Cerca in Tutto Donna

giovedì 8 ottobre 2015

Chirurgia estetica, sarò soddisfatto dopo l'intervento? Un test psicologico per scoprirlo

L'Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica (Aicpe) in collaborazione con il Center of Appearance Research (Car) di Bristol sta mettendo a punto un questionario per i pazienti da compilare prima della visita: «Lo scopo è aumentare la consapevolezza del paziente e quindi la sua soddisfazione»

Con un ritocchino al naso aumenterà la mia autostima? Se mi rifaccio il seno la mia vita migliorerà? Non bisogna dare per scontato che un intervento di chirurgia plastica, per quanto ben riuscito, porterà il paziente a essere soddisfatto: capita molto spesso, infatti, che alla base della decisione di operarsi ci siano motivazioni sbagliate e aspettative irrealistiche.  

Grazie a un breve test, che il paziente potrà compilare in pochi minuti prima della visita, il chirurgo plastico avrà a disposizione importanti indicazioni sul profilo psicologico del paziente, che lo aiuteranno a capire se l'esito del possibile intervento soddisferà o meno il paziente.

L'iniziativa rientra in un progetto che vede l'Associazione Italiana di Chirurgia Estetica (Aicpe) partner del CAR (Centre of Appearance Research) di Bristol, un ente di ricerca sui disturbi derivanti da problematiche legate alla sfera estetica. Il risultato è un questionario chiamato RoFCAR (da "Royal Free Hospital" di Londra e "Centre of Appearance Rersearch" di Bristol), composto da 10 domande, di cui 9 a risposta multipla e una a risposta aperta.

«Cresce l'interesse delle persone per l'aspetto fisico e aumenta il numero dei pazienti che si rivolgono al chirurgo plastico. Non possiamo non preoccuparci sempre più del "benessere globale" del paziente, comprendendo anche il suo benessere psicologico - afferma il vice presidente dell'Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica, Luca Siliprandi -. Ci sentiamo onorati del fatto che il CAR di Bristol abbia scelto Aicpe come partner per la validazione italiana del questionario, uno strumento che mira a migliorare la soddisfazione dei pazienti».

La validazione del questionario è al centro di un progetto europeo che, oltre all'Italia, coinvolge Austria, Norvegia e Ungheria. Per il nostro Paese il centro pilota è Padova e Francesca Nobile, psicologa-psicoterapeuta di Clinica Cittàgiardino è la referente del progetto: «Le domande indagano un range di fattori psicologici associabili ai motivi che spingono le persone a sottoporsi a un intervento di chirurgia estetica – spiega Francesca Nobile -. Grazie al test, il chirurgo disporrà immediatamente di importanti indicazioni riguardo le motivazioni e le aspettative del paziente che gli saranno utili per decidere se programmare o meno l'intervento». Una novità per il settore: in precedenza esistevano solo test lunghi e articolati, di difficile fruizione. 

L'obiettivo dell'iniziativa è «aumentare la consapevolezza del paziente e quindi la sua soddisfazione» dice Nobile «e individuare pazienti con aspettative irrealistiche, da non operare». Al momento, il test RoFCAR è in fase di validazione: in Italia è utilizzato da Clinica Cittàgiardino, a Padova, già da alcuni mesi: «Abbiamo somministrato un centinaio di test – riferisce Siliprandi -. Quasi tutti i pazienti non hanno presentato criticità. Per pochi invece, il risultato del RoFCAR ha suggerito l'indicazione ad approfondimenti con lo psicologo, a seguito dei quali ad alcuni è stato negato l'intervento, che in nessun caso avrebbe potuto giovare alla loro serenità».

Il RoFCAR, dunque, compilabile velocemente dai pazienti prima della visita, consentirà ai chirurghi di evidenziare possibili criticità riguardo l'intervento chirurgico richiesto. In conclusione, lo scopo è diffondere l'utilizzo del test a tutti i chirurghi Aicpe, a beneficio della consapevolezza e della soddisfazione dei pazienti.

AICPE. L'Associazione Italiana Chirurgia Plastica Estetica (www.aicpe.org), l'unica in Italia dedicata esclusivamente alla chirurgia estetica, è nata nel settembre 2011 per dare risposte concrete in termini di servizi, tutela, aggiornamento e rappresentanza. Ad AICPE, gemellata con l'American Society for Aesthetic Plastic Surgery (ASAPS), la più importante società di chirurgia estetica al mondo, hanno aderito oltre 250 chirurghi in tutta Italia. 
Membri Aicpe possono essere esclusivamente professionisti con una specifica e comprovata formazione in chirurgia plastica estetica, accomunati da un codice etico comportamentale che li distingue dentro e fuori la sala operatoria. 
L'associazione ha elaborato e pubblicato le prime Linee Guida del settore, consultabili sul sito internet, che stabiliscono i fondamentali parametri operativi dei principali interventi. Scopo di AICPE è tutelare pazienti e chirurghi plastici: disciplinando l'attività professionale con riferimento sia all'attività sanitaria, sia alle norme etiche; rappresentando i chirurghi plastici estetici nelle sedi istituzionali, scientifiche, tecniche e politiche per tutelare la categoria e il ruolo; promuovendo la preparazione culturale e scientifica.
--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI