Cerca in Tutto Donna

lunedì 31 agosto 2015

Nasce ORIGINE, nuovo brand di borsa donna Cruelty Free




 

ORIGINE: LE BORSE ARTIGIANALI TOTALMENTE CRUELTY FREE

Origine rispecchia due importanti tendenze che accomunano le nuove micro e piccole imprese del settore fashion: l’agilità e la snellezza produttiva, con dislocazione delle attività su più territori o distretti manifatturieri e l’attenzione allo studio e alla ricerca su materiali, design e concept. Origine, in particolare, è un brand che con le sue borse racconta uno stile di vita: quello che prevede la totale assenza di prodotti di origine animale.

L’etica dei materiali
Nelle borse Origine, lana, seta o pelle tipiche della tradizione manifatturiera italiana hanno ceduto il passo a materiali come poliuretano, poliestere, poliammide, viscosa e cotone. L’approccio e la produzione cruelty free sono certificati dalla partecipazione di Origine al progetto LAV animal free fashion. Il mio impegno è quello di creare una linea di accessori che segua le tendenze della moda con eleganza e spirito innovativo – spiega Giulia Marotta – distinguendosi dai brand che per non usare la pelle fanno la borsa a sacca di canapa e rinunciano alla creazione di accessori tendenti al lusso. Il fatto di non utilizzare pellami non è necessariamente sinonimo di risparmio, ma significa sostituire la pelle con materiali e tessuti di qualità”.

Le borse
Alternative e al tempo stesso permeate della tradizione manifatturiera italiana, le borse origine che usciranno in autunno presentano diversi accostamenti di materiali e di design, rendendo ogni pezzo uno “spezzato” che unisce almeno due lavorazioni. Fanno eccezione la sottospalla grande e la pochette interamente in viscosa che propongono un’unica fantasia. Accanto a sottospalla e pochette, compaiono anche borse a mano, tracolle e shopping bags. 

Ritorno all’Origine: le ragioni di una scelta
L’approdo di Giulia Marotta alla moda e alla progettazione di accessori è in realtà un ritorno alle origini. Dopo aver frequentato l’Istituto Marangoni di Milano per coltivare una passione che aveva fin da bambina, cambia radicalmente percorso completando gli studi in radiologia. La radicata e forte passione per la moda l’ha fatta tornare sui suoi passi e dopo un corso di modellistica di borse alla ModaPelle Accademy ha deciso di realizzare Origine, grazie anche al supporto della famiglia e del compagno. “Molti cambiano vita e intraprendono l’attività imprenditoriale spinti da insuccessi o difficoltà a trovare impiego stabile – conclude Giulia - nel mio caso, nonostante uno stipendio sicuro e tanta fatica per arrivarci, non ho potuto evitare di assecondare una passione che scalciava e sgomitava dentro di me. Così ho deciso di mettere tutto in gioco per dedicarmi ad un’attività che mi rispecchi totalmente, scelte di vita comprese”.  

www.originemadeinitaly.it

Michele Miglionico a La Notte veste Senise e alla Notte Glamour di Galatone

L'ALTA MODA DI MICHELE MIGLIONICO A

"LA NOTTE VESTE SENISE" (PZ) E ALLA

"NOTTE GLAMOUR" A GALATONE (LE)


Moda, stile, colori, suoni, danza, artigianalità, sensualità, e glamour alla IV Edizione de "La Notte veste Senise" (PZ) e della "Notte Glamour" a Galatone (LE)

 

Un vero e proprio successo la IV  Edizione de  "La Notte veste Senise" svoltasi a Senise (PZ) nella splendida Piazza San Francesco,  e della "Notte Glamour" svoltasi a Galatone (LE) nel cuore del Salento in Piazza del SS. Crocifisso presentate  dall'attore Roberto Farnesi affiancato dalla showgirl Sofia Bruscoli, alla presenza dell'Ambasciatore Indonesiano in Italia S.E. August Parengkuan e della sig.ra Sonya sua consorte, dei rappresentanti istituzionali della Regione Basilicata e della Regione Puglia.


Le manifestazioni sono state ideate dall' agenzia Cool Events di Pasquale Guidi che quest'anno  ha voluto prestare particolare attenzione ad un fenomeno tristemente diffuso che è è quello della violenza sulle donne e per le edizioni  sono state dedicate all'Associazione Rinascita Meridionale Per le Donne Vittime di Violenza.


Ospiti d'eccezione gli stilisti Michele Miglionico, Raffaella e Gigliola Curiel con i gioielli di Marina Corazziari, Gianni Calignano, Giada Curti e il giovane stilista Erasmo Fiorentino.


In tale occasione lo stilista Michele Miglionico con le sue creazioni di alta moda ha tinto di eleganza il territorio lucano e pugliese creando una perfetta armonia tra forme architettoniche, colori e suoni.


La nuova collezione di Michele Miglionico è dedicata  alle Madonne venerate nella sua terra di origine, la Basilicata e portate in processione durante le feste popolari ad esse dedicate.

In questo territorio, luogo magico, pieno di bellezze e contraddizioni, ancora oggi si consacrano per devozione gli abiti più belli e preziosi alle statue di culto.


Con le sue  creazioni di Alta Moda Michele Miglionico interpreta il vasto patrimonio culturale, artistico e antropologico della sua terra.


Drappeggi classici, appiombi talari, broccati sontuosi e passamanerie preziose evidenziano una collezione di abiti  leggeri dedicata ad una "Madonna" contemporanea. I colori della collezione sono densi e misteriosi: verde origano, rosa pallido, beige perlato, oro in tutte le sue sfumature  disposti in combinazioni cromatiche  che sorprendono lo sguardo e lo catturano.


Presenti, inoltre, i salentini Tommaso Filieri con le sue creazioni di arte floreale applicata alla  moda  attraverso la ricerca di elementi naturali e la sperimentazione di vecchie tecniche artigianali quali l'intreccio della corda e della paglia e lo stilista  Antonio Extempore che ha realizzato dal vivo il suo "Instant Fashion".

Ospiti, direttamente da Zelig e Colorado, Beppe Braida, Giampiero Peroni e Dedio che si sono alternati agli artisti internazionali del "Circo Bianco".


La scenografia è stata affidata a Mario Carlo Garrambone e la coreografia a Matteo Giua. Make up e Hair styling a Senise sono stati curati della Scuola Europea Accademia di Policoro e Matera, creata e gestita da Mirella D'Alessandro, mentre a Galatone sono stati affidati a IO Donna di Trianni Annarella e Corvo Veronica e a Denise Coiffeuse e Paola Esthétique.


Una Senise e una Galatone diverse, piene di fascino e intrise di evocazioni e bellezza. Uno chic romantico e lieve un modo elegante ed efficace  per diffondere la cultura e la valorizzazione del territorio lucano e pugliese, oltre alla promozione turistica e del Made in Italy.


Iconoclass con i suoi gioielli tridimensionali per la prima volta alla Glamroom di Vicenza Oro dal 5 al 9 settembre


                             
ICONOCLASS  vi invita a visionare la collezione 
Vicenza Oro dal 5 al 9 settembre
Glamroom Pad 1 Stand 329

ICONOCLASS, LIFE IS "LIFE"...
Arte, cultura, creatività e design "Fatto in Italia" si fondono, tra  classico e tendenza, alla perfezione nel gioiello tridimensionale  "handmade" firmato Iconoclass.
Stile, carattere e personalità sono il prezioso dna della griffe, ideata con l'affascinante obiettivo di ridisegnare espressioni   senza tempo nell'accessorio di lusso.
Eccezionalmente tagliati al laser, con minuziosi sincronismi che si  muovono, fotografano tra estro e fantasia un mondo incantevole di  sogno e realtà.
Un easy chic naturale, intriso di tradizione e innovazione, capace di  evocare "momenti di vita" in uno scenario dorato di emozioni e  sentimenti...
La collezione "Life" è un cocktail di immensa fantasia e incredibile  lavorazione, risultato del connubio tra tecnologie di produzione più  moderne e la tradizionale arte orafa italiana.
Cinque i soggetti:
la gabbietta che lascia libero l'uccellino di esprimersi in libertà
il cucù con l'uccellino che segna le ore a simboleggiare il tempo che scorre
il teatrino con l'Arlecchino danzante che rimanda all'arte
la mongolfiera con la fiamma sfavillante per chi ha sempre voglia di  scoprire e di viaggiare anche con la fantasia
la giostra coi cavallini al trotto perché la vita è un gioco senza  fine.

"Life" aggiunge un upgrade di estro arricchendosi di dettagli  smaltati con tre meravigliosi soggetti "limited edition": la giostra Play con smalti (in versione rossa e viola) che comprende l'unico anello  della collezione; la farfalla nel gazebo, "Armonia" di colori,  bellezza e natura; il cavaluccio marino, simbolo di "Fedeltà".
Gli smalti della speciale triade vengono applicati con metodo   classico e a cattedrale, per ottenere  effetti di  trasparenza. 
La collezione è in argento 925/1000 e comprende due dimensioni di  pendenti e una di orecchini.
Ogni articolo si declina in tre versioni colore: argento rodiato, argento dorato oro giallo e argento dorato rosa con finitura lucida.
Iconoclass, la "vita" è quell'insolito gioiello... di femminilità.

Iconoclass, una giovane azienda di design del gioiello
Nasce nel 2013, con sede amministrativa a Nuoro, nel cuore della Sardegna, ufficio stile e produzione a Vicenza.
Artigianalità e tecnologia vengono sapientemente elaborate da mani esperte secondo l'antica arte orafa italiana.
Il  marchio   coniuga  le parole "icona e classe", che esprimono l'anima dei gioielli ideati dal direttore creativo Alfonso Montalto, rivoluzionando il design con oggetti che vogliono emozionare ed essere sempre sorprendenti, qualcosa di facilmente identificabile, riconoscibile, inimitabile: assolutamente di classe.
Ogni collezione nasce da un'ispirazione legata alla vita e alle suggestioni che essa regala.
Ogni gioiello Iconoclass sarà sempre espressione di una storia, di un significato, di un'emozione.
Non solo design, non solo tradizione,  non solo arte:  semplicemente Iconoclass.

domenica 30 agosto 2015

Mastoplastica additiva a Varese, per saperne di più

Vuoi rivolgerti ad un medico competente, per chiedere delucidazioni e consigli circa un intervento di mastoplastica additiva a Varese o dintorni? Oggi puoi farlo comodamente consultando il Dott. Marco Castelli, medico chirurgo specializzato in chirurgia ricostruttiva ed estetica, presente sul territorio con 4 studi medici, due in Lombardia, a Varese e Appiano Gentile, e due in Svizzera, nelle località di Lugano e Bellinzona.
Ma cos’è esattamente la mastoplastica additiva?
Si tratta di un intervento di chirurgia estetica del seno che mira ad aumentarne il volume usando protesi mammarie in silicone certificate e di elevata qualità, in grado di offrire risultati naturali, forme armoniche e una maggiore  femminilità. Questo tipo di intervento viene normalmente effettuato su pazienti giovani, di età compresa tra i 25 e i 35 anni, che hanno un seno molto piccolo tanto da causare disagio psicologico, oppure su donne più mature con un seno svuotato a causa del progressivo e naturale processo di invecchiamento, per via delle gravidanze e degli allattamenti, di dimagrimenti repentini e importanti. In questi casi può essere consigliabile anche abbinare una mastopessi, per sollevare e riposizionare il seno.
Sebbene si tratti di un intervento importante, il lifting al seno non presenta particolari complessità, i risultati che si ottengono dalla mastoplastica additiva sono duraturi nel tempo e le cicatrici, che rappresentano spesso motivi di dubbi o perplessità sull’argomento, rimangono opportunamente nascoste. La forma delle protesi mammarie, che possono essere rotonde o anatomiche a goccia, e il volume sono decisi dalla paziente in accordo con il chirurgo durante la prima visita valutativa, durante la quale si prendono in considerazione le caratteristiche fisiche della paziente e il risultato cui aspira.
Oggi l’intervento di mastoplastica additiva gode anche delle scoperte tecnologiche avvenute nel corso degli anni, che hanno contribuito a migliorare progressivamente la qualità delle operazioni e dei risultati, riducendo anche il rischio di rotture e di contratture capsulari.
La mastoplastica additiva è effettuata con anestesia generale o locale, con sedazione profonda, e ha una durata di due ore circa. E i risultati sono subito evidenti grazie ad un seno più pieno, voluminoso e turgido, rimodellato in modo naturale, anche se l'effetto definitivo si apprezza dopo qualche mese dall'operazione.

venerdì 28 agosto 2015

UN NUOVO MIX CON BULGUR E QUINOA E TRE DIVERSI TIPI DI INSALATA PER UN BREAK ALL’INSEGNA DEL BENESSERE

L'esperienza di due eccellenze italiane, PEDON e ORTOROMI, nasce un nuovo prodotto per chi ama gusto e leggerezza.




Molvena (VI), 28 agosto 2015 La linea Pausa Pranzo In Forma di OrtoRomi, lo specialista del mondo ortofrutta e IV gamma, si arricchisce di un nuovissimo mix con bulgur e quinoa a marchio Pedon, azienda alimentare esperta di cereali, legumi e semi. Un mix di insalate, indivia riccia, rucola e radicchio rosso abbinate a bulgur e quinoa, il tutto insaporito dalle olive kalamata.

Dalla collaborazione di due eccellenze italiane, un piatto unico, sano e leggero, pronto da gustare, già disponibile nei supermercati, completo di kit per il dressing, con olio extra vergine di oliva e aceto balsamico di Modena IGP, forchettina e salviettina.

Il bulgur e la quinoa conferiscono un eccezionale apporto nutrizionale, il bulgur è un alimento a base di frumento e grano duro, fonte di proteine, fibre, vitamine del gruppo B, fosforo e potassio, mentre la quinoa, dalle zone andine dell'America Latina, è ricca di carboidrati, proteine e altri microelementi come manganese, potassio, fosforo, ferro, zinco, vitamine A ed E.

Un'inedita ricetta, ideale per un break all'insegna del benessere, a casa o in ufficio, senza rinunciare alla genuinità e in perfetta coerenza con i nuovi stili alimentari.


Pausa Pranzo InForma con Bulgur e Quinoa Pedon
Ingredienti: Indivia Riccia, Rucola, Radicchio Rosso, Bulgur e Quinoa e olive kalamata.
Condimento: sale, olio extravergine di oliva, aceto balsamico di Modena IGP
Peso: 140 gr
Prezzo lancio: 2,99 Euro





About Pedon

Fondata nel 1984 dai tre fratelli Pedon, come azienda distributiva all'ingrosso di prodotti alimentari, Pedon è oggi presente capillarmente in tutti i moderni canali distributivi, sia con prodotti a proprio marchio, sia come private label per la GDO con oltre 100 linee a marchio privato e 3.000 referenze. Le aree di business dell'azienda, oltre a quella predominante dei cereali e legumi secchi, si diversificano nei preparati per dolci, funghi secchi, alimenti biologici e senza glutine. Punto distintivo e di forza del Gruppo Pedon è la rete globale di approvvigionamento, presente in 15 Paesi nei 5 continenti, che tramite la divisione Acos riesce a garantire nel tempo elevati livelli qualitativi ed il controllo totale delle filiere di approvvigionamento.

Il Gruppo Pedon oggi è il punto di riferimento a livello mondiale per la lavorazione, il confezionamento e la distribuzione di cereali e legumi secchi. Un'impresa di successo che vanta un fatturato di 90 milioni di euro in 25 Paesi (40% export) e impiega 600 persone con propri stabilimenti in Italia, Egitto, Etiopia, Argentina e Cina.

giovedì 27 agosto 2015

Duccio Venturi Bottier….è solo un paio di scarpe?

DUCCIO VENTURI BOTTIER

….è solo un paio di scarpe?

Zenith presenta 24 ORE di ELEGANZA - CONCOURS D'ELEGANCE & SALON OF EXCELLENCE
A BELGRADO, powered by Chivas- Palazzo Reale di Belgrade, 11-13 settembre.


La quinta edizione della manifestazione glamour  "Zenith 24 ore di Elegance – Concours d'Elegance & Salon of Excellence powered by Chivas" , evento esclusivo fondato da Alex Djordjevic in collaborazione con Cristina Egger, della DeGorsi Excellence advisory, si terrà il prossimo 11/13 settembre a Belgrado  presso il Royal White Palace  il Palazzo Reale con il patrocinio di Sua Altezza Reale il Principe Ereditario Alessandro e la moglie principessa  Katherine,  supportato dal Grand Casinò di Belgrado.
Dopo 4 edizioni, dato l'enorme successo della manifestazione, questa quinta edizione, da 24 ore, passerà alla durata di 3 giorni, nei quali si evidenzierà il talento di Cristina Egger e Alex Djordjevic, cool hunter "scopritori di talenti", aziende nuove oppure già affermate, un Team sempre alla ricerca in tutto il mondo di brand unici, artigianato di alto target, prodotti di nicchia, e,  celebrando l'alta qualità,  si riuniscono il famosissimo marchio dei orologi ZENITH  con il  150 anniversario del loro movimento ed El Primero con MARTELL cognac, che celebra  300 anni della storia.
La manifestazione è dedicata ad una selezionata raccolta dei migliori brand riconosciuti a livello mondiale per la loro qualità, artigianato, oltre ad una esposizione di auto d'epoca: incontriamo l'uomo che ha fatto di una nobile arte artigiana un'opera senza eguali, Duccio Venturi Bottier, il designer che realizza capolavori da indossare.
DUCCIO VENTURI BOTTIER, un brand che vuol dire ricerca, artigianalità, eccellenza….è nella creatività in cui  Duccio Venturi ha sempre creduto e cercato, nato da una famiglia di imprenditore della calzatura e poi un percorso di intense collaborazioni con le più note maison di moda ed haute couture italiane e non come Cadette, Franco Moschino, Thierry Mugler e Sergio Rossi,  e poi i primi passi con un proprio  brand, Duccio Venturi Bottier, affiancato in unione sinergica dalla figlia Aliai, in quanto Venturi ha perfettamente compreso che, anche se l'abito può essere low cost o meno appariscente, sono proprio le scarpe che rimangono il vero accessorio fashion, la donna che si riappropria della propria femminilità, "ritorna sui tacchi" e torna ad essere l'oggetto del desiderio che fino dal Medio Evo è sempre stata.

Le scarpe di Duccio Venturi fatte da artigiani italiani, "maestri" nella costruzione delle scarpe, tacchi, tomaie, pellame, tutto di altissima qualità per una donna che segue l'evoluzione della moda,  in una continua ricerca del nuovo e del bello, sottolineando dettagli che fanno subito moda e rendono il marchio icona per ogni fashion victim: una passerella di scarpe dai colori inaspettatamente vibranti e bon ton, la bellezza e la femminilità esasperata per immaginare un romanzo d'amore che sottolinea la seduzione con pennellate di verde elettrico, il rosso fuoco, il rosa caramella, l'arancio, passi sottintesi e seducenti, con gli accenti  ammiccanti di una moda che è, ormai, diventata un must "Duccio Venturi Bottier" !!!!

Incontriamo Duccio Venturi e la sua bella figlia Aliai durante l'allestimento del suo stand all'evento "24 Ore dell'Eleganza", a Belgrado, che lo vede mattatore incontrastato della scarpa, una variopinta e affascinante girandola di colore, di raso e velluto, di luccicare di Swarovsky, di tacchi vertiginosi ma anche di minimali suole flat.

Duccio, da Pitti a New York, da Parigi a Belgrado, perchè??
Vedi, sono reduce dalle sfilate di Parigi, dove tutto è meraviglia, glamour, alta sartoria, noi stilisti si va anche per imparare, oltre che esporre e vendere. Ma ho voluto accogliere l'invito di Cristina Egger perché mi attirava Belgrado e la Serbia, un paese che esce dalla guerra, una immagine di dolore e morte, ma che intravede la speranza, proprio dal fashion, come se la volontà di ricominciare nascesse da quello che – apparentemente – sembra un contesto di cose frivole della vita ed invece la moda, gli accessori, tutto quello che ruota intorno alla moda, è un veicolo di lavoro, di creatività, di artigianalità e sono felice perché a Belgrado, insieme ad altri brand, noi rappresentiamo l'Italia.

Duccio Venturi Bottier, il tuo stile?
Il mio è un omaggio alla donna, la sua bellezza, la sua unicità, io trasformo le sue emozioni in cuoio, pelle preziosa, tomaio, suola, lacci, bijoux.

Creativi si nasce o si diventa?
Io ho mosso i primi passi nella calzatura, nell'azienda di famiglia, realizzando pezzi su misura e interamente a mano. Oggi mi è rimasta la vocazione artigiana, io mi sento principalmente un "artigiano" prestato all'imprenditoria, la mia nascita professionale è rimasta legata al know-how creativo, seguito da anni di ricerca e viaggi per conoscere, imparare, esplorare, e successivamente sperimentazioni prima di arrivare alla mia prima collezione con il mio brand.
Oggi le mie creazioni si riconoscono, ed è quello dove volevo arrivare, il brand che si fa notare e riconoscere: è quando ho capito di avere costruito così quell'indiscutibile patrimonio d' identità  del mio marchio, un dna ormai riconoscibile.

Che cosa è la creatività per te
Un messaggio: quello che voglio dare è un messaggio, di come "interpreto" l'accessorio più importante nella vestibilità della donna: scarpe non banali, messaggi fashion che si modificano continuamente seguendo le evoluzioni dettate dalla moda, accessori costruiti attraverso studio, ricerca e attenzione maniacale di ogni dettaglio.

Duccio e Aliai
Il  nostro è un fil rouge che mi lega ad Aliai, che segna le tappe più importanti della nostra storia ed è collegato indissolubilmente alle strategie di comunicazione, agli shooting, alle immagini e agli eventi nazionali e internazionali che si svolgono nel mondo, dalle fashion week ai trunk show, dove il designer è pienamente partecipe. Mia figlia è importante, perché è un secondo Duccio che vede, osserva, critica con occhi importantissimi, quelli di una donna, giovane e pienamente consapevole dell'importanza dell'accessorio nella moda. Lei raccoglie gli umori della moda e dell'innovazione, al passo con i tempi.
La scarpa, arte ed estro
Ricordati, come dice Emilie Dickinson, un artista è anche folle: infatti un creativo è un artista e le collezioni ricche di dettagli sono follia, sono la femminilità e il dinamismo di "una femmina folle": l'ideale creativo per un designer come me è   dare spazio alla fantasia e   all'abilità artigiana e quindi adattare questa abilità artigiana, il  "fare a mano", creare il modello di cartone, calibrare ogni forma, studiando la fisica e l'ergonomia, abbinando materiali  e inventando nuovi giochi di tagli, lacci, nastri, tomaie, lo studio e la ricerca del pellame, anche i più preziosi, la sua duttilità, morbidezza….un mondo nel quale non si finisce mai di imparare.
Infatti, oggi creare moda, è da folli, ma …..che avventura affascinante ci aspetta!!!!!




Press: Cristina Vannuzzi

www.24hoursofelegance.com

mercoledì 26 agosto 2015

vente-privee: dal 14 settembre una capsule collection dedicata a Zumba per rimettersi in forma dopo le vacanze estive

Settembre: per gli italiani è il mese dei nuovi propositi

Al rientro dalle vacanze estive il 60% degli italiani desidera rimettersi in forma o mantenere il benessere raggiunto durante le ferie.
Zumba e vente-privee insieme per un'operazione speciale "Back to Zumba Fitness"

Dal 14 settembre su vente-privee sarà online una vetrina dedicata a Zumba: top, maglie, felpe, pantaloni e calzature
per realizzare un perfetto outfit a prezzi speciali da declinare a seconda dello stile

Milano, agosto 2015

L'anno nuovo inizia ufficialmente a gennaio, ma il vero capodanno in realtà è a settembre: rigenerati dalle vacanze appena concluse, il modo migliore per tornare al lavoro è quello di ricominciare con i buoni propositi.

Palestra, dieta, mangiare sano: gli italiani partono da qui per un back to office grintoso.
Secondo un'indagine di Survey Lab, laboratorio di analisi europeo di vente-privee, pioniere e leader delle vendite-evento online, settembre è il mese dei buoni propositi: il 60% degli italiani torna dalle vacanze con in mente l'obiettivo o comunque il desiderio di una vita più sana e in forma, in particolare trovando più tempo per lo sport (64%), mangiando meglio (14%) e perdendo peso (22%).

Durante l'estate il 52% degli italiani si concede qualche libertà enogastronomica in più, rientrando in città con 2-3 kg di troppo*: settembre registra in assoluto il boom di iscritti in palestra, mentre le agende dei nutrizionisti sono overbooked. Il desiderio di rimettersi in forma, oltre che prolungare l'abbronzatura, fa scattare il ritorno all'attività fisica.

Anche l'online segue la tendenza del "back to", oltre al "back to school", settembre segna anche il "back to gym" e così si concentrano le operazioni dedicate all'universo dello sport. In particolare, vente-privee ha in programma per settembre numerose operazioni legate a questo settore, a partire da una speciale vendita di abbigliamento, calzature e accessori Zumba, la disciplina fondata dal guru del fitness Beto Perez, diffusa in oltre 180 Paesi e che attira ogni settimana oltre 15 milioni di addicted. E i più affezionati alla disciplina spesso continuano gli allenamenti anche a casa con il supporto di cd e dvd, acquistati in pratici box che possono comprendere anche step, pesetti o elastici.

Beto Perez, fondatore di Zumba afferma "Durante le nostre lezioni si possono arrivare a bruciare più di 1000 calorie ma senza nemmeno rendersene conto perché presi dall'euforia del ballo e del movimento. Si tratta di ''esercizi travestiti'', per questo motivo abbiamo così successo in ogni parte del mondo: attiriamo sia gli amanti del fitness, sia chi non è mai entrato in una palestra. Se si passa davanti a una lezione di Zumba non si ha nemmeno l'impressione di vedere della fatica perché prevale lo stato di benessere, chi fa Zumba sorride e si diverte. È per questo motivo che sono stati anche provati dei notevoli benefici di questa disciplina nella lotta alla depressione" conclude Beto Perez.

Zumba richiama infatti sempre più appassionati: all'ultimo Rimini Wellness, la più grande fiera nazionale rivolta al fitness, più di un milione di persone hanno visitato il padiglione dedicato a questo sport, in assoluto l'area più frequentata di tutta la manifestazione.

E a partire dal 14 settembre su vente-privee, sarà online una vetrina dedicata a questa disciplina che coinvolge milioni di appassionati nel mondo: top, maglie, felpe, pantaloni e calzature per realizzare un perfetto outfit Zumba, da declinare a seconda dello stile e a prezzi speciali vente-privee. 

*analisi Coldiretti

Sole e cosmetici. Dopo il sole le creme antirughe sono efficaci?

Roma, 26 Agosto 2015. Dopo l'abbuffata di sole estivo, la pelle reclama il restauro. E allora di corsa in profumeria o in farmacia ad acquistare le creme antirughe. Ma sono efficaci? Non bisogna aspettare i miracoli dalle creme perche' il loro effetto e' piuttosto limitato. Le creme sono formate essenzialmente da grassi ed acqua, piu' vitamine, acidi di frutta, estratti di alghe, di piante, ecc. L'efficacia relativa e' dovuta all'effetto esfoliante degli acidi di frutta e della vitamina A, che attenua le rughe non le elimina. Occorrerebbe la prevenzione, visto che il sole e' il responsabile principale dell'invecchiamento della pelle; a questo proposito basterebbe osservare le pelle del viso e quella i glutei di una persona anziana: tanto e' rugosa la pelle della faccia quanto liscia quella del posteriore. Il motivo e' semplice: il viso e' perennemente esposto al sole (oltre che al freddo, al vento e all'acqua), le natiche sono protette. Quindi meno sole, meno rughe. In questo senso si stanno diffondendo creme da usare tutto l'anno che contengono piccole quantita' di filtri solari, che hanno l'effetto di limitare i danni provocati dal sole, tra i quali appunto la formazione delle rughe. Insomma una prolungata esposizione solare estiva, soprattutto senza filtri, lascia i segni che difficilmente potranno essere cancellati.

Primo Mastrantoni, segretario dell'Aduc

lunedì 24 agosto 2015

L'estate degli addii: è boom di separazioni


L'ESTATE 2015 VERRÁ RICORDATA COME QUELLA A PIÚ ALTO TASSO DI SEPARAZIONI. IL DIVORZIO? DOVREBBE ESSERE UN'ALTERNATIVA
 
Secondo l'avvocato Sergio Scicchitano in Italia si dovrebbe introdurre il divorzio come alternativa alla separazione come accade in molti altri Paesi, e non il divorzio dopo 6 mesi dalla separazione.

Sarà colpa del caldo eccessivo? Chissà. Ma qualunque sia la ragione, ciò che appare ormai certo è che la torrida estate 2015 verrà ricordata come quella degli amori al capolinea. A mettere in evidenza questa tendenza è il professor Sergio Scicchitano, avvocato noto per aver difeso molti personaggi famosi nell'ambito della magistratura, della politica, dell'industria e dello spettacolo, che -considerando anche le nuove norme sul divorzio breve con le quali dirsi addio è diventato oggi molto più facile- per settembre e ottobre prevede un ulteriore aumento delle domande di separazione.

Le nuove norme approvate dal parlamento lo scorso aprile finora hanno avuto un riscontro timido, ma a settembre e ottobre ci sarà un crescendo di persone che ricorreranno al divorzio breve con il quale passa da 3 anni a 12 mesi la durata minima del periodo di separazione per potere procedere con la domanda di divorzio e a 6 mesi per quanto riguarda le separazioni consensuali. «Una vera rivoluzione per il nostro Paese dove per divorziare bisognava attendere anche più di 7 anni» commenta l'avvocato Sergio Scicchitano.

Il divorzio breve consentirà di evitare il climax di tensione tra i coniugi in attesa di sentenza. Ma secondo il titolare dello Studio Legale Scicchitano (www.studioscicchitano.it) sarebbe stato meglio introdurre il divorzio come alternativa alla separazione come accade in molti altri Paesi dove è già possibile il divorzio diretto e non il divorzio dopo 6 mesi dalla separazione come accade ora in Italia. Anche perché ci sono molte coppie il cui matrimonio è durato pochissimo, non hanno figli e vorrebbero divorziare senza prima doversi separare.

«Il divorzio breve dovrebbe essere considerato un primo passo verso una riforma più completa che renda la separazione facoltativa, e non obbligatoria, per arrivare al divorzio» sostiene l'avvocato Sergio Scicchitano, che a livello personale si dichiara più favorevole al matrimonio lungo che al divorzio breve. «Oggi però -aggiunge l'avvocato- manca la cultura della responsabilità, si è troppo individualisti e non si è più abituati a mantenere un impegno e a portare avanti un progetto di vita in comune. E sempre più spesso le coppie arrivano al matrimonio senza rifletterci troppo. Per loro credo che il divorzio breve sia una possibilità favorevole».

Ma quale è il profilo tipo di chi ricorre alla nuova normativa? «L'età media è di 44 anni per gli uomini e di 41 anni per le donne, nella maggior parte dei casi con pochi anni di matrimonio alle spalle. E finora il 20% delle richieste di divorzio breve presentate dall'entrata in vigore della nuova legge arriva da coppie over 60» osservano gli esperti dello Studio Legale Scicchitano (www.studioscicchitano.it). Ma, salvo il dato sull'età, il profilo socioeconomico di chi sta usufruendo della nuova legge è estremamente vario.

Un'altra curiosità messa in rilievo dallo Studio Legale Scicchitano è che la separazione è richiesta nel 60% dei casi dalle donne, mentre la richiesta di divorzio parte nel 60% dei casi dagli uomini. Una volta decisa la strada della separazione il 98% delle coppie non torna indietro.

Ecco l'identikit della coppia che scoppia

44 ANNI LUI E 41 LEI, ENTRAMBI CON POCHI ANNI DI MATRIMONIO ALLE SPALLE: ECCO L'IDENTIKIT DELLA COPPIA CHE SCOPPIA, SECONDO LO STUDIO LEGALE SCICCHITANO

A chiedere la separazione nella maggior parte dei casi sono le donne (60%), mentre la richiesta di divorzio parte prevalentemente dagli uomini. Secondo l'avvocato Sergio Scicchitano in Italia si dovrebbe introdurre il divorzio come alternativa alla separazione.

A partire da settembre sarà boom per il divorzio breve. A metterlo in evidenza è lo Studio Legale Scicchitano (www.studioscicchitano.it) che ha tracciato un identikit della coppia che scoppia: l'età media è di 44 anni per gli uomini e di 41 per le donne, nella maggior parte dei casi con pochi anni di matrimonio alle spalle. La separazione è richiesta nel 60% dei casi dalle donne, mentre la richiesta di divorzio parte nel 60% dei casi dagli uomini.

«Il divorzio breve è una vera rivoluzione per il nostro Paese dove per divorziare bisognava attendere anche più di 7 anni» commenta l'avvocato Sergio Scicchitano. Ma secondo il titolare dello Studio Legale Scicchitano sarebbe stato meglio introdurre il divorzio come alternativa alla separazione.

Il 20% delle richieste di divorzio breve presentate finora è arrivato da coppie over 60, ma da settembre si prevede un aumento delle domande di separazione in tutte le fasce d'età. L'estate 2015 verrà infatti ricordata come quella degli amori al capolinea.

mercoledì 19 agosto 2015

Michele Miglionico a "La Notte veste Senise" e alla "Notte Glamour" Galatone


MICHELE MIGLIONICO A "LA NOTTE VESTE SENISE"
E ALLA "NOTTE GLAMOUR" GALATONE.

La IV edizione "La Notte veste Senise" che si svolge a  Senise (PZ) e di "Notte Glamour" a Galatone (LE) vedono lo stilista Michele Miglionico presentare le sue creazioni di Alta Moda.  

Mercoledì 26 agosto 2015 alle ore 20.30, a Senise (PZ) nella splendida location di Piazza San Francesco, tra la scalinata  che conduce all'omonimo Complesso Monumentale datato XIII secolo, recentemente ristrutturato, e la bellissima chiesa di Santa Maria degli Angeli,  custode di un raffinato  polittico rinascimentale  di  Simone da Firenze (1523) si svolge la IV edizione "La Notte veste Senise" e venerdì 28 agosto 2015 alle ore 21.00 a Galatone (LE), nel cuore del Salento, con la suggestiva cornice barocca della Piazza del SS. Crocifisso si svolge "Notte Glamour", in tali occasioni lo stilista Michele Miglionico presenta la sua collezione di all'Alta Moda autunno-inverno 2015/16.
Durante le manifestazioni organizzate da Cool Events di Pasquale Guidi si alterneranno sul palcoscenico altri nomi internazionali dell'Alta Moda: Curiel Couture, Gianni Calignano, Giada Curti ed Erasmo Fiorentino.
In queste occasioni lo stilista Michele Miglionico presenta la sua ultima collezione "Madonne Lucane" che guarda alla tradizione raccontando il patrimonio artistico-culturale della sua terra di origine la Basilicata esaltando gli elementi del costume lucano, dell'artigianalità, della sacralità costruendo una connessione con il contemporaneo  ispirandosi alle Madonne venerate in questa terra e portate in processione, alle figure femminili e alla sua cultura popolare.
Molti i riferimenti ai costumi popolani del settecento come ad esempio le gonne sovrapposte che danno volume ai fianchi, i ricami e merletti fatti a mano utilizzati sui corpetti (un altro elemento costante del costume tradizionale femminile lucano per valorizzare il seno) il mantello che segue l'influenza greca  ed il velo come accessorio indispensabile durante le funzioni religiose.
I colori della collezione sono densi e misteriosi: verde origano, rosa pallido, beige perlato, oro in tutte le sue sfumature, il nero crea ritmo mentre il rosso scarlatto traccia un segno carnale.
I tessuti: organze doppiate con pizzi valencienne, taffettas di seta, gazar Abram, merletti ricoperti di tulle point d'esprit, broccati di seta lavorati sbiechi.
Ancora una volta, passione, professionalità, talento e lungimiranza rendono vincente la formula di Pasquale Guidi con un evento che mira alla valorizzazione del territorio ospitando le grandi firme che hanno reso famoso il  made in Italy nel mondo. La manifestazione promuove così il territorio lucano e pugliese rendendoli  sempre più famosi  anche al di  fuori dei confini nazionali, per la varietà delle sue ricchezze: da quelle artistiche a quelle artigianali  e a quelle agricole.
Le due serate verranno seguite da importanti riviste specializzate  nazionali ed estere  oltre agli  organi di stampa e TV locali e nazionali.
Saranno presenti rappresentanti della Regione Basilicata e della Regione Puglia, oltre a quelli  del corpo diplomatico.
La presenza di autorità internazionali dimostra l'importanza degli eventi finalizzati  a comunicare e diffondere, al pari della moda, anche la cultura, la valorizzazione e la promozione turistica di questi meravigliosi territori.
Conduttore delle magiche serate, l'attore Roberto Farnesi affiancato dalla showgirl Sofia Bruscoli, mentre la giornalista di TeleNorba Francesca Rodolfo intervisterà i personaggi intervenuti.
Ospiti delle suggestive manifestazioni direttamente da Zelig e Colorado Beppe Braida, Giampiero Peroni e Dedio che si alterneranno  agli artisti internazionali del "Circo Bianco"
Antonio Extempore, ormai affermato stilista talentino,  con il suo "Instant Fashion" realizzerà dal vivo, con il solo ausilio di stoffe e spilli, abiti unici direttamente in palcoscenico con le top model le quali indosseranno gli originali outfit .
La scenografia è affidata a Mario Carlo Garrambone e la coreografia a Matteo Giua, Make up e Hair styling a Senise è a cura della Scuola Europea Accademia di Policoro e Matera, creata e gestita da Mirella D'Alessandro, mentre a Galatone è a cura di Tonio&Gina Parrucchieri e IO Donna di Trianni Annarella e Corvo Veronica.
Particolare attenzione sarà data  allo scopo sociale dei due eventi: la campagna di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne che vede il coinvolgimento dell' "Associazione Rinascita Meridionale Per le Donne Vittime di Violenza."

martedì 18 agosto 2015

DonnaD.it lancia la fotogallery Di che segno sei? Scopri dove andare in vacanza!


Il magazine femminile svela le mete per l’estate 2015 adatte a ciascun segno zodiacale

Estate è tempo di vacanze, ma qual è la meta più adatta a ciascun segno zodiacale?
A rivelarlo è la fotogallery interattiva Di che segno sei? Scopri dove andare in vacanza realizzata da DonnaD, il magazine dedicato all’universo femminile che passa in rassegna tutti i segni zodiacali indicando per ciascuno, non solo il luogo ideale in cui trascorrere le vacanze, ma anche il tipo di alloggio e di mezzo di trasporto preferibile, oltre che il compagno di viaggio compatibile secondo lo zodiaco.

Dall’Ariete ai Pesci passando per la Vergine, se si scorre la fotogallery di DonnaD, è possibile scoprire i pro e i contro del carattere di ciascun segno e sulla base di queste caratteristiche quali sono i bisogni e le necessità che durante questa estate 2015 sarà necessario soddisfare durante le vacanze.

Per un Gemelli che si contraddistingue per un temperamento versatile ma anche orientato alla tensione, ad esempio la meta più indicata è la Turchia dove poter assaporare ogni giorno qualcosa di diverso. L’Ariete, invece, avventuroso ed energico ma anche impulsivo e impaziente, ha bisogno di un’esperienza che ne stimoli il coraggio e il movimento. A tal proposito, l’oroscopo proposto da DonnaD suggerisce una vacanza a Rio de Janeiro possibilmente con un compagno di viaggio del segno del Toro che saprà comprenderne l’impulsività e il decisionismo.
Dove deve andare durante questa estate 2015 il Sagittario? Indipendente ed onesto, ma anche restìo e testardo, per lui può essere indicato un viaggio in bicicletta in Provenza. La tipologia di alloggio da preferire è il couchsurfing e il compagno di viaggio ideale è l’Ariete.

“E’ importante scegliere la meta giusta per le proprie vacanze estive per far sì che corpo e mente siano in equilibrio con il luogo circostante. Scegliere il posto, la tipologia di alloggio, il mezzo di trasporto e il compagno ideale rispetto alla propria personalità può di certo aiutare a rilassarsi al meglio. Lo zodiaco ci viene in aiuto in questo perché ci sa dire quali sono le nostre propensioni e le compatibilità con gli altri segni. Per questo abbiamo pensato di fornire alle nostre lettrici questo contenuto in vista delle partenze estive” spiega la redazione di DonnaD.

La fotogallery realizzata da DonnaD è condivisibile sia sui social network che sui blog copiando e incollando l’apposito codice di condivisione.

giovedì 13 agosto 2015

Sondaggio: La probabilità che un infedele si innamori è molto più alta in estate ma allo stesso tempo, è poco probabile che decida di lasciare il partner



 
  • Più del 75% degli infedeli afferma di essere "a rischio" innamoramento specialmente in estate
  • Telefonate e chat adultere sono i mezzi di comunicazione più utilizzati e pare aumentino il livello di coinvolgimento emotivo.
  • 6 infedeli su 10 si sono ritrovati a provare qualcosa in più per l'amante
  • Solo il 17% sarebbe disposto a lasciare il partner, anziché l'amante, nel caso in cui i sentimenti prendessero il sopravvento.
 
13 agosto 2015 // Da sempre il sesso e l'estate vanno a braccetto e, secondo i risultati di un nuovo sondaggio, gli infedeli spesso rischiano di perdere il controllo, e la testa, per l'amante proprio durante l'estate.
 
Il sondaggio condotto da Victoria Milan, un sito di incontri per persone sposate in cerca di scappatelle, ha intervistato 5.289 utenti di entrambi i sessi chiedendo loro quale sia la probabilità che un infedele si innamori del proprio amante. Nello specifico, sono state prese in considerazione anche le conseguenze di questo innamoramento adultero.
 
Più del 75% degli intervistati crede di essere più vulnerabile d'estate e rischierebbe di innamorarsi dell'amante proprio durante questa stagione. La ragione principale, citata dal 25% degli intervistati, è il fatto che in estate diventa più difficile vedersi e come sempre, si vuole ciò che non si può avere. Le lunghe telefonate e chat adultere sono più intense e accattivanti creando così un legame emotivo più profondo.
 
Altre ragioni per cui una scappatelle potrebbe trasformarsi in qualcosa di più serio sono: la comune tendenza a volere un amore estivo (23%), in estate si litiga molto di più col proprio partner (19%), d'estate gli ormoni impazziscono e si ha più voglia di sesso (18%) e infine, per il 15%, in estate le emozioni sono più pronunciate.
 
6 utenti su 10 ammettono di avere provato qualcosa di più per l'amante ma la maggior parte di loro (il 56%) si sente in grado di controllare i propri sentimenti.
 
La realtà è dura per gli amanti in quanto solo il 17% degli infedeli sarebbe disposto a lasciare il partner/coniuge per l'amante. Più della metà degli infedeli infatti, lascerebbe l'amante in quanto l'amore per il partner di lunga durata è più forte. Un terzo degli intervistati, invece, cercherebbe di vivere entrambe le relazioni in parallelo.
 
L'amministratore e fondatore di Victoria Milan, Sigurd Vedal, commenta i dati dicendo che in linea generale le avventure extraconiugali vogliono essere puro divertimento e non sono (quasi mai) destinate a trasformarsi in relazioni stabili.
 
"Gli infedeli amano le proprie scappatelle ma sanno limitarsi. La maggior parte di loro sa che non lascerà mai il partner che resta comunque la persona più importante e addirittura più della metà degli intervistati lascerebbe l'amante prima di compromettere la relazione fissa col partner", dice Vedal.


Victoria Milan è uno dei maggiori social network al mondo dedicati a uomini e donne in cerca di un'avventura. Il servizio è stato lanciato nel 2010 da Sigurd Vedal, media executive felicemente sposato, ed è ormai diventato uno dei più frequentati e discreti siti di incontri extraconiugali al mondo. Victoria Milan ha superato i 6 milioni di utenti in più di 33 Paesi.
 
 
DATI DEL SONDAGGIO
Sondaggio condotto su 5.289 utenti di entrambi i sessi iscritti a Victoria Milan
 
Credi che la probabilità che un infedele si innamori dell'amante sia più alta nei mesi estivi?
Sì - 76%
No - 24%
 
Se sì, perché?
La comunicazione durante l'estate, periodo in cui ci si riesce a vedere meno, diventa più profonda a livello emotivo - 25%
 
Tutti sognano un "amore estivo" - 23%
 
Il lato negativo del partner fisso è più evidente durante l'estate - 19%
 
Durante l'estate la passione aumenta - 18%
 
Le emozioni sono amplificate durante la stagione estiva - 15%
 
Hai paura di non riuscire a controllare i sentimenti per l'amante?
Sì - 44%
No - 56%
 
Hai mai provato qualcosa in più per l'amante?
Sì - 63%           
No - 37%
 
Cosa faresti se ti innamorassi dell'amante?
Lascerei il mio partner - 17%
Cercherai di togliermi l'amante dalla testa perché amo il mio partner - 52%
Vivrei entrambe le relazioni in parallelo - 31%
 



--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI