Cerca in Tutto Donna

giovedì 27 febbraio 2014

Un italiano su due è infedele al partner



Gleeden.com
Comunicato Stampa
27 Febbraio 2014
 
1 italiano su 2 è già stato infedele al partner
Febbraio 2014. L'infedeltà non è esclusiva dei palazzi del potere... Secondo quanto emerge da un sondaggio IFOP effettuato per l'Osservatorio Europeo dell'Infedeltà di Gleeden.com, il primo sito di incontri extraconiugali pensato dalle donne, i comportamenti extraconiugali sarebbero molto più diffusi di quello che si pensa.
 
L'infedeltà di coppia sempre più diffusa
Secondo i risultati di un recente sondaggio effettuato dall'IFOP per Gleeden.com, in Italia stiamo assistendo a una forte accelerazione dei comportamenti extraconiugali.

Gleeden.com, il primo sito di incontri extraconiugali pensato dalle donne, attento osservatore dei comportamenti in materia di infedeltà, ha voluto saperne di più sul modo in cui l'infedeltà è percepita, praticata e vissuta oggi in Italia e nei principali Paesi europei. Ha pertanto commissionato all'IFOP una grande inchiesta europea* di cui diffonde i risultati in questi giorni.

Sorprendenti e di grande interesse, i dati di questa inchiesta confermano che i comportamenti extraconiugali sono diffusi presso la maggioranza degli italiani.

Oggi, più di 1 uomo su 2 (il 55%) e più di 1 donna su 3 (il 34%) dichiarano di aver avuto un rapporto sessuale con una persona diversa dal partner nel corso della loro vita di coppia.

Se osserviamo i dati nel dettaglio, vediamo che a mettere in atto dei comportamenti extraconiugali sono soprattutto le persone di età più elevata (il 64% degli uomini infedeli ha più di 50 anni) e con maggiore disponibilità di reddito (il 57% appartiene alla categoria professionale dei dirigenti, liberi professionisti e quadri).

Lo studio ci permette di costruire un identikit preciso dell'infedele: apparterrebbe in larga parte alla corrente politica di destra o centro destra (52% dei casi) e abiterebbe principalmente nell'area nord-occidentale della penisola (48%).
 
 
Lungi dal provare senso di colpa in seguito alla loro relazione adulterina, il 73% degli italiani afferma di non sentirsi colpevole, quota che raggiunge l'86% per le donne di 50 anni e oltre.

Il concetto di infedeltà oltre la trasgressione del principio di esclusività sessuale
Se si considera l'infedeltà in modo più ampio rispetto alla semplice trasgressione dell'esclusività sessuale, la proporzione di italiani che mette in atto comportamenti extraconiugali aumenta in modo considerevole.

Partendo dalle forme "secondarie" di infedeltà fisica, notiamo che più di un italiano su 2 (il 59%) e più di un'italiana su 3 (il 38%) affermano di aver baciato sulla bocca una persona diversa dal proprio partner.

Ovviamente, se prendiamo in considerazione le forme di infedeltà "mentale", i punteggi aumentano ancora di più. Più di 3 uomini su 4 (l'87%) e più di 2 donne su 3 (il 69%) hanno sognato di fare l'amore con un'altra persona, mentre il 41% degli italiani afferma di aver fatto l'amore con il partner pensando a qualcun'altro. E sono numerosi (50%) coloro che ammettono di aver flirtato con un'altra persona, mentre il 48% ha già scambiato messaggi a carattere sessuale (ad esempio sms).
 
 
La possibilità di amare il partner pur essendogli infedele
Più di un italiano su 2 (il 59%) ritiene che sia possibile amare il partner pur essendogli infedele, anche se il 39% ammette che dipende dalla situazione. Sono soprattutto le donne a pensarlo (il 41%, percentuale che sale al 51% per le donne di 50 anni e più).

La propensione ad avere un'avventura extraconiugale in totale discrezione
Più di 1 italiano su 4 ammette che si lascerebbe tentare dall'idea di tradire il coniuge, se fosse assolutamente sicuro di non essere scoperto. Tra questi, gli uomini tra i 35 e i 49 anni raggiungono quota 41%.
Potendo concedersi un'avventura extraconiugale in totale sicurezza, il 62% preferirebbe averla con una persona sconosciuta e quindi esterna al circolo familiare e delle amicizie.

Dove comincia l'infedeltà?
Gli italiani sono concordi nell'affermare che oltrepassare il limite "fisico" è sempre da considerarsi infedeltà, soprattutto quando si tratta di avere rapporti sessuali "regolari" (88%), saltuari o casuali (83%) oppure di fare sesso orale (85%) con un'altra persona; anche baciare viene annoverato tra i comportamenti infedeli da parte del 75% degli intervistati.

Le opinioni divergono invece sui comportamenti legati all'infedeltà "mentale" o sentimentale: il 64% degli italiani considera flirtare con un'altra persona una vera e propria infedeltà, mentre per uno su due lo è lo scambio di messaggi a carattere sessuale; per un italiano su due (49%) pensare a un'altra persona mentre si fa l'amore con il proprio partner costituisce un atto equiparabile al tradimento. Gli italiani si dimostrano molto più indulgenti con le fantasie. Solo per il 24% degli intervistati, infatti, sognare di fare l'amore con un'altra persona è comparabile a un atto di adulterio.

È interessante notare che la percezione dell'infedeltà differisce tra uomini e donne, in quanto queste ultime tendono ad avere una visione molto più rigida rispetto agli uomini degli atti che costituiscono infedeltà, soprattutto per tutto ciò che implica un contatto fisico (ad esempio baciare) o il manifestare interesse per un'altra persona, come può avvenire flirtando o scambiando messaggi a carattere sessuale; mentre le donne sono più indulgenti degli uomini sul fatto di sognare di fare l'amore con un'altra persona. Solo il 23% delle donne condanna i sogni erotici del partner, contro il 26% degli uomini.
 
 
La percezione della fedeltà del partner
2 italiani su 5 (il 40%) rispondono di no alla domanda: "Pensate che il vostro partner vi sia sempre stato fedele?".
Tale percentuale è destinata ad aumentare se si analizzano nel dettaglio il sesso e l'età degli intervistati. Sono infatti maggiormente le donne di più di 50 anni (55%) e le donne single (57%) a pensare che il loro partner attuale o passato gli sia stato infedele.
Inoltre, la percentuale cresce considerando le persone che hanno avuto più di 10 partner sessuali (55%) oppure coloro che si dichiarano insoddisfatti o poco soddisfatti della loro vita amorosa (57%) e sessuale (60%).

La possibilità di essere fedeli alla stessa persona
Nonostante i comportamenti extraconiugali siano sempre più diffusi, il 76% degli italiani pensa che si possa essere fedeli alla stessa persona per tutta la vita. Da ciò emerge che la coppia ricopre tuttora un ruolo fondamentale nella società italiana e che una larga fetta della popolazione è propensa a credere all'idea del "vissero per sempre felici e contenti".

Un confronto con gli altri Paesi europei
Rispetto agli altri Paesi europei, l'Italia presenta un tasso maggiore di infedeltà coniugale soprattutto femminile (pari al 34%). L'unica eccezione è rappresentata dalla Germania, dove infedeltà maschile e femminile circa si equivalgono (rispettivamente al 46 e al 43%). Più virtuose le donne in Francia (dove l'infedeltà femminile è al 32%), Regno Unito (29%), Belgio (29%) e Spagna (28%).
 
 
Quando si tratta di definire gli atti che costituiscono adulterio, gli abitanti dei vari Paesi europei non si trovano sempre d'accordo. Se una grande percentuale di italiani (83%) e francesi (84%) condanna la scappatella occasionale del partner, spagnoli, belgi, tedeschi e inglesi (maggiormente gli uomini) si mostrano invece più indulgenti. La Germania è la più tollerante, con i suoi abitanti che nel 25% dei casi non considerano il fatto di avere eccezionalmente un rapporto extraconiugale come un atto di infedeltà.

L'Italia è anche il Paese che condanna maggiormente l'atto di baciare un'altra persona, annoverato tra i comportamenti extraconiugali da parte del 75% degli intervistati. Anche in questo caso la Germania risulta il Paese più indulgente: il 55% non considera il bacio un atto di infedeltà.
Le donne francesi (63%) condannano soprattutto gli scambi di messaggi erotici, mentre i tedeschi (70%) non tollerano che il partner si metta a flirtare con un'altra persona.
 
 
Infine, sono soprattutto gli abitanti del Regno Unito a credere che sia possibile restare fedeli tutta la vita alla stessa persona (risposta "sì" per l'84% degli intervistati); mentre sono in larga parte gli spagnoli a pensare che si possa amare il partner pur essendogli infedele (il 76% degli uomini e il 56% delle donne).

*Inchiesta realizzata tramite questionario autoamministrato online dal 7 al 13 gennaio 2014 su un campione rappresentativo di 4800 persone maggiorenni residenti in Francia, Germania, Spagna, Italia, Belgio e Regno Unito. In ogni paese, il sondaggio è stato realizzato utilizzando un campione di 820 persone, la cui rappresentatività è stata assicurata dal metodo delle quote (sesso, età, professione della persona, regione, stato civile).
Quello che le donne vogliono... Gleeden lo sa!
Gleeden.com è il primo sito di incontri extraconiugali pensato dalle donne. Gleeden riunisce oggi oltre 1,9 milioni di iscritti. Dal team marketing e comunicazione a quello editoriale, passando per il team design, sono le donne a condurre le danze. Circondate inoltre da una cerchia di esperti, autori, sociologi, psicologi che contribuiscono ad una riflessione intorno al tema della libertà di coppia.
 
L'accesso e l'iscrizione al sito Gleeden.com sono completamente gratuiti per gli uomini e le donne.

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI