Cerca in Tutto Donna

giovedì 22 maggio 2014

Bellezza: nasce AitebApp, il botulino spiegato in una App

L'Associazione italiana terapia estetica botulino (Aiteb) ha dato vita alla prima applicazione dedicata alla tossina botulinica.
«Un punto di incontro tra comunità scientifica, medici e pazienti, per informare i pazienti e promuovere la formazione continua dei medici». 

La presentazione ufficiale al XXXV congresso Sime, Roma 23-25 maggio

Quanto dura l'effetto del botulino? È sicuro? A chi ci si può rivolgere? Tutto quello che c'è da sapere sulla tossina botulinica è a portata di smartphone, grazie alla nuova app realizzata dall'Associazione italiana terapia estetica botulino (Aiteb) e che sarà presentata al trentacinquesimo congresso nazionale della Società Italiana di Medicina Estetica (Sime), in programma a Roma dal 23 al 25 maggio. «AitebApp rappresenta una possibilità in più per far conoscere nel modo corretto ai pazienti gli utilizzi della tossina botulinica per fini estetici - spiega il vicepresidente di Aiteb, Giuseppe Sito -. Crediamo che sia indispensabile promuovere la corretta informazione su questo trattamento, il più praticato in medicina estetica ma, forse, anche quello su cui circolano più informazioni non corrette». 

AitebApp, che può essere scaricata gratuitamente, è uno strumento che permetterà non solo di informare i pazienti, ma anche di creare un filo diretto con i propri associati per promuovere la formazione e migliorare le tecniche. «È importante ricordare che i trattamenti con tossina botulinica devono essere eseguiti da professionisti specializzati e per questo la formazione continua dei soci Aiteb è per noi determinante - aggiunge Sito -. Il progetto si pone l'obiettivo di riportare in forma semplificata e ottimizzata per smartphone e tablet alcune tra le più importanti informazioni e i servizi già presenti sul sito istituzionale dell'associazione - www.aiteb.it - fornendo, al socio e non solo, un supporto mobile. Inoltre, sarà predisposto un sistema di notifiche push per essere aggiornati in tempo reale.

Questo permetterà di instaurare una linea più diretta ed immediata di consultazione, dialogo e trasmissione di informazioni tra l'associazione e i medici, ma anche tra l'associazione e i pazienti».
La nuova applicazione, oltre ad una sezione generale con i principali contenuti del sito, le notizie più rilevanti e le ultime scoperte scientifiche che riguardano il botulino, avrà due focus particolari: 

Aiteb Educational e Aiteb Help. «La prima è una sezione dedicata alla formazione dei soci - spiega Pierfrancesco Cirillo, consigliere Aiteb che ha curato lo sviluppo e i contenuti dell'applicazione -. Il principio è quello di elevare il più possibile il livello di preparazione nei riguardi della tossina botulinica. Ma questo in parte è possibile farlo anche a distanza e giocando. Come? Con dei quiz a risposta multipla, con un tempo definito per dare una risposta, ed una classifica anonima: tutto ciò per stimolare l'apprendimento anche attraverso una componente competitiva. Ci saranno vari livelli di gioco, e si accederà al secondo livello solo se si supera il primo. La sezione educational, verrà aggiornata ed arricchita nel tempo per avere anche una funzione di aggiornamento». Aiteb Help è invece un filo diretto con i medici più esperti per affrontare in équipe le situazioni più complesse.
«Può capitare a tutti i medici di trovarsi davanti a situazioni o casi particolari, per cui un confronto con altri professionisti può essere utile per proporre al paziente la soluzione migliore - spiega Cirillo -. Ai medici viene data la possibilità di condividere direttamente le informazioni con una selezionata commissione per avere una valutazione nell'arco di poche ore».

In un prossimo futuro, sono previsti degli sviluppi per implementare gli utilizzi della app: per i medici, sarà possibile seguire convegni o rivedere relazioni congressuali; per i pazienti, sono previste consulenze online e un sistema di geolocalizzazione per individuare il medico associato Aiteb più vicino al quale potersi rivolgere. 

AITEB (www.aiteb.it). L'Associazione Italiana Terapia Estetica Botulino è il primo sodalizio di medici chirurghi nato con lo specifico obiettivo di sviluppare le conoscenze in merito all'uso della tossina botulinica in medicina estetica. Scopo di Aiteb è coinvolgere tutti i medici italiani interessati allo sviluppo delle metodiche riguardanti la tossina botulinica in estetica e di diventare un punto di riferimento imprescindibile per i pazienti, la stampa e le autorità sanitarie interessate a questi temi.

Aiteb vuole favorire la divulgazione delle conoscenze sulla tossina botulinica per uso estetico; sostenere e incrementare il livello qualitativo nell'impiego della tossina, a beneficio ultimo dei pazienti e dei medici stessi; contribuire alla ricerca e allo sviluppo tecnico e scientifico dell'uso e della terapia con la tossina botulinica; promuovere attività formative sull'utilizzo della tossina botulinica in ambito estetico, a favore degli operatori del settore; informare su rischi e benefici della terapia con tossina botulinica; promuovere gruppi di studio e di ricerca sull'utilizzo della tossina botulinica in ambito estetico. 
Tra gli obiettivi c'è anche la redazione di linee guida diagnostiche e terapeutiche nell'area della medicina estetica e con particolare riferimento alla tossina botulinica, ma anche la collaborazione con enti pubblici o privati per progetti o attività inerenti la tossina.

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI