Cerca in Tutto Donna

mercoledì 22 giugno 2016

Cnr commenta la traccia del tema degli esami di maturità sul su voto alle donne

Il tema di argomento storico della maturità di quest'anno è dedicato al voto alle donneun riconoscimento recente nelllotta per la conquista della parità fra i sessi, raggiunto nel nostro Paese al termine del secondo conflitto mondiale, in occasione delle elezioni amministrative del marzo 1946


Sull'argomento ecco il commento di Maura Misiti, ricercatrice dell'Istituto di ricerche sulla popolazione e le politiche sociali del Consiglio nazionale delle ricerche (Irpps-Cnr) e coautrice con Serena Dandini del testo teatrale "Ferite a morte" sul femminicidio:


"Sebbene i 70 anni di storia trasmissione corsi da questa importante conquista per le donne abbiano portato molti cambiamenti, in  Italia c'è ancora molto da fare per garantire la parità tra i sessiL'elezione di due donne sindaco in grandi città italiane è un evento straordinario, ma la soddisfazione collettiva è contrappuntata dal rosario quotidiano delle donne uccise da mariti,fidanzati ed ex, dall'allarme per il crollo delle nascite, dai moniti dell'Europa sull'applicazione della legge 194 sull'aborto. L'elenco potrebbe essere lunghissimo sono molti gli ambiti in cui le donne ancora soffrono del mancato riconoscimento di una loro piena cittadinanza attraverso l'affermazione e il godimento di diritti fondamentali come quello all'autonomia, al lavoro, alla maternità, alla salute.

Se vogliamo documentare questa situazione è sufficiente confrontare la posizione del nostro Paese sulla base di statistiche che misurano la distanza tra donne e uomini in settori fondamentali. Secondo il Global Gender Gap Index 2015, stilato dal World Economic Forum sulla base di quattro indicatori - lavoro, salute, istruzione, rappresentanza politica - l'Italia si trova al 71esimo posto su 136 Paesi per le pari opportunità. Siamo al 65esimo posto per quanto riguarda la scolarizzazione, al 72esimo per la salute, al 44esimo per l'accesso al potere politico e al 97esimo per la partecipazione alla vita economicaSolo il 51% delle donne lavora, contro il 74% degli uomini e un'italiana guadagna in media 0,47 centesimi per ogni euro guadagnato da un uomo. La disoccupazione femminile si attesta a oltre il 13%, due punti sopra quella maschile, con punte di quasi una donna su due fra le giovani in Meridione. Il divario tra madre e padre nei lavori domestici raggiunge con i figli piccoli anche le 40 ore alla settimana, contro le 11 ore della Svezia e le 20 ore di Francia e Stati Uniti. Tre quarti del lavoro domestico e due terzi delle cure parentali restano, inoltre, ancora sulle spalle delle donne, mentre gli uomini continuano a fare un uso molto ridotto delle misure di conciliazione vita-lavoro. Il divario retributivo di genere si attesta al 16% e quello pensionistico addirittura al 40%. Analoghi i dati anche sulla presenza delle donne nei mediaquasi mai vengono invitate a titolo di esperte o opinion leader (16% vs l'84% degli uomini), mentre continuano facilmente a far notizia come vittime (nel 16% dei casi contro il 7% dei casi maschili). Se è vero, infine,che la presenza attuale di donne nei parlamenti nazionali (28,5%) è al livello più alto mai raggiunto, con il passo che ha tenuto negli ultimi 10 anni il cambiamento in atto porterà alla piena eguaglianza tra uomini e donne solo nel 2051".




--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI