Cerca in Tutto Donna

giovedì 4 giugno 2015

Infedeltà: le tecniche degli infedeli per rimanere discreti



Il 78% degli infedeli ha un indirizzo e-mail creato appositamente per le proprie avventure extraconiugali
Non è sempre facile coniugare la vita matrimoniale con le storie extraconiugali. E i vari strumenti di comunicazione possono mettere un infedele a rischio in caso venga scoperto. Gli iscritti di Gleeden.com, il sito leader degli incontri extraconiugali con oltre 2,5 milioni di membri, hanno trovato il modo per rimanere il più discreti possibile. Dopo aver intervistato* oltre 10.000 iscritti, Gleeden.com svela come la grande maggioranza faccia ricorso a e-mail o telefoni speciali per non dare adito a sospetti... ecco quali sono le tecniche usate dagli infedeli per non farsi scoprire!
L'indirizzo e-mail segreto: il 33% degli infedeli usa Hotmail per non farsi scoprire!

Il primo metodo in assoluto che gli infedeli usano per non farsi scoprire è quello di avere un indirizzo e-mail creato appositamente per le proprie scappatelle. Il 78% delle persone intervistate preferisce non usare l'indirizzo e-mail solito per non rischiare di farsi scoprire. E sono Hotmail e Gmail che arrivano in cima alla lista dei fornitori di indirizzi e-mail più usati dagli infedeli per organizzare le proprie scappatelle (rispettivamente con il 33% ed il 24%).

E i telefoni in tutto questo?

Alla domanda "Hai un telefono che usi soltanto per i tuoi incontri extraconiugali?" circa 4 iscritti su 10 di Gleeden hanno risposto "sì" (36%)! Tra le numerose risposte ricevute, la maggioranza degli infedeli intervistati dichiara di utilizzare esclusivamente il telefono professionale per chiamare l'amante (43%), di avere un secondo telefono cellulare con una carta prepagata (il 31%, senza dubbio per evitare le fatture relative ad un forfait) o ancora di organizzare i propri incontri infedeli con il cellulare di un amico (17%)!

Gli iscritti a Gleeden, come rimangono in contatto in modo discreto con il loro amante?

Le principali regole seguite dagli intervistati per non farsi scoprire sono quella di cancellare sistematicamente e-mail/messaggi/chiamate del loro amante (64%) o, in modo più originale, quello di registrare il nome del proprio o della propria amante con un nome diverso di sesso opposto (il 43%) per non destare sospetti.

Per rimanere in contatto in modo discreto, la grande maggioranza degli iscritti (il 59%) usa l'applicazione mobile di Gleeden.com. L'applicazione, scaricabile gratuitamente su Iphone e Android, è stata pensata appositamente per le attività degli infedeli e propone numerose funzionalità inedite per una maggiore discrezione.

Solène Paillet, responsabile della comunicazione di Gleeden.com, spiega: "Dal lancio dell'applicazione mobile nell'Agosto del 2012, lavoriamo senza sosta con il nostro team Ricerca e Sviluppo su nuove funzionalità che possano permettere agli iscritti di mantenere le loro relazioni extraconiugali in totale discrezione. L'ultima versione dell'applicazione propone una modalità discreta totalmente inedita sul mercato degli incontri on-line: l'applicazione si trasforma per assomigliare ad un social network molto conosciuto, permettendo ai nostri iscritti di navigare su Gleeden.com senza destare il minimo sospetto".
*Sondaggio realizzato on-line da Gleeden.com dall'11 al 19 Maggio 2015 su un campione europeo di 4.996 donne iscritte e 5.013 uomini iscritti
**Più di una risposta possibile
Quello che le donne vogliono... Gleeden lo sa!
Gleeden.com è il primo sito di incontri extraconiugali pensato dalle donne. Gleeden riunisce oggi oltre 2,5 milioni di iscritti. Dal team marketing e comunicazione a quello editoriale, passando per il team design, sono le donne a condurre le danze. Circondate inoltre da una cerchia di esperti, autori, sociologi, psicologi che contribuiscono ad una riflessione intorno al tema della libertà di coppia.
L'accesso e l'iscrizione al sito Gleeden.com sono completamente gratuiti per gli uomini e le donne.

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI