Cerca in Tutto Donna

lunedì 14 marzo 2011

Gli alberghi di Rimini contro la tassa di soggiorno decretata dal governo

Rimini protesta e la città si riempie di manifesti a lutto contro la tassa di soggiorno.
Il 17 marzo gli hotel di Rimini rimarranno aperti ma la protesta che è cominciata in merito alla tassa di soggiorno non si calma.
La tassa potrebbe di fatto ridurre la possibilità, con l'avvicinamento dell'estate, di proporre offerte rimini giugno competitive se non si sa come e quando e quanto la tassa inciderà, a pagarne il prezzo più alto saranno sicuramente le strutture più piccole come gli hotel 2 stelle rimini .
L'associazione albergatori di Rimini sta tappezzando la città con manifesti funerari che saranno affissi su tutto il territorio nazionale, manifesti che avranno il marchio dell'Aia.
E non saranno solo i manifesti a testimoniare la protesta, infatti gli albergatori sempre il 17 marzo appenderanno ai balconi un lenzuolo con la scritta NO TAX.
E' un tentativo estremo di evitare l'applicazione della tassa di soggiorno già decisa con l'approvazione del decreto sul federalismo fiscale.
Questa tassa farà comunque lievitare i costi delle vacanze ed è ovvio che il turismo ci rimette.
Il testo del manifesto funerario sarà pressappoco il seguente:
" Mercoledì 2 marzo 2011 sono proditoriamente venute a mancare le promesse fatte al turismo.
Ne danno il triste annuncio gli albergatori e le loro famiglie che hanno lavorato e lavorano per la crescita di questo settore.
Un iniqua tassa di soggiorno ne ha decretato la scomparsa. Non sono richiesti fiori ma è molto gradito il sostegno dei turisti alla protesta delle imprese perchè alla loro vacanza non si aggiunga una tassa"

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI