Cerca in Tutto Donna

giovedì 17 settembre 2015

A Roma la 18a Global WINConference: 1 migliaio di talenti femminili da ogni parte del mondo a discutere di leadership


Cresce il credito dato alle donne in azienda e cresce nelle donne la fiducia nelle proprie capacità.
Prevista la presenza del Presidente Laura Boldrini.

17 settembre 2015 – Torna in Italia la 18a edizione del Global WINConference 2015 che si svolgerà a Roma dal 29 settembre al 3 ottobre 2015 presso l'Ergife Palace Hotel: oltre un migliaio di donne (ma non solo) provenienti da tutto il mondo si confronteranno in occasione del forum mondiale per la leadership al femminile che ogni anno si propone come piattaforma per lo scambio efficace e il networking tra professionisti, dirigenti, esperti e talenti emergenti, giovani e creativi. Nel corso dei 3 giorni di lavoro, oltre un centinaio di speaker internazionali si alterneranno nel corso delle 6 assemblee plenarie e daranno vita a oltre 50 workshop.
 
"Molte donne, ma non solo, si confronteranno sul tema 'Inspire the world: with insight, grace & action', scoprendo come meglio mettere a frutto le qualità di leadership tipicamente femminili come la propensione a collaborare, l'empatia, l'intuizione, l'integrità e la condivisione – spiega Kristin Engvig, fondatrice e direttrice di WIN – E come ogni anno lo potranno fare con un parterre di relatori d'eccezione".
 
Tra gli interventi previsti infatti sono attese le testimonianze di Laura Boldrini, Presidente Camera dei Deputati, e di Michael Kimmel, Distinguished Professor of Sociology & Gender Studies presso la Stony Brook University di New York.
 
Il sociologo statunitense, uno dei più autorevoli esperti di studi di genere, dirigerà un workshop sul tema "Strategie per coinvolgere un uomo: da spettatore a campione della parità di genere" (Strategies for Men's Engagement: from Bystander to Gender Equality Champion).
 
Dall'intervento della Presidente Boldrini ci si attende un contributo significativo al tema non solo delle donne in politica ma soprattutto delle azioni politiche rivolte alle donne
 
Secondo il sondaggio che WIN conduce annualmente tra i partecipanti al convegno, nel 2014 il 72% degli intervistati concordava con l'affermazione "Credo che chi decide nella mia organizzazione riconosca il potenziale di leadership delle donne": nel 2009 era solo il 54% a condividere questa dichiarazione. E forse non è un caso se, nel medesimo arco temporale, il livello di fiducia nelle proprie capacità è anch'esso cresciuto: il 63% dei partecipanti nel 2014 si è detto felice del proprio livello di self-confidence, cinque anni prima, lo era solo il 56%.
 
Tra i diversi spunti di discussione che verranno affrontati, non mancheranno alcuni dati emersi dal Global Gender Gap Report 2015 del World Economic Forum, che ha evidenziato come negli ultimi anni il divario di genere si è gradualmente ridotto in quasi tutti i paesi del mondo e per quasi tutti i criteri di confronto fra uomini e donne.
 
Da questo quadro è emerso anche che si è significativamente ridotto il divario uomo-donna per quanto riguarda il livello di istruzione: in molti Paesi il numero di donne laureate e diplomate è superiore a quello degli uomini.
 
Lo studio ha confermato inoltre che le performance di società che includono donne nel proprio top management sono migliori rispetto a quelle in cui manca l'apporto femminile.
 
I partecipanti alle diverse edizioni della Win Conference, che negli anni scorsi si è tenuta, tra le altre città, a Ginevra, Parigi, Barcellona, Praga, Oslo e Berlino, non sono solo donne (nel 2014 vi era un 7% di uomini). Nel corso degli anni, hanno partecipato manager (65%), imprenditori di PMI (21%), professionisti (9%) provenienti da 129 Paesi, di età media tra i 35 e i 45 anni, espressione del talento femminile emergente.
 
Il programma è disponibile al seguente link sul sito ufficiale del 18° Global WINConference

 http://www.winconference.net/WINConference

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI