. Nel corso degli anni, molti vip del mondo dello spettacolo si sono affidati a lei: sulla sua pagina Instagram ci sono alcuni dei loro volti. Attori e presentatori televisivi che si sono rivolti a Seticrei solo tramite passaparola, per provare trattamenti esclusivi. Come ad esempio l'unico rituale da cabina al mondo che utilizza polvere di diamante nebulizzata, che poi viene massaggiata direttamente sul viso. Esistono peraltro creme al diamante, ma è la prima volta che la polvere di diamante naturale viene usata pura in un trattamento estetico, un'innovazione assoluta che ha un ruolo di anti-age per la pelle e dona anche una preziosa brillantezza al volto.
Il diamante è infatti minerale perfetto per la salute e la gioventù della pelle: le restituisce un aspetto giovanile mediante l'attivazione di naturali processi anti-invecchiamento. Inoltre, la protegge dagli effetti nocivi del sole e dell'inquinamento. Non solo: i diamanti vengono impiegati anche per la loro struttura fisica. Sotto forma di microcristalli o microparticelle di diversa taglia, sono elementi essenziali per rinnovare l'epidermide e rimuovere le impurità che la intossicano.

"Andiamo a nutrire la pelle con oligoelementi che attivano le reazioni chimiche vitali delle cellule, intervenendo nella microcircolazione epidermica", conclude Donatella. "Abbiamo aggiunto i peptidi, aminoacidi utilizzati per la loro efficacia anti-aging. Sono sostanze "messaggere": sull'epidermide si trovano delle strutture composte da zucchero, polisaccaridi, che hanno la funzione di ricettori. Questi recettori captano le sostanze messaggere generate dai peptidi e lo trasmettono al nucleo della cellula, che genera una pelle più sana e luminosa. Siamo orgogliosi di questa linea, è meraviglioso vedere la luce che crea sui volti di chi la usa".


UFFICIO STAMPA VELVET MEDIA / press@velvetmedia.it / 366 2470938

SCHEDA - IL RITUALE DA CABINA ALLA POLVERE DI DIAMANTE
Per ottenere i benefici derivanti dalla polvere nebulizzata di diamante naturale sulla pelle, Seticrei ha creato un rituale da cabina, unico a livello mondiale, che prevede il massaggio del viso. Eccolo:
Inumidire il viso con acqua tiepida
Detergere a fondo la pelle con LATTE DETERGENTE AL CAVIALE
Risciacquare il latte detergente con acqua tiepida
Sulla pelle umida ma non bagnata procedere con:
GOMMAGE VISO, se la pelle si presenta impura, con grana spessa;
LEVIGANTE VISO DELICATO, se la pelle si presenta secca o sensibile;
Risciacquare il viso dal GOMMAGE o LEVIGANTE VISO DELICATO
Preparare l'ALGINATO da stendere sul viso utilizzando le seguenti dosi: 3-4 cucchiaini di polvere con 15 ml di soluzione da mescolare insieme
Lasciare in posa l'alginato 30/40 minuti, dopo 15 minuti la cliente inizia a sentire la pelle che tira e poi sempre di più
Rimuovere l'alginato con acqua tiepida
Asciugare perfettamente il viso
Prendere l'OLIO AL CAVIALE e mescolare la polvere di diamante naturale insieme all'olio e procedere con un massaggio che coinvolga il decoltè, zona cervicale e viso.
Prendere la POLVERE DI DIAMANTI NATURALI (flacone da 5 ml) e cospargere il viso di polvere
Il massaggio dovrà durare almeno 15/20 minuti
A massaggio terminato cospargere nuovamente il viso con il FINISH DIAMOND picchiettando
A massaggio terminato mettere il SIERO DIAMOND da cabina su tutto il viso, che va agitato prima di essere utilizzato
 
 
Donatella Colangelo

giovedì 23 luglio 2020

Estate e fertilità, la stagione più calda è la migliore per concepire un bambino.

IVI: estate e fertilità, la stagione più calda è la migliore per concepire un bambino.
  • In estate i ritmi più rilassati determinano un calo delle tensioni, una crescita dell'intimità e dunque delle possibilità di concepimento.
  • L'aumento della melatonina, dovuto alla luce, rappresenta un regolatore naturale del ciclo mestruale.
  • La vitamina D migliora la qualità degli ovociti.

Roma, 23 luglio 2020

L'estate è la stagione ideale per provare ad avere un bambino. I ritmi sono più rilassati e distesi, le tensioni calano e le vacanze rappresentano un momento ideale per coltivare l'intimità e lo stare insieme. Tuttavia, non sono solo ragioni antropologiche e sociali che spingono gli esperti a sostenere questa tesi, ma anche ragioni scientifiche.

"La vitamina D gioca un ruolo fondamentale per le donne." Afferma Daniela Galliano, medico, chirurgo, ginecologo, direttrice del Centro IVI di Roma. "D'estate, con l'allungarsi delle giornate e l'aumento delle ore di luce, i livelli di questa preziosa vitamina si innalzano determinando un miglioramento nella qualità degli ovuli femminili. In più, il conseguente innalzamento del livello di melatonina, determina una naturale regolazione del ciclo mestruale." "Così – continua la dottoressa – per le coppie che sono in cerca di un figlio, non solo sarà molto più semplice calcolare il periodo dell'ovulazione ma anche più preciso."

"Inoltre, il periodo estivo è fondamentale anche per alleviare lo stress, uno dei principali nemici della fertilità. È importante dedicare tempo a sé stessi, concedendosi il giusto riposo e recuperando un ciclo naturale di sonno – veglia, non cadenzato dai pressanti ritmi della quotidianità".

 

"Anche se la diffusione del Covid-19 ha determinato l'insorgere di numerose paure e preoccupazioni per il futuro, parallelamente l'emergenza sanitaria ha generato un desiderio di rinascita per molte coppie, che, ritrovandosi durante il lockdown, si sono riscoperte e hanno scoperto un forte desiderio di genitorialità. La convivenza forzata di questi mesi ha anche spinto coloro le quali sospettavano un problema di fertilità a confrontarsi, ad affrontare finalmente il problema e a rivolgersi a medici specialisti, una volta riaperte le attività di pma. I nostri dati IVI, raccolti dalla riapertura di giugno ad oggi, dimostrano infatti come le prime visite siano in aumento rispetto allo scorso anno. Un dato che in parte rincuora, considerando come il Bilancio Demografico Istat 2019 ci confermi di essere in presenza del più forte calo demografico dall'Unità d'Italia. Speriamo – conclude Daniela Galliano – che questo possa essere l'inizio di una ripresa del Paese, anche dal punto di vista demografico."

 

"Anche quindi per coloro che stanno affrontando un trattamento di Fecondazione Assistita, l'estate può essere una stagione in cui il relax e la serenità del tempo libero possono essere utili per affrontare il trattamento nel migliore dei modi, con alcune precauzioni. Ad esempio, dopo il transfer di embrioni è consigliabile evitare situazioni in cui la temperatura del corpo possa salire, come la sauna o l'abbronzatura.  Attenzione anche alla disidratazione e a sport che prevedano movimenti bruschi. E niente alcol o farmaci, senza prima aver chiesto consiglio a un medico."



--
www.CorrieredelWeb.it

lunedì 29 giugno 2020

PAROLA D’ORDINE: TONIFICARE. IL WORKOUT FIRMATO ASPRIA HARBOUR CLUB DA FARE IN SPIAGGIA

PAROLA D'ORDINE: TONIFICARE

IL WORKOUT FIRMATO ASPRIA HARBOUR CLUB DA FARE IN SPIAGGIA

Elena Mauri, trainer esperta del Club, svela 4 esercizi per rassodare e definire la silhouette in vista dell'estate

Milano, giugno 2020 In attesa di capire le modalità che ci permetteranno di vivere i nostri bellissimi mari durante l'estate, trasformiamo la spiaggia nella nostra palestra personale a cielo aperto, sempre rispettando le regole di distanziamento, accompagnati dalla colonna sonora delle onde che si infrangono sul bagnasciuga. Aspria Harbour Club, oasi di benessere in zona San Siro, ha creato un workout per recuperare tono muscolare,dopo un periodo che in cui l'attività fisica è stata prevalentemente stanziale.

Elena Mauritrainer esperta Aspria, spiega 4 esercizi da eseguire a terra, per tonificare braccia, glutei e addominali. Prima però, è bene eseguire 10' di riscaldamento, con camminata veloce o corsa lenta.

1) PLANK IN APPOGGIO SUI GOMITI"posizionatevi a terra in appoggio sugli avambracci, con il corpo proteso dietro. Il corpo deve essere completamente allineato come una tavola (daqui la parola Plunk). Mantenete la posizione per 30 secondi; in progressione, si può arrivare a 5 minuti. L'esercizio è volto a rafforzare i muscoli addominali, delle spalle e della schiena."

2) PONTE PER I GLUTEI: "distesi supini con braccia lungo i fianchi, piegate le gambe e appoggiate la pianta dei piedi a terra; spingendo sui piedi sollevate il bacino, caricando il peso del corpo sulla zona dorsale della schiena. Allineate bacino e colonna vertebrale senza inarcare la schiena. Mantenete la posizione alcuni secondi e tornate a terra. Eseguite 15/20 ripetizioniper glutei e addominali ridefiniti."

3) SLANCIO E FLESSIONE, GAMBA-BRACCIO"in quadrupedia, distendete posteriormente una gamba e anteriormente il braccio opposto, allineando braccia – busto – gamba e rimanendo in equilibrio su 2 appoggi per 3 secondi.  Per 10 volte tocco il ginocchio con la mano opposta e ridistendo riportando il corpo in allineamento. Cambio braccia e ridistendo per 10 movimenti. Con questo esercizio alleniamo la muscolatura addominale, paravertebrale e dei glutei."

4) PIEGAMENTI BRACCIA IN GINOCCHIO"portate le mani all'altezza delle spalle e appoggiatevi sulle ginocchia mantenendo il copro in tenuta. Arrivate col petto vicino al suolo e distendete le braccia. Ripetere per 10/15 volte. Se sufficientemente allenati, potrete eseguire l'esercizio anche a gambe tese, senza appoggiare le ginocchia. "

Prova costume o no, ritrovare il tempo e gli spazi per dedicarsi all'attività sportiva è un toccasana per mente e corpo ed AspriaHarbour Club lo sa bene, che da sempre mette al centro della sua offerta il benessere a 360° dei propri ospiti.

 

 


Aspria Harbour Club

Via Cascina Bellaria, 19

20153 Milano

Profilo di ASPRIA Harbour Club

Nel 2009 l'Harbour Club è entrato a far parte dell'Aspria Collection che, con i suoi club, Spa e hotel, è oggi al servizio di oltre 35.000 soci. Aspria è un gruppo prestigioso e pluripremiato che riunisce i migliori club privati di sport, di benessere e per la famiglia, hotel e centri Spa in tutta Europa. L'ampia "collezione" si estende tra Bruxelles, Berlino, Amburgo e Hannover fino, appunto, a Milano; è caratterizzata da un'offerta di grande qualità, con servizi personalizzati per rispondere alle esigenze di ciascun socio. Tra il 2001 e il 2012 Aspria è cresciuta passando da un club (l'apertura del club Aspria di Bruxelles risale a giugno 2001) a otto (AspriaUhlenhorst ad Amburgo è stato inaugurato a Marzo 2012), incorporando, inoltre, l'offerta alberghiera ad Amburgo, Hannover, Berlino e ad Aspria Royal La Rasante a Bruxelles.



--
www.CorrieredelWeb.it

lunedì 22 giugno 2020

La mascherina diventa un filtro fashion Instagram. L'idea dell'influencer Ida Galati, lanciata dal suo profilo @lestanzedellamoda

La mascherina diventa un filtro fashion Instagram

Da accessorio comune della cultura orientale, a protezione essenziale per la salute di tutto il mondo, e ora anche social trend. L'influencer Ida Galati crea un filtro apposito su Instagram

 

 

In tempi ancora poco sospetti (e con zero casi dichiarati in Europa), alla Fashion Week londinese di febbraio quello delle mascherine personalizzate abbinate all'outfit sembrava poter diventare un trend. Più di un influencer inglese, infatti, aveva deciso di indossarle per farsi notare dai fotografi di street style, facendo chiaramente riferimento a cosa nel frattempo stesse accadendo in Cina.

 

Ma il resto del mondo, Milano compresa, non aveva accolto il lancio del trend durante la Fashion Week, anzi! Tanti influencer nostrani all'epoca avevano dichiarato quanto fosse di cattivo gusto inserire un elemento così "forte" nell'outfit, speculando e in qualche modo sfruttando un tema così delicato e preoccupante. Pochi giorni dopo, però, il coronavirus è arrivato anche a Milano e quello che poteva sembrare un vezzo fuori luogo è diventata una necessità.

 

Da accessorio molto diffuso nella lontana cultura orientale, le mascherine sono diventate indispensabili anche in Italia e in Europa, al fine di salvaguardare la salute di tutti. Tante le aziende di moda, da Gucci a Versace, fino a Luis Vuitton, che hanno convertito il proprio asset, per iniziare a produrre mascherine, inizialmente sono basiche ed essenziali.

 

Nelle ultime settimane si sono visti in giro modelli personalizzati, colorati, fantasia o, ancora, in pendant con ciò che si indossa, tanto da farle diventare un accessorio trendy.

 

"Se proprio devo, meglio che sia colorata e perché no, che rispetti anche la mia personalità e il mio stile". È quello che da subito ha dichiarato la digital strategist e influencer Ida Galati, che ha deciso dapprima di realizzare alcuni video tutorial su come fare mascherine d'emergenza (per molto tempo sono state introvabili ovunque), che fossero allegre e colorate a partire da un tovagliolo di carta, passando poi a sostenere sul web le aziende che iniziavano a produrre e proporre mascherine personalizzate.

 

Oggi Ida Galati lancia dal suo profilo Instagram @lestanzedellamoda un divertente filtro con mascherine belle da indossare, che comunichino gioia per la vita, anche e soprattutto in questo momento. Colori pastello e fiori gentili, due versioni di mascherina, una che sembra stampata e l'altra con fiori in rilievo, e una terza opzione in cui puoi "abbassarla" e rimanere con un filo di eyeliner e mascara.

 

"C'è chi ritiene che la mascherina sia una cosa seria e tale deve rimanere, che sia quasi blasfemo renderla un oggetto fashion, ma qui credo che non si tratti di questo. – afferma Ida Galati – Si tratta del fatto che nessuno vorrebbe indossare qualcosa che non consentirà all'altra persona di vedere gran parte del nostro viso, emozioni incluse, del fatto che nessuno vuole sentirsi soffocare e, soprattutto, nessuno vorrebbe doverle mettere ai propri figli. Ecco perché ho sostenuto sin da subito l'iniziativa di mascherine personalizzabili, per bimbi e adulti, che potessero far venire voglia ai bimbi di indossarle una volta scelte, che potessero i avere il colore più adatto al nostro tipo di incarnato o che potessero comunicare qualcosa di bello come una delle frasi che ho scelto io: 'ti sto sorridendo' (anche se non lo puoi vedere)."

 

"Ed è sempre per questo, per digerire un po' di più il fatto di non poterne fare a meno, che ho pensato di creare un filtro anche per Instagram. Le mascherine – prosegue Ida Galati – continueranno a far parte della nostra quotidianità ancora per un bel po' di tempo, perché, dunque, non dovrebbero entrare a far parte anche delle nostre vite digitali? D'altronde, nel corso della storia le mascherine, soprattutto in Asia, hanno da sempre espresso diversi significati, rispecchiando non solo un carattere sanitario, ma anche quello di solidarietà, di rispetto verso l'altro, di protesta e, come è noto adesso sempre di più, tendenza. E come poteva non arrivare anche su Instagram?"

domenica 21 giugno 2020

DONNE. ARRIVA CALENDARIA 2021, DEDICATO ALLE 60 CHE HANNO COSTRUITO EUROPA

DONNE. ARRIVA CALENDARIA 2021, DEDICATO ALLE 60 CHE HANNO COSTRUITO EUROPA
PROMOSSO DA TOPONOMASTICA FEMMINILE SARÀ DISTRIBUITO ANCHE IN SCUOLE E UNIVERSITÀ
 
 
Roma - Guardare e far guardare alle donne che hanno costruito la societa' europea. È l'obiettivo di Calendaria 2021, l'iniziativa che Toponomastica femminile (Tf) lancera' "la prossima settimana con una campagna di crowdfunding", per realizzare "un calendario trilingue (italiano, francese, inglese) tutto dedicato alle donne meritevoli dell'Unione Europea, due a settimana per ognuno dei 27 Paesi membri (tre per i Paesi fondatori)", che sara' edito da Matilda editrice e distribuito inscuole, universita', biblioteche, centri di cultura e sedi diplomatiche "affinche' sia visibile, ogni giorno, il ruolo
attivo che le donne hanno svolto in tutti i Paesi dell'Ue".
A parlarne all'agenzia di stampa Dire e' Maria Pia Ercolini, presidente dell'associazione nata nel 2014 da un gruppo Facebook
creato nel 2012, che, dopo aver realizzato un censimento nazionale delle strade intitolate alle donne, porta avanti iniziative rivolte alle scuole e ai Comuni per sensibilizzare sui temi della parita' e lavorare per ridurre il divario di genere che grava sulle targhe delle nostre citta', anche attraverso iniziative specifiche, volte a valorizzare un tema come in questo caso.
"Durante il lockdown, in un momento in cui l'Europa e' tanto
discussa - racconta Ercolini - abbiamo deciso che bisognava
innanzitutto guardare al futuro pensando al 2021 e poi guardare
alle donne che hanno costruito la societa' europea". Cosi' l'8
giugno sono partite le lettere a Comuni, istituzioni e associazioni, per promuovere il progetto che prevede: la stampa di un calendario da parete (formato 30x30; aperto 60x30) dedicato a 60 donne Ue che "hanno lasciato il segno in diversi campi"; pubblicazioni biografiche digitali pubblicate in italiano sulla testata giornalistica online dell'associazione 'Vitamine vaganti', illustrato da riconoscimenti e intitolazioni; un abstract in altre lingue che sara' pubblicato online; sensibilizzazione nelle scuole
per la conoscenza delle donne menzionate e nelle istituzioni per
una loro intitolazione di spazi pubblici.
C'e' aprile, con la partigiana, agrobiologa e politica bulgara Elena Lagadinova, la scienziata matematica ungherese Rozsa Peter e l'astronoma slovacca L'udmila Pajdusakova, e c'e' settembre, con la scrittrice ed esploratrice austriaca Ida Laura Pfeiffer e la ciclista belga Helene Dutrieu. I loro volti, disegnati e colorati, daranno visibilita' quotidiana alle donne proprio in questo momento difficile in cui "stanno pagando le conseguenze della pandemia ricevendo nuovi carichi di lavoro familiare che si sommano a quelli lavorativi- si legge sulla lettera inviata da Tf- Ricordarne la costante
presenza aiutera' ad alimentarne l'autostima e la forza,
necessaria a credere ancora e a voler rinfittire le maglie di una
rete sociale che appare a volte slabbrata. Rendere evidente, ogni
giorno dell'anno, in ogni contesto, a partire dalle giovani
generazioni, il contributo femminile argina e riduce stereotipi
di genere, pregiudizi e comportamenti sociali discriminatori".
"Il messaggio e': parliamo di un'Europa paritaria, tiriamo
fuori il ruolo delle donne, pensiamo a queste donne che in tutte
le forme culturali hanno prodotto all'interno dell'Europa, e
diciamo anche che ridiamo valore alle altre lingue che non sono
considerate veicolari", sottolinea Ercolini, che racconta
dell'entusiasmo che il progetto sta ricevendo dalle regioni del
Sud. "Proprio oggi mi e' arrivata la comunicazione da parte di un
Comune che ha fatto una delibera per l'acquisto di diverse copie
del calendario. Si tratta di Francavilla Fontana, in provincia di
Brindisi- fa sapere la presidente di Tf- lo distribuiremo nelle
scuole e soprattutto nelle classi seconde medie in cui si studia
l'Europa". Ma non e' mancato l'interessamento anche da parte dei
Comuni di Noto e Avola, in Sicilia, e di Oristano in Sardegna.
"Questa cosa mi ha molto colpita perche' si chiede l'acquisto di
calendari. Questo Sud cosi' povero e bisfrattato- conclude
Ercolini- raccoglie i valori".


--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *