Cerca in Tutto Donna

martedì 30 giugno 2015

Saldi. Istruzioni per l'uso

Roma, 30.06.2015. Iniziera' a giorni la stagione dei saldi. Certamente nelle numerose offerte che hanno caratterizzato questi mesi, gli sconti non sono un novita'. Per fortuna e meno male. Perche' vuol dire che i consumatori, con il comportamento del non-acquisto, hanno cominciato a far valer il loro potere, convincendo i commercianti che, se vogliono vendere, devono prima di tutto avere prezzi concorrenziali. I saldi comunque rappresentano un appuntamento, in modo particolare per l'abbigliamento.
Il decalogo che segue elenca una serie di accorgimenti -prima, durante e dopo l 'acquisto- che possono aiutare, vista la frenesia che spesso attanaglia il consumatore desideroso di "fare l'affare", a non prendere la tradizionale fregatura:
PRIMA DI SCEGLIERE L'ACQUISTO
1) Non fare acquisti, se non indispensabili, prima dell'avvio dei saldi. Nei giorni pre-saldi sarebbe opportuno fare un giro per i negozi e individuare i prodotti che potrebbero interessare, segnando i prezzi a cui vengono venduti, per poi verificare che nel periodo dei saldi il prezzo sia realmente calato;
DURANTE L'ACQUISTO - PREZZI
2) Non fermarsi al primo negozio che pratica sconti, ma visitarne diversi e confrontare i prezzi esposti e la qualita' della merce di riferimento (dopo non si potra' rivendicare il cambio di un prodotto perche' il negozio a cento metri piu' in la' vende lo stesso ad un prezzo dimezzato);
3) non lasciarsi ingannare da sconti che superano il 50% del costo iniziale. Nessuno regala niente. Difficilmente un commerciante ha ricarichi superiori al 50% a meno che non si tratti di un artigiano che produca da se' e che nella determinazione del prezzo ha margini e logiche piu' ampie;
4) ricordarsi che prezzi tipo "49,90" euro vuole dire "50,00" e non "49,00".
DURANTE L'ACQUISTO - PAGAMENTI
5) Le forme di pagamento non differiscono da quelle abituali, perche' siamo in presenza di transazioni commerciali e il prezzo di acquisto non modifica le regole. Quindi diffidare da chi impone il pagamento in contanti pur avendo esposta la segnalazione della convenzione con un istituto di carte di credito o bancomat. Si puo' chiedere di usufruire di questa forma di pagamento, e in caso di diniego segnalarlo all'istituto di credito, che potrebbe anche annullare la convenzione con quel commerciante.
DURANTE L'ACQUISTO - QUALITA'
6) Guardare le etichette che riportano la composizione dei tessuti: i prodotti naturali costano di piu', quelli sintetici meno. La percentuale di composizione puo' variare notevolmente e incidere sul costo finale;
7) I capi d'abbigliamento riportano l'etichetta con le modalita' di lavaggio e conviene sempre chiedere conferma al commerciante di cio' che e' indicato: la sua esperienza puo' servire a prevenire spiacevoli sorprese dopo che si e' portato il capo d'abbigliamento in lavanderia;
8) Essere pignoli. Di un capo verificare se e' di pura lana vergine o di lana. La seconda lana puo' essere riciclata, la prima no. Di un capo di cotone chiedere la provenienza: i prodotti provenienti dai Paesi asiatici possono essere trattati con pesticidi o antimuffe che al contatto con la pelle possono provocare allergie;
9) diffidare dei capi d'abbigliamento disponibili in tutte le taglie e/o colori: e' molto probabile che non sia merce a saldo, ma immessa sul mercato solo per l'occasione e quindi con un finto prezzo scontato;
DURANTE E DOPO L 'ACQUISTO
10) Diffidare dei negozi che espongono cartelli tipo "la merce venduta non si cambia": esistono regole precise del commercio che impongono il cambio della merce non corrispondente a quanto propagandato o perche' difettosa. Il fatto di essere in saldo, non significa che queste regole non siano valide. Ricordarsi che non esiste il diritto di recesso negli acquisti fatti in un esercizio commerciale: per cui se si e' sbagliata la taglia o si e' semplicemente cambiato idea, e' solo la disponibilita' del commerciante che puo' ovviare al problema, ma non c'e' un diritto del consumatore.


Primo Mastrantoni, segretario Aduc

HEAD e Maria Sharapova presentano la nuova collezione di borse da tennis con controllo climatico


HEAD e Maria Sharapova presentano la nuova collezione di borse… da tennis
MASSIMA FUNZIONALITA' E LOOK ACCATTIVANTE


Bregenz/Austria, 30 giugno 2015. HEAD e la grande stella del tennis Maria Sharapova presentano la quinta collezione di borse porta racchette HEAD Maria Sharapova. Piena di stile quanto pratica, questa collezione abbina il gusto personale della superstar del tennis alle tecnologie innovative applicate ai prodotti HEAD come il controllo climatico CCT+ per proteggere le racchette dalle temperature estreme rispondendo così a tutte le esigenze delle giocatrici moderne.
Ideata in stretta collaborazione con Maria, la borsa unisce diverse idee e suggerimenti proposti dalla campionessa. Oltre al design e alla gamma di colori, la borsa si distingue per una combinazione di materiali esclusivi, tra cui le chiusure lampo di qualità premium e la decorazione impunturata.
Il risultato: look, durata e qualità ai massimi livelli. Inoltre, un nuovo logo Maria Sharapova in 3D e un logo HEAD in rilievo posizionato sul fondo in pelle sintetica PU, distinguono questa borsa da tutte le altre.
L'attuale n. 2 della classifica WTA inaugura la "Maria Sharapova Racquet Court Bag" per la prima volta a Wimbledon. Realizzata in pelle sintetica PU e nylon Oxford per ottenere leggerezza e un profilo sportivo, questa borsa possiede anche molti requisiti tecnici. 
Uno dei due scomparti principali, che può contenere fino a sei racchette, è dotato della tecnologia di controllo climatico CCT+ per proteggere le racchette dalle temperature estreme. Una sacca porta scarpe separa le calzature dal resto della borsa, requisito necessario soprattutto quando si gioca su campi in terra rossa. 
Un'ulteriore tasca in mesh, due tasche frontali, la tracolla staccabile e regolabile e la borsetta removibile, soddisfano le esigenze di ogni giocatrice. 
Dopo tutto, chi meglio di una campionessa come Maria può progettare una borsa da tennis?
Accanto alla Maria Sharapova Racquet Court Bag, la nuova collezione di borse da tennis Maria Sharapova di HEAD comprende anche la Maria Sharapova Racket Combi Bag  che consente alle giocatrici di essere pratiche e alla moda sia dentro che fuori dal campo.
La nuova collezione è già disponibile presso rivenditori selezionati di tutto.
Maria Sharapova Racquet Court Bag euro 120
Maria Sharapova Racket Combi Bag euro 90



SU HEAD TENNIS
HEAD TENNIS, una parte di HEAD NV, è produttore e distributore globale di attrezzature per il tennis di brand premium oltre che di calzature ed equipaggiamento per atleti a tutti i livelli competitivi. Dal lancio avvenuto alla fine degli anni '60, quando il fondatore di HEAD Howard Head first introdusse la racchetta da tennis in alluminio, i prodotti chiave della divisione hanno conquistato posizioni di mercato top grazie alle vendite e alla fama. Molti dei tennisti ai primo posti attuali nelle classifiche ATP e WTA, inclusi Novak Djokovic, Andy Murray, Richard Gasquet, Tomas Berdych, Maria Sharapova e Sloane Stephens, fanno parte della famiglia dei tennisti HEAD.

lunedì 29 giugno 2015

Dea Terra Italia Summer Beauty Kit

SUMMER BEAUTY KIT DEA TERRA ITALIA
BELLE E ABBRONZATE, NATURALMENTE

1 Kit Viso e Corpo e 1 Kit Corpo per prepararsi all'esposizione solare senza passi falsi
+
La beauty bag con l'essenziale per una pelle luminosa e idratata

Finalmente l'estate è arrivata! Al mare o in montagna, porta sempre con te la nuova Summer Beauty Bag di Dea Terra Italia e mantieni così la tua pelle luminosa e idratata, per un'abbronzatura a lunga durata, anche dopo le vacanze.

Dea Terra Italia è la nuova linea di cosmetici basata su estratti naturali e "locally made in Italy". La linea include trattamenti spa e prodotti cosmetici per viso e corpo. 

I prodotti contengono ingredienti naturali, tipici delle regioni italiane, dai quali Dea Terra Italia estrae i preziosi principi attivi per la salute della pelle. Dea Terra Italia vi invita ad un viaggio estetico attraverso l'Italia, anche d'estate, con i Summer Beauty Kit Dea Terra. 

Dopo l'esposizione solare è necessario riequilibrare la nostra pelle. I prodotti Dea Terra Italia, grazie ai complessi vegetali, penetrano nella pelle idratandola e ristrutturandola, neutralizzando i radicali liberi e prevenendo i segni dell'invecchiamento.  La pelle ritrova così freschezza, luminosità e comfort.
E non dimenticare la tua protezione solare durante l'esposizione! 

Acquista online su Time for your Skin timeforyourskin.it  oppure scegli il negozio o il centro benessere più vicino a te dea-terra.com


Kit Viso e Corpo
Rejuvenating Serum + Velvet Body Fluid + Milky Body Oil + shopper in juta in omaggio
Pre e post l'esposizione solare – 3 prodotti per prepararsi al sole senza passi falsi
Azione:
Attivano naturalmente le difese della pelle
Desensibilizzano e calmano le reazioni della pelle dopo l'esposizione solare
Altamente idratanti
Una protezione anti radicali liberi

Benefici:
Favoriscono l'adattamento progressivo al sole.
Proteggono e minimizzano gli effetti nocivi del sole come scottature, invecchiamento e discromie cutanee. Regalano un'immediata sensazione che lenisce e rinfresca, restituendo comfort e benessere alla pelle dopo l'esposizione solare. Prevengono la desquamazione, diminuiscono le sensazioni di disagio della pelle dopo l'esposizione. Illuminano e idratano in profondità i tessuti, mantenendo l'abbronzatura luminosa, a lungo.

Indicazioni:
Per tutti i tipi di pelle. Il Rejuvenating Serum, con estratto di elicriso di Sardegna, dalla texture liquida ed elastica, è un siero ideale per l'area viso collo e decolté, che penetra immediatamente svolgendo molteplici azioni: antiossidante, rigenerante, antirughe e rassodante. Il Milky Body Oil, a base di ossido di zinco, e il Velvet Body Fluid, con olio di nocciola del Piemonte, sono perfetti per la pelle del corpo che dopo l'applicazione risulta luminosa, rassodata e idratata. Applicare i prodotti dopo l'esposizione solare ed al ritorno dalle vacanze.


Kit Corpo
Velvet Body Fluid + Milky Body Oil + shopper in juta in omaggio
2 prodotti per idratare, rassodare e illuminare la pelle del corpo

Azione:
Due prodotti polivalenti che miscelati insieme potenziano i benefici per la pelle
Desensibilizzano e calmano le reazioni della pelle dopo l'esposizione solare
Altamente idratanti, rassodanti ed elasticizzanti
Una protezione anti radicali liberi

Benefici:
Favoriscono il riequilibrio della pelle dopo l'esposizione solare
Regalano un'immediata sensazione che lenisce e rinfresca, restituendo comfort e benessere alla pelle dopo l'esposizione solare. Prevengono la desquamazione, diminuiscono le sensazioni di disagio della pelle. Illuminano e idratano in profondità i tessuti, mantenendo l'abbronzatura luminosa, a lungo. Rassodano la pelle e la rendono più morbida ed elastica.

Indicazioni:
Il Milky Body Oil, a base di ossido di zinco , può essere applicato sul corpo subito dopo l'esposizione solare, anche prima della doccia, per rigenerare la pelle immediatamente dopo l'azione del sole. Dopo il bagno, per idratare e rassodare, applica il  Velvet Body Fluid, con olio di nocciola del Piemonte, su tutto il corpo, facendo particolare attenzione alla zona collo, decolté, seno ed interno braccia.



Prezzi al pubblico

KIT VISO E CORPO:   
                
Velvet Body Fluid                                       36,60
Milky Body Oil                                             36,60
Rejuvenating Serum                                   73,20
 + SHOPPER JUTA in omaggio                                                                                                 
  146,40   - 20%
EURO      115,00


KIT CORPO:
Velvet Body Fluid                                        36,60
Milky Body oil                                              36,60
 + SHOPPER JUTA  in omaggio                  73,20  -15%
                                                        EURO         62,00

Shop Online – Time for your Skin: http://timeforyourskin.it/     
Shop e Centri Benessere – Dea Terra Italia: http://dea-terra.com/

venerdì 26 giugno 2015

LE DONNE LAVORANO 156 ORE IN PIU’ DEGLI UOMINI, MA L’ACCESSO AL CREDITO E ALLE TERRE RESTA PROBLEMATICO

Secondo gli ultimi dati FAO sulle donne in agricoltura, il genere femminile è ormai una una pietra fondamentale nella lotta alla fame nel mondo. Nonostante ciò non hanno ancora le stesse possibilità degli uomini

Lavorano di più, fanno i lavori più duri, le loro aziende producono di più e contribuiscono a più dell'60% della produzione di cibo mondiale, ma nonostante ciò non hanno le stesse possibilità di accesso alla terra, all'educazione, all'innovazione ed al credito degli uomini.

Secondo gli ultimi dati FAO sulle donne in agricoltura, riportati dall'OMA (Organizzazione Mondiale degli Agricoltori) in occasione dell'Assemblea Generale in corso in questi giorni a Milano, la differenza di genere, soprattutto in Asia e Africa, è ancora molto grande e dura da colmare.

In Asia e Africa, le donne lavorano in media 156 ore in più degli uomini nel corso dell'anno, trasportano più di ottanta tonnellate di combustibile, acqua e prodotti agricoli per chilometro; gli uomini solo un ottavo di queste quantità, con una media di dieci tonnellate per un chilometro all'anno. Inoltre spendono tutto ciò che guadagnano in nuovi investimenti per il bene dell'azienda e in esigenze familiari, mentre invece gli uomini destinano il 25% dei loro guadagni ad altri scopi.

C'è anche da dire che le donne stanno dimostrando una grande capacità nell'organizzazione e nella gestione di imprese agricole, Infatti il 2 per cento delle terre della loro famiglia, rende la metà della produzione totale dell'intera fattoria, una su cinque delle quali è gestita da donne. E producono più del 20 per cento del reddito familiare e il 40 per cento del fabbisogno alimentare domestico.

"Noi donne - afferma Susan Carlson, facilitator WFO's Women Committee - non siamo solo delle semplici produttrici agricole, ma siamo le responsabili del nutrimento e della sicurezza alimentare dell'intero pianeta"

Nonostante ciò le donne non riescono ad avere le stesse opportunità di accesso alle terre e al credito degli uomini.In alcuni paesi dell'Africa la legge non permette loro di avere terre, non hanno istruzione né possibilità di studiare e soprattutto non viene dato loro credito poiché non hanno garanzie da fornire.

"Il nostro obiettivo - conclude Susan Carlson - è dare vita ad una concertazione di intenti nell'ambito dell'OMA tra le donne che lavorano in agricoltura, dare loro un senso d'identità, consapevolezza, formazione e un potenziale per far capire loro che sono fondamentali nella lotta alla fame nel mondo. Chiaramente questo non vuol dire escludere gli uomini anzi, questa è una battaglia che dobbiamo combattere tutti insieme, donne e uomini sulla stessa linea."

giovedì 25 giugno 2015

La nuance di un bikini può rivelare il tradimento di una persona sposata? Il 73% delle donne infedeli dichiara che indosserà un costume di colore rosso




Il colore del costume da bagno può rivelare un tradimento?
 
Le vacanze si avvicinano per la maggior parte degli italiani. Tanti, come ogni anno, le passeranno in riva al mare. 
 
Per questa estate 2015 Gleeden.com, il sito leader degli incontri extraconiugali con oltre 2,5 milioni di iscritti, ha realizzato sui suoi iscritti uno studio* molto originale per conoscere il colore del costume da bagno che hanno scelto per le prossime vacanze. La nuance di un bikini può rivelare il tradimento di una persona sposata? 


Il rosso, il rosa, il blu e il nero: i colori preferiti dagli infedeli per questa estate!

In effetti, il 73% delle donne iscritte a Gleeden.com dichiara che indosserà un costume di colore rosso per le prossime vacanze. Strano? No davvero, ben sapendo che il colore rosso è ricco di connotazioni erotiche e sessuali. Misterioso e sempre sexy, il colore nero è molto apprezzato ugualmente dal sesso femminile per questa estate con il 64% delle preferenze. Le donne iscritte a Gleeden sono romantiche? Vedendo la loro passione per il rosa, sembrerebbe che sulla spiaggia prediligano il loro lato più "baby doll". E per quanto riguarda gli uomini? Il sondaggio condotto da Gleeden.com dimostra che la maggioranza predilige il blu (65%), il rosso (59%) e il nero (57%). Colori virili e sempre alla moda; sembra che gli uomini non si risparmieranno sulla spiaggia.

*Sondaggio realizzato on-line da Gleeden.com, dal 9 al 18 Giugno 2015, su un campione europeo di 3.451 donne e 3.564 uomini.

**Più di una risposta possibile.
 
 
 
Quello che le donne vogliono... Gleeden lo sa!
Gleeden.com è il primo sito di incontri extraconiugali pensato dalle donne. Gleeden riunisce oggi oltre 2,5 milioni di iscritti. Dal team marketing e comunicazione a quello editoriale, passando per il team design, sono le donne a condurre le danze. Circondate inoltre da una cerchia di esperti, autori, sociologi, psicologi che contribuiscono ad una riflessione intorno al tema della libertà di coppia.
 
L'accesso e l'iscrizione al sito Gleeden.com sono completamente gratuiti per gli uomini e le donne. 

mercoledì 24 giugno 2015

La bava di lumaca batte i cosmetici di marca. Expo: apre il primo salone dell’agribeauty contadino, da linfa vite antiage a scrub spumante

EXPO: COLDIRETTI, PER 71% BAVA LUMACA BATTE COSMETICI DI MARCA


Il 71 per cento degli italiani che esprimono una opinione si fidano di piu' di un cosmetico fatto con prodotti naturali di una azienda agricola piuttosto che di quelli prodotti da una marca commerciale.

Lo rende noto la Coldiretti sulla base di una indagine Ipr marketing in occasione dell'apertura del primo salone dell'agribeauty innovativa del contadino ad Expo nel Padiglione Coldiretti "No farmers no party", ingresso sud, inizio del Cardo sul lato opposto all'albero della vita, a testimonianza della capacità di innovazione delle campagne italiane dove sono nati nuovi prodotti e tecniche di wellness utilizzando le proprietà dei diversi prodotti agricoli.

Dalla crema antietà alla bava di lumaca a quella per il corpo alla linfa di vite, dallo scrub allo spumante o ai vinaccioli al bagnoschiuma al latte d'asina, dal gel di uva biologica fino alla crema viso alla ciliegia sono - sottolinea la Coldiretti - solo alcuni esempi degli agricosmetici esposti e che sono facilmente reperibili nelle fattorie e nei mercati di Campagna Amica sparsi su tutto il territorio nazionale e in molti agriturismi di Terranostra che dedicano parte della loro attivita' al benessere.

L'agribeauty contadino infatti - sottolinea la Coldiretti - è un esempio eclatante della nuove opportunità che offre l'agricoltura italiana, che nasce dalla capacità di valorizzare le proprietà naturali dimostrate dalla ricerca scientifica con iniziative imprenditoriali innovative che vedono spesso protagonisti donne e giovani. In molti si sono infatti rimboccati le maniche reinventandosi il lavoro dei campi e dando vita ad una nuova professione che non solo permette alle aziende di diversificare la propria attività, ma consente anche al consumatore amante del benessere di avere nuove opportunità tutte naturali.

Le novità in questo campo - sottolinea la Coldiretti - sono tantissime, si va dai cosmetici alla bava di lumaca che grazie alle sue le sue proprietà idratanti, lenitive e rigeneranti risultano tra le migliori per la cura e la rigenerazione della pelle perché capaci di rallentare il processo di invecchiamento a quelli alla linfa di vite che ha uno strepitoso potere energizzante ed è ricca di preziosi principi attivi.

Eccellente – continua la Coldiretti -  è anche la linea cosmetica allo spumante che risulta davvero unica grazie all'evanescenza e all'effervescenza delle sue bollicine che vengono trasferite sulla pelle ossigenandola a lungo. Questi prodotti sfruttano, infatti, le proprietà di un potente antiossidante contenuto nello spumante che contrasta invecchiamento cutaneo e i processi infiammatori.

Ma i preziosi alleati della bellezza sono anche gli agricosmetici al latte d'asina gia' conosciuto e utilizzato dall'imperatrice romana Poppea che amava riempire la sua vasca da bagno solo ed esclusivamente di questo prezioso latte probabilmente perche' - sottolinea la Coldiretti - gia' consapevole delle sue importantissime sostanze antiossidanti contro l'invecchiamento. Oggi con il latte d'asina si riescono a creare davvero moltissimi cosmetici, dalla crema listante allo scrub detergente, dal sapone effervescente, alla maschera per il viso.

Ancora - continua la Coldiretti - forse non tutti sanno che le erbe aromatiche e officinali sono ricchissime di antiossidanti e sono molto apprezzati in campo cosmetico tanto da ricavarne preziosissime creme, strepitose alleate della bellezza e del benessere naturale. I cosmetici a base di stella alpina - informa la Coldiretti -  sono poi una vera chicca perché fino a poco tempo fa questa meravigliosa pianta, considerato il fiore alpino per eccellenza era quasi scomparso, oggi invece, grazie anche alla cura degli agricoltori sta tornando a diffondersi sulle nostre montagne tanto che i suoi estratti sono utilizzati in cosmesi per le loro proprietà antinfiammatorie, dermoprotettive ed antiossidanti.

Dalla vigna poi - continua la Coldiretti - nascono eccellenti prodotti per la bellezza naturale, come le creme al moscato o al Friularo o Verdicchio e Barbera fino allo scrub ai vinaccioli che una volta macinati finemente, permettono l'asportazione delle impurità e del sebo svolgendo una pulizia profonda e un'efficace azione levigante lasciando la pelle pulita, liscia, idratata e luminosa. Per non parlare dell'ottimo dopobarba all'amarone che garantisce un'elevata protezione dagli agenti atmosferici e grazie ai suoi principi attivi lascia un gradevole e caratteristico profumo sulla pelle appena rasata.

Molto richiesti sono anche i prodotti per la bellezza all'olio extravergine d'oliva che da sempre risulta una fonte inesauribile di salute per la pelle perché - conclude la Coldiretti - grazie alla sua acidità, fortemente compatibile con quella dell'epidermide, svolge una funzione emolliente e protettiva ed è anche un ottimo antiossidante e anti radicali liberi che quotidianamente, a causa di variazioni climatiche, fumo e inquinamento, rovinano la pelle.

martedì 23 giugno 2015

Procreazione assistita, scoperta una proteina che predice la possibilità di gravidanza

Al recente congresso Eshre il centro per la fertilità ProCrea ha presentato uno studio sull'sHLA-G: livelli alti sono correlati con il successo delle terapie.



Individuata una proteina capace di indicare il possibile successo di una terapia di procreazione assistita nelle donne con problemi di infertilità.

A questa conclusione è arrivato lo studio condotto dal laboratorio di genetica molecolare del centro per la fertilità ProCrea di Lugano in collaborazione con l'università di Ferrara. Lo studio è stato presentato nei giorni scorsi a Lisbona nel corso del 31esimo congresso Eshre (European Society of Human Reproduction Embryology).

«Abbiamo riscontrato una correlazione tra livelli elevati della proteina sHLA-G e il successo della terapia, quindi la gravidanza, nelle donne sottoposte a un trattamento di inseminazione artificiale», spiega Giuditta Filippini direttore del laboratorio di ProCreaLab che ha condotto lo studio con Michael Jemec ginecologo del centro ProCrea e Roberta Rizzo ricercatrice del dipartimento di Scienze mediche - microbiologia e genetica medica - dell'università di Ferrara. 

«È il primo lavoro che viene effettuato su questa proteina in questo particolare ambito; i risultati sono decisamente interessanti e possono aprire nuovi ambiti di ricerca. Adesso per indicare la gravidanza si fa riferimento ai livelli di Beta-hCG, studiando invece la sHLA-G si potrebbe arrivare ad individuare la gravidanza prima. Inoltre, andando ad analizzare il gene corrispettivo HLA-G nei due partner, si potrebbe delineare un quadro clinico più preciso della coppia e così intraprendere la terapia migliore per arrivare ad una gravidanza».

Lo studio ha preso in considerazione 18 donne con problemi di infertilità non spiegata, senza altre patologie. Sono stati controllati i livelli della proteina in diversi momenti: prima dell'inizio della stimolazione ovarica, due giorni prima del pickup, durante il pickup, durante il trasferimento embrionale e sette giorni il dopo il trasferimento. Il risultato ha evidenziato livelli alti di sHLA-G nelle 6 donne che hanno avviato una gravidanza e bassi nelle altre.

«Conosciuta soprattutto per l'importante ruolo che svolge nei trapianti, solo recentemente questa proteina è stata affiancata alla medicina della riproduzione. Studi hanno rilevato che la concentrazione della sHLA-G rilasciata dall'embrione è correlata con il successo del transfer nell'utero materno. Con questa ricerca siamo andati più a monte abbinando i livelli di concentrazione nella madre al successo della terapia».

Lo studio apre nuove prospettive. Conclude la direttrice del laboratorio di ProCreaLab: «Sono ambiti che necessariamente dovranno essere ulteriormente approfonditi. Resta il fatto che abbiamo un elemento in più per valutare il quadro clinico e individuare la strada più corretta per arrivare ad un successo delle terapie, ovvero arrivare ad una gravidanza».

ProCrea - Con una lunga esperienza nel campo della medicina della riproduzione, ProCrea è il maggiore centro di fertilità della Svizzera ed è un polo di riferimento internazionale. ProCrea è composto da un'équipe professionale di medici, biologi e genetisti specialisti in fisiopatologia della riproduzione. Unico centro svizzero ad avere al suo interno un laboratorio accreditato di genetica molecolare (www.procrealab.ch), ProCrea esegue analisi genetiche per lo studio dell'infertilità con tecniche d'avanguardia. La sede principale è a Lugano in via Clemente Maraini, 8. www.procrea.ch.

lunedì 22 giugno 2015

Le Novità Moda dell'Estate 2015, per una Donna Indipendente, Ricercata e di Classe

Club_Nobili_Abito_stolaOutfit chic iperfemminili nella collezione primavera – estate 2015 di Club Nobili, in grado di rievocare atmosfere romantiche e raffinate, da sfoggiare sia nel tempo libero che nelle occasioni formali. Finalmente le donne potranno permettersi capi di lusso senza sospirare ed essere costrette a rinunciare
Milano, 22-06-2015 – Non c'è donna al mondo che non sogni d'indossare, almeno una volta nella vita, uno di questi splendidi abiti esposti nelle vetrine di via Monte Napoleone, della Fith Avenue o di via Condotti. Ma i loro prezzi, per nulla abbordabili, fanno di questi splendidi abiti un lusso per pochi.
Il mondo della moda italiana sempre ricco di inventiva, originalità e gran classe sta accogliendo con grande entusiasmo in questi giorni  la nuova griffe della moda donna italiana, che sta suscitando grandi impressioni e sta già facendo parlare molto di sé.
Si tratta di Club Nobili, un innovativo marchio di abbigliamento fondato da un talento nostrano: la fashion designer milanese Lorella Nobili, che dopo anni di studio ha deciso di realizzare il sogno comune di tante donne appassionate di haute couture.
La prima collezione di questa nuova griffe, infatti, proporrà dei capi di lusso, che qualitativamente parlando non hanno nulla da invidiare a quelli delle principali maison di fama mondiale, ad un costo accessibile. Chiunque potrà finalmente permettersi di indossare un capo d'alta sartoria, senza dover più sospirare dietro cataloghi e vetrine nella consapevolezza di non poterlo acquistare.
Tra gli aspetti più interessanti della filosofia di questa nuova griffe italiana è bene citare, poi, l'impiego di materiali preziosi e ricercati. Il tessuto utilizzato dalla stilista, sia all'esterno che nella fodera, è la pura seta made in Italy, protagonista indiscussa della collezione primavera-estate 2015 firmata Club Nobili; declinata in vari filati come il satin e lo chiffon e proposti in varie versioni e colorazioni per soddisfare perfino le clienti più esigenti.
Per quanto riguarda lo stile, abiti, maglie, pantaloni e accessori rievocano atmosfere romantiche e raffinate, per degli outfit iperfemminili da sfoggiare sia nel tempo libero che nelle occasioni che richiedono un dress code formale.
L'elemento che contraddistingue molte delle proposte per la primavera-estate 2015 è la treccia, spesso utilizzata a mo' di cinta per valorizzare il punto vita, che è a tutti gli effetti il marchio di fabbrica di Club Nobili.
Una capsule collection tutta da scoprire, insomma, che lascerà a bocca aperta chiunque sia alla ricerca di un nuovo modo d'intendere e di vivere la moda.
Come resistere, ad esempio, all'eleganza dell'abito Midsummer Night's Dream? Il suo nome rievoca alla perfezione i colori delle calde notti estive, le atmosfere della località costiere e il profumo del mare. Immaginate di indossarlo in un luogo esclusivo, a Capri per esempio. Che sia giorno o che sia sera, con questo vestito indosso non avrete nulla da invidiare ai look delle dive. E' lungo nella parte posteriore e corto, invece, sul davanti, ragion per cui focalizza l'attenzione sulle gambe.
Lo scollo all'americana a mo' di treccia dà a questo vestito, interamente realizzato in satin 100% seta, un adorabile tocco retrò, mentre la scollatura sulla schiena lo rende incredibilmente chic e al tempo stesso sensuale. E' perfetto sia per la gran soirée che come abito da cerimonia, nonché come capo da sfoggiare in occasione di un cocktail party. Da non perdere le due versioni multicolor con disegno cachemire, nelle varianti rosa e ghiaccio oppure blu, rosa e ghiaccio.
Altrettanto impedibile è poi lo scialle/foulard volant di Club nobili, un accessorio irrinunciabile con il quale arricchire e impreziosire ogni singolo outfit. E' realizzato in chiffon di seta, e nelle serate più fresche può dunque essere abbinato all'abito Midsummer Night's Dream. E' indicato sia di giorno che di notte, perché è talmente versatile da star bene praticamente con tutto: con i vestiti corti, con quelli lunghi, con il tailleur e perfino con il jeans. In qualunque occasione lo si indossi, questo leggerissimo e impalpabile scialle/foulard risulterà elegante e raffinato, garantendo un look in perfetto stile anni Cinquanta.
Tra i capi must have della primavera-estate 2015 di Club Nobili c'è anche una splendida maglia kimono Oriental purity in seta e satin. Ha le maniche larghe che si aprono sui lati, come quelle degli splendidi capi indossati dalle donne che vivono nei Paesi Orientali. Il design è caratterizzato da una cintura a treccia, moderna e originalissima, nello stesso materiale della maglia. Il kimono, così come lo scialle, è piuttosto versatile: è giocoso ma anche elegante, per cui può essere indossato sia di giorno che in vista di un'occasione formale.
Tra i cavalli di battaglia della collezione c'è poi il vestito corto con balze Fairy in seta crêpe de chine, dal design essenziale ma iperglamour. Con un paio di sandali gioiello è indicatissimo per la sera, mentre sfoggiato con delle dècolletè colorate andrà più che bene per un look da ufficio. Giovanile e sbarazzino, è perfetto per un party in riva al mare, e a seconda delle esigenze può essere scelto in versione verde pastello, rosa cipria, nero, blu inglese o bianco.
L'ultima delle proposte della collezione primavera-estate di Club Nobili è sicuramente la più innovativa dal punto di vista del design. Si tratta di un vestito a pantalone Capri dal sapore deliziosamente retrò, caratterizzato da una chiusura a triangolo sulla schiena. Sfoggiatelo in occasione di una serata romantica, di un party informale sotto le stelle o di una passeggiata in riva al mare in compagnia della vostra dolce metà.
Siete ansiose di dare una sbirciata agli strepitosi modelli disegnati da Lorella Nobili? Non vi resta che esplorare l'e-commerce di Club Nobili su www.clubnobili.com e scoprire quale tra le tante proposte di questa strepitosa boutique possa fare al caso vostro.

ALMA MATER di YUVAL AVITAL in dialogo con IL TERZO PARADISO di MICHELANGELO PISTOLETTO | 8 luglio - 29 agosto 2015 | Cattedrale della Fabbrica del Vapore, Milano


ALMA MATER di YUVAL AVITAL

in dialogo con

IL TERZO PARADISO di MICHELANGELO PISTOLETTO

installazione luminosa di ENZO CATELLANI
sound space design di ARCHITETTURA SONORA
video installazione con LILIANA COSI, CARLA FRACCI

installazione icono-sonora per una foresta di 140 altoparlanti, 
leggendarie étoile del Teatro alla Scala e merlettaie



Dall'8 luglio al 29 agosto 2015 la Cattedrale della Fabbrica del Vapore di Milano ospita un evento artistico unico nel suo genere: ALMA MATER, la nuova imponente creazione multimediale di Yuval Avital, in dialogo con un'inedita versione de IL TERZO PARADISO di Michelangelo Pistoletto.


Un'opera di forte impatto sensoriale, quadro allegorico di 1200 metri quadri a metà tra installazione e performance, che mette in dialogo tra loro e crea uno straordinario connubio di eccellenze creative: dall'universo icono-sonoro di Avital al simbolo artistico di Pistoletto; dal gesto aggraziato di leggendarie étoile del Teatro alla Scala come Liliana Cosi e Carla Fracci a quello sapiente di donne che tessono il merletto di Cantù; dalle installazioni site-specific di luci create da Enzo Catellani a quelle sonore realizzate da Architettura Sonora

Forti identità ben riconoscibili che pur si armonizzano in un visionario unicum artistico ispirato all'archetipo della madre nutrice, per offrire ai visitatori un intenso viaggio poetico e di scoperta.

Yuval Avital, artista compositore apprezzato a livello internazionale per le sue opere sonore di massa, in ALMA MATER realizza un'elaborata e potente partitura sonora e dà vita a una stupefacente foresta di 140 altoparlanti in pietra e terracotta da cui si diffondono voci di nonne di tutto il mondo intrecciate a suoni della natura: favole, nenie, canti tradizionali, sussurri e preghiere si intessono a vibrazioni sismiche, boati di vulcani, suoni di abissi, gorgoglii di gocce d'acqua.

Nonne e Natura sono il fulcro dell'universo evocato, femminile ancestrale e Madre Terra, grandezza riverita e temuta, fecondità e nutrimento, potenza creatrice e devastatrice al contempo. Il visitatore è come accolto da un enorme grembo materno che può esplorare in libertà, un'esperienza travolgente in cui procede creando il proprio percorso intimo e sensoriale

Le nonne si fanno porta di accesso per un viaggio verso le origini, lungo un infinito cordone ombelicale idealmente rappresentato da Il Terzo Paradiso, celebre opera di Pistoletto, che si snoda in tre anelli contigui al centro dell'installazione, suggerendo un legame tra passato, presente e futuro. 

Già esposto in numerosi luoghi d'arte - tra cui il Louvre di Parigi, il Palazzo delle Nazioni Unite a New York, il Kunsthaus di Graz – è qui realizzato per la prima volta con terra contadina lombarda.

Alle suggestioni viscerali e primordiali si accostano la delicatezza delle ballerine della Scala in eteree apparizioni videoproiettate e la presenza evocatrice delle merlettaie, odierne Parche col tombolo che tessono instancabili attraverso l'opera i fili di un candido pizzo. 

ALMA MATER è inoltre catalizzatore di vari appuntamenti che avranno luogo nell'arco dei due mesi: incontri col pubblico, laboratori creativi e performance. Spiccano i Dialoghi, serate in cui performer, portatori di tradizione e artisti internazionali sono stati scelti dall'autore per dialogare con l'opera - tra i primi annunciati quello di Gunnlaug Thorvaldsdottir e Gunnlaugur Egilsson (22 luglio), che daranno voce e movimento alla mitica figura femminile islandese de La Signora delle Montagne, e una performance con 50 nonne filippine residenti in Italia e tre cantastorie indigene dell'isola di Mindanao – nonna, madre e figlia - diretta dallo stesso Avital (14 e 15 agosto). 

I primi eventi in programma, After Mater, presentano l'interessante incontro di Delilah Gutman con Raphael Negri e Roberto Paci Dalò, dove la tradizione del canto ebraico si confronta con la composizione e la musica sperimentali (12 luglio), e Farzaneh Joorabchi, un assolo della grande dama del canto classico persiano in Italia (13 luglio).

L'intero evento è prodotto da Maga Global Arts, factory di performing arts che promuove interculturalità e transdisciplinarietà in Italia e oltre, in collaborazione con Comune di Milano, Fabbrica del Vapore, Cittadellarte - Fondazione Pistoletto, Architettura Sonora, Catellani&Smith. 

La partitura sonora è stata resa possibile grazie al supporto scientifico e i contributi di numerosi centri di ricerca e musicologici nel mondo, in Italia LEAV - Laboratorio di Etnomusicologia e Antropologia Visuale dell'Università degli Studi di Milano, AESS - Archivio di Etnografia e Storia Sociale della Regione Lombardia, ING - Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Col patrocinio di EXPO 2015 e Regione Lombardia, ALMA MATER è parte del palinsesto di Expo in Città.

Il programma sarà aggiornato periodicamente sul sito www.almamater.info

venerdì 19 giugno 2015

Salvamamme: 23/6 evento conclusivo 'Joys & Toys: giocare, un diritto dell'infanzia'

"Joys & Toys: giocare, un diritto dell'infanzia": l' evento conclusivo il 23 giugno.
Il progetto di Salvabebè Salvamamme Onlus ha distribuito migliaia di giochi a bimbi con famiglie in condizione di difficoltà economica
grazie alla Fondazione Terzo Pilastro - Italia e Mediterraneo

Il progetto "Joys & Toys" di Salvabebè Salvamamme Onlus, realizzato con il contributo della Fondazione Terzo Pilastro - Italia e Mediterraneo, giunge alla sua conclusione. In un anno, Joys & Toys ha donato migliaia di giocattoli a centinaia di bambini con famiglie in condizioni di disagio economico, organizzando incontri e lezioni formative sulla sicurezza del giocattolo e sulla prevenzione degli incidenti, ed eventi ludici per sottolineare l'importanza del gioco come diritto dell'infanzia.

Il 23 giugno la giornata di festa si aprirà a Castelfusano presso la base operativa della Protezione Civile a cavallo C.V.S.C., dove una quindicina di bambini particolarmente bisognosi di attenzione avranno la possibilità di trascorrere qualche ora a contatto con i cavalli. La manifestazione di conclusione del progetto avrà poi inizio alle ore 16 presso la Caserma S. Gelsomini, in via Portuense 1680, a Roma, loc. Ponte Galeria.

Saranno presenti circa 100 bimbi ai quali è dedicato un pomeriggio molto speciale: lo staff di Salvabebè Salvamamme Onlus, infatti, insieme ad un gruppo di animatori, proporrà loro tante situazioni ricreative ed attività. Si inizierà con i giochi di una volta: la campana, il cerchio, i 4 cantoni e molti altri. Un'esperta di letteratura per l'infanzia, in una biblioteca itinerante, consiglierà e donerà ad ogni bambino un libro, adeguato all'età e ai gusti letterari.  Sarà presente uno stand preposto all'"adozione" di pelouche (con tanto di certificato di adozione!) in presenza di un esperto in zoologia che darà ad ogni bambino un peluche raffigurante un animale, spiegandone le caratteristiche specifiche dell'habitat.

Ci sarà anche uno stand delle sorprese, pieno di giocattoli controllati e conformi alle normative CE, che verranno donati ai bambini e alle loro famiglie.  Lo staff di Salvamamme Onlus presenterà l'opuscolo "Joys & Toys. Giocare: un diritto dell'infanzia", e, nel corso della manifestazione, si effettueranno dimostrazioni sportive delle squadre delle Fiamme Oro Rugby.

Non mancherà un ricco buffet per tutti, reso ancora più gioioso dal carretto dello zucchero filato. Porterà i saluti del Primo Reparto Mobile della Polizia di Stato il Comandate Piero Brasole; della Fondazione Terzo Pilastro Italia e Mediterraneo il Direttore Generale, Prof.ssa Alessandra Taccone; del Gruppo Sportivo Fiamme Oro Rugby l'Assistente Capo della Polizia di Stato, Massimiliano Bizzozero; del Salvabebè Salvamamme Onlus il Vice Presidente, Katia Pacelli e delle associazioni in rete i rappresentanti di: Ass. Rete di Sicurezza Attiva Onlus, Ass. Federazione Polizia Interforze Onlus, Ass. Motociclisti Forze dell'Ordine, Protezione Civile RNS Monterosi, Heartitalia, Giovani per Roma e Salvamamme Academy.

Salvamamme ringrazia Atac per la gentile collaborazione. Ringraziamenti speciali per il supporto alla realizzazione del progetto ai partner: Rotary Club Roma Sud Est, Happy Fitness World, Segnalet e Ass. I Diritti Civili nel 2000 - Salvabebè Salvamamme.

Francesca Mo alla 'Fashion 5Vie Moda Uomo | 22 giugno, dalle 18 alle 24

I gemelli 'Intrecci' di Francesca Mo all'interno della 'Alson Gallery' in occasione di 'Fashion 5Vie Moda Uomo'

Alson Gallery | Via San Maurilio 11, Milano
22 giugno, dalle 18 alle 24

Il 22 giugno, in occasione di 'Fashion at 5Vie Moda Uomo' - una nottata interamente dedicata al lifestyle maschile - Francesca Mo, insieme all'orafa Monica Sava, è presente alla 'Alson Gallery' (Via San Maurilio 11, angolo Via Nerino) per assemblare - dal vivo - i gemelli della Collezione 'Intrecci'.

In esposizione anche alcuni gemelli delle Collezioni 'Vetri di mare' e 'Clessidra'.

La Collezione 'Intrecci' di Francesca Mo - presentata alla Galleria Subert (Milano) nel maggio 2014 - ha come ispirazione i tessuti: dagli scampoli di antichi broccati settecenteschi ai tessuti più classici ai fili coloratissimi imprigionati in anime in argento, bronzo e oro .

Vodafone Italia vince il Premio Bellisario come “Azienda women friendly”

L'importante riconoscimento, dedicato a chi si è impegnato a far crescere e tutelare la presenza femminile in azienda, verrà consegnato domani a Roma

19 giugno 2015 – Vodafone Italia ha vinto il Premio Marisa Bellisario come "Azienda women friendly". Lo storico riconoscimento della Fondazione Bellisario assegna ogni anno le Mele d'Oro a donne di successo che si sono distinte nel loro lavoro a livello nazionale e internazionale. L'edizione di quest'anno ha introdotto una nuovo premio, "Azienda women friendly", che è stato assegnato a Vodafone Italia per il suo impegno a "far crescere professionalmente le dipendenti in un ambiente lavorativo che ne riconosce i meriti e ne condivide le problematiche".

Vodafone Italia è promotrice di attente politiche in favore delle donne che da una parte valorizzano il talento femminile e dall'altro aiutano a conciliare famiglia e lavoro. "E' innanzitutto la cultura meritocratica che aiuta, nelle scelte manageriali, a promuovere l'eccellenza femminile – sottolinea Elisabetta Caldera, Direttore HR & Organizzazione - . Poi garantiamo sempre la presenza di almeno una donna nella rosa di candidati per una promozione o un'assunzione. Infine il welfare: dalla gestione della maternità retribuita a stipendio pieno per 9 mesi e mezzo fino a strumenti innovativi, come il welfare "su misura", che consente di utilizzare parte della retribuzione variabile direttamente in servizi, come le rette scolastiche per i figli".

Inoltre Vodafone è l'esperienza aziendale di Smart Working che coinvolge il maggior numero di dipendenti in Italia (fonte Osservatorio Smart Working del Politecnico di Milano). Da giugno 2014, oltre 3.200 dipendenti possono scegliere con maggiore autonomia spazi e strumenti di lavoro. Questo strumento è scelto in pari misura da uomini e donne, che possono beneficiare di una cultura orientata ai risultati piuttosto che alla presenza fisica in ufficio.

Grazie a queste politiche innovative Vodafone Italia ha un alto livello di occupazione femminile, il 55% contro il dato nazionale che si attesta al 46%. Quest'anno il 40% delle posizioni manageriali sono state ricoperte tramite assunzione o promozione di candidate donne. Anche i dati delle maternità sono positivi: delle oltre 3.700 donne in Vodafone, più di 2.100 ha figli e 550 sono le mamme che hanno avuto figli negli ultimi 3 anni. 

Elisabetta Caldera ritirerà il Premio "Azienda women friendly" per Vodafone in occasione del programma "Donne Ad Alta quota" che sarà registrato domani, sabato 20 Giugno, presso lo Studio Rai Nomentano 5 di Roma e andrà in onda su Raidue il 24 Giugno.

giovedì 18 giugno 2015

L'expo di Milano: il posto preferito dalle donne sposate per incontrare l'amante

Al mare con la moglie, all'Expo con l'amante!
L'Expo di Milano 2015 è la meta preferita degli infedeli per i loro incontri clandestini
Con l'avvicinarsi della bella stagione e la voglia di concedersi qualche giorno di vacanza e di relax lontani dallo stress lavorativo, Gleeden.com, il sito leader degli incontri extraconiugali con oltre 2,5 milioni di iscritti, ha chiesto agli uomini italiani quali sono le mete delle loro "mini-vacanze" rispettivamente con la moglie e con l'amante. Sono diverse tra le due? Quanti giorni dedicano all'amante e quanti alla moglie? Se con la prima il mare sembra essere la meta più gettonata, con l'amante si piazza sorprendentemente in prima posizione l'Expo di Milano 2015. Scoprite le altre mete nell'esclusivo studio* condotto dal sito di incontri per gli infedeli più famoso d'Italia!
Expo Milano 2015: la meta preferita degli infedeli italiani!

L'Expo di Milano ha conquistato i cuori degli infedeli italiani: il 43% infatti la proclama come la meta preferita per un break primaverile con l'amante. Milano, città di affari per eccellenza e città quest'anno dell'Expo 2015, sembra la meta ideale per concedersi un po' di tempo con l'amante, magari creandosi come alibi la necessità di andare all'esposizione per motivi lavorativi. Un giro tra i padiglioni dell'esposizione di Milano per scoprire sapori e profumi di altre culture e nazioni insieme all'amante: il connubio "cibo" e "passione" è ancora d'attualità.

Al secondo posto della Top 3 delle "vacanze con l'amante" si posizionano le spa ed i centri benessere (con il 31% delle preferenze) seguiti dalle città d'arte con il 14% degli intervistati che predilige una città lontana dove poter passare un po' di tempo con la propria amante senza rischiare di essere scoperti.

Per quanto riguarda le vacanze con la moglie è il mare a farla da padrone con il 41% delle preferenze: una classica meta primaverile/estiva per una classica mini-vacanza in famiglia alla ricerca di un po' di relax e di quiete.

E se per le vacanze in famiglia i mariti italiani riescono a prendere un week end o anche più di due giorni (rispettivamente il 33% ed il 28%) per quanto riguarda l'amante la cosa si complica. Solo il 7% riesce a ritagliarsi una mini-vacanza da più di due giorni, mentre il resto deve "accontentarsi" di un week end (19%), o ancora meno di un unico giorno (il 41% degli intervistati).

Le vacanze con la moglie: tranquillità e prevedibilità!

Interessante è anche il dato che riguarda le qualità ricercate in una vacanza con la metà ufficiale e la metà ufficiosa. Se con la prima le parole che ricorrono più spesso sono la "tranquillità" ed il "riposo" (rispettivamente con il 37% ed il 33%), con la seconda le sensazioni più ricercate dagli uomini infedeli iscritti a Gleeden.com sono la "spensieratezza" e la "novità" (con il 52% ed il 37%). Insomma come a voler sancire una netta distinzione tra i due tipi di vacanza, la prima un po' prevedibile (ma riposante) e la seconda meno riposante ma sicuramente più passionale.
*Sondaggio realizzato on-line da Gleeden.com dal 1° al 7 Giugno 2015 su un campione di 1.803 italiani iscritti al sito di incontri extraconiugali
** Più di una risposta possibile
Quello che le donne vogliono... Gleeden lo sa!
Gleeden.com è il primo sito di incontri extraconiugali pensato dalle donne. Gleeden riunisce oggi oltre 2,5 milioni di iscritti. Dal team marketing e comunicazione a quello editoriale, passando per il team design, sono le donne a condurre le danze. Circondate inoltre da una cerchia di esperti, autori, sociologi, psicologi che contribuiscono ad una riflessione intorno al tema della libertà di coppia.
L'accesso e l'iscrizione al sito Gleeden.com sono completamente gratuiti per gli uomini e le donne.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI