Cerca in Tutto Donna

martedì 30 settembre 2014

Wolford Collant, 7 must-have per l’autunno.

L'autunno si avvicina, a breve bisognerà dire addio alle gambe nude ed abbronzate della stagione estiva per lasciar spazio ai collant. Accessorio odiato e amato da tutte le donne del mondo, negli ultimi anni sono diventati un vero e proprio elemento che contraddistingue una fashion victim da una fashion stylist!


Wolford, brand specializzato in luxury collant, ne ha proposti sette che diventeranno sicuramente un must-have della prossima stagione:
·      Zip Tights: aggressive e seducenti, indicate per chi ama osare e non ha certo l'intenzione di passare inosservata. Una finta zip percorre tutta la gamba. L'outfit ideale? Tubino nero e pumps altissime!
·      Alyssia Tights: delicate ed eleganti, lasciano intravedere leggermente la pelle, grazie ad una particolare lavorazione. Da indossare con un maxi cardigan nei colori della terra!
·      Brit Tights: un disegno bicolore a triangoli piccoli, per dei collant raffinati, adatti da indossare con abbigliamenti classici. Da provare assolutamente in abbinamento al color crema!
·      Felitas Tights: il nome suggerisce già la felicità che proveranno le inguaribili romantiche una volta scoperti questi collant! Un finto fiocco sul collo del piede per delle calze semi trasparenti. Ideali da indossare con minidress e decolleté!
·      Ombré Tights: fashion addicted alla riscossa! Un leggero effetto perlato per tutta la lunghezza della gamba, unito ai giochi di colore e alle strisce verticali slancia la figura. Creare un look disinvolto? Shorts e bikers, of course!
·      Niki Tights: un prezioso motivo a scacchiera percorre questo collant reso sexy da una balza all'altezza dello stay-up. Outfits corti che lascino intravedere la balza e francesine stringate altissime completano il tutto.
·      Tippi Tights: Riflessi di luci e rombi minuscoli per dei collant morbidi e dalla vestibilità piacevole, da abbinare ad outfits semplici che lascino intravedere la particolarità di questo accessorio!
Il lusso e lo stile passano anche dalle gambe, la parola d'ordine per i mesi freddi è: OSARE (senza mai dimenticare l'eleganza)!



Contraccezione e informazione. La solita tragedia. E sarebbe facile rimediarvi...



Firenze, 30 Settembre 2014. In occasione del congresso della Sigo (Societa' italiana di ginecologia e ostetricia) sono stati diffusi i dati sulla contraccezione femminile ormonale (1) e, per l'ennesima volta, appaiono molto limitati: solo il 16% delle donne si ritiene ben informato in materia.

Siccome il contraltare all'informazione sulla contraccezione e' spesso l'aborto (legale e clandestino), la questione non e' di poco conto, sia per la salute della donna che per i costi della sanita' pubblica... li' dove medici non-obiettori impediscono che un semplice intervento non si trasformi in un dramma umano e sanitario.

Ma perche' ci dobbiamo sempre ritrovare con questi numeri percentuali? Certo, l'Italia e' un Paese dove vige il condizionamento della Chiesa romana cattolica, ma anche questa negli ultimi anni, a parte i discorsi piu' o meno ufficiali, non ha mai fatto ferro e fuoco contro l'informazione sui contraccettivi, salvo poi, la stessa Chiesa, ritrovarsi a combattere acerrimamente contro il ricorso all'aborto, come se questo non accadesse perche' c'e' carenza sul piano dell'informazione a monte.

Inoltre, non e' che abbiamo avuto negli ultimi anni ministri dell'Istruzione e Governi particolarmente -in modo ufficiale- bacchettoni in materia; ma, nonostante questo, qualcuno ha mai sentito parlare o legiferare per l'informazione e l'educazione sessuale nelle scuole? Niente di niente. Solo qualche fugace discorso in qualche dotto convegno accademico.
Eppure non ci vuole chissa' quale cultura libertina in materia di sesso per ritenere che certi comportamenti individuali -sul proprio corpo, nella fattispecie- sono frutto di una lenta e continua assunzione di consapevolezza e abitudine. E invece: nulla!! I bambini continuano ad apprendere le "cose del sesso" dal marasma della comunicazione globale, piu' attenta al lucro che non all'informazione/educazione dei propri utenti; i falsi miti -legati al sesso- di potenza, rispetto e primato continuano ad essere alimentati e restano sempre motivo di conflitti individuali. Non crediamo che una informazione/educazione possa radicalmente cambiare la situazione, ma sicuramente alimenterebbe meno danni, piu' serenita' e piu' felicita' che non come avviene oggi.

Il problema, quindi, e' tutto in quello striminzito 16%, a cui c'e' da aggiungere le altre percentuali che riguardano i maschi.
Chiediamo conforto in chi ha poteri legislativi ed esecutivi. Ci sembrava, per finire, che l'attuale ministro della Scuola, almeno ufficialmente, non sia proprio una bacchettona.... o non lo e' solo a parole? O ci sbagliamo?

(1)
http://www.aduc.it/notizia/contraccezione+solo+16+donne+ben+informato_130159.php

Vincenzo Donvito, presidente Aduc

Natura e scienza alleate nella nuova linea tricologica di CRLab: un mix vincente per la bellezza e il benessere dei capelli



I prodotti sono acquistabili sulla piattaforma di e-commerce del nuovo sito www.crlab.it

 

30 settembre 2014

 

 

Cellule staminali vegetali, pietre preziose, oli essenziali e molecole farmacologiche, sono gli elementi che caratterizzano la nuova linea di CRLab per risolvere le anomalie del cuoio capelluto e per avere capelli più belli e vitali.

 

Frutto della collaborazione con medici, ricercatori e tecnici specializzati, questa nuova linea tricologica costituisce un connubio completo e profondo tra quello che la natura ha da offrire e quello che la scienza ha prodotto.

Da sempre CRLab ha formulato i suoi prodotti tricologici partendo dalla dermofitocosmesi, cioè l'uso di uno specifico mix di estratti vegetali riconducibili agli oli essenziali: un potentissimo concentrato di principi attivi, antiossidanti, nutrimento e vitamine che, miscelati nelle giuste dosi, costituiscono un'incredibile arma contro le più importanti patologie dei nostri capelli.

Agli oli essenziali e ai diversi altri estratti vegetali (come argan, centella asiatica, serenoa repens e moringa) la linea ha poi unito le nuove molecole farmacologiche.

 

Ma ciò che oggi contraddistingue la nuova linea tricologica di CRLab sta nell'utilizzo delle cellule staminali vegetali e delle pietre preziose:

 

Le cellule staminali vegetali costituiscono un concentrato di principi attivi che proteggono la cute, favorendo la rigenerazione cellulare e contrastando la presenza di agenti che ostacolano la crescita cellulare e il metabolismo del bulbo pilifero.

 

Le pietre preziose, comerubino, zaffiro e diamante, nelle preparazioni cosmetiche possono esaltare le capacità dei prodotti tricologici, apportando proprietà del tutto inattese e impreziosendo i capelli e il cuoio capelluto di elementi utili al loro benessere.

 

"L'utilizzo di pietre preziose, gemme e minerali per la cura del corpo è una tecnica antichissima. Spesso le donne utilizzavano i minerali per rinvigorire e curare la pelle;" ha affermato Stefano Ospitali, Amministratore delegato di CRLab. "Riscoperte solo di recente nel mondo cosmetico oggi sappiamo che la combinazione di queste pietre preziose e delle loro molteplici proprietà con principi attivi di origine vegetale, farmaceutica e biotecnologica produce un risultato unico ed equilibrato per il benessere dei capelli e del cuoio capelluto."

 

 

 

La nuova linea tricologica offre prodotti per tutte le tipologie di capelli e di anomalie a essi legate:

 

Linea Antiforfora Reidratante, adatta alle cuti secche con problemi di disidratazione, forfora, prurito e arrossamento

 

Linea Antisebo, anche per forfore grasse, tratta problemi quali forfora grassa, cute grassa e untuosa, capello spento, appesantito e tendente anche al diradamento

 

Linea Anticaduta, i cui principi hanno un'azione preventiva contro la caduta dei capelli e il diradamento, è formulata per promuovere la crescita del capello.

 

Linea Daily Care e Ristrutturanti, che comprende prodotti formulati per un utilizzo quotidiano, molto delicati ma allo stesso tempo efficaci e attenti all'equilibrio del sistema cute/capello e del pH fisiologico.

 

In particolare, i test clinici condotti sulla linea anticaduta hanno registrato il 100% di pazienti soddisfatti. Il trattamento tricologico ha portato a un concreto inspessimento del fusto dei capelli che risultano quindi più vitali e più forti. Inoltre, tutti hanno riscontrato capelli più voluminosi, più luminosi e facili da pettinare.

 

 

Tutti i prodotti della nuova linea possono essere acquistati sul nuovo sito www.crlab.it, in cui ogni articolo è corredato da una scheda prodotto completa contenente informazioni dettagliate sulle sue caratteristiche.

Visitando il sito si può accedere a esclusive offerte sconto e a promozioni su kit di prodotti della nuova linea; cliccando su "Dicono di noi" è possibile consultare le review di blogger che hanno provato i prodotti e tutti gli interventi e i commenti di medici specializzati e tricologi relativi alla nuova linea tricologica CRLab.

Inoltre è possibile sfogliare online il magazine ON HAIR di CRLab, che svela tutte le curiosità, i miti e le leggende sul mondo dei capelli e ospita una sezione in cui gli esperti forniscono i loro consigli su come raggiungere e mantenere il benessere e la salute della chioma.

 

 

Non la pillola ma dispositivi intrauterini come migliori dispositivi di controllo delle nascite per adolescenti.

La raccomandazione di un gruppo di pediatri americani. L'obiezione dello "Sportello dei Diritti": ma non proteggono dalle malattie

La pillola anticoncezionale cade nella parte inferiore dell'elenco dei migliori presidi per il controllo delle nascite perché gli adolescenti possono dimenticare di prenderli. I dispositivi a lungo termine sono sicuri per gli adolescenti, dicono i pediatri americani.

Gli IUD (dispositivi intrauterini) sono migliori per prevenire le gravidanze delle pillole anticoncezionali, secondo l'American Academy of Pediatrics.

Oltre l'astinenza, le aste impiantabili ed i dispositivi intrauterini (IUD) sono i migliori metodi di controllo delle nascite per le ragazze adolescenti. E' questa la conclusione della raccomandazione pubblicata dall'American Academy of Pediatrics sulla propria rivista specializzata ieri.Il nuovo rapporto raccomanda forme di controllo delle nascite non comunemente usate negli Stati Uniti. Si evidenzia, in tale report che i pediatri dovrebbero suggerire secondo questo ordine: gli impianti di progestinico, IUD, contraccezione iniettabile e contraccezione orale ai ragazzi.

L'8% delle donne ha una gravidanza involontaria usando un IUD T rame, ad esempio, rispetto al 9% che ha usato una pillola anticoncezionale. I ragazzi possono dimenticare di assumere contraccettivi orali o di farlo in modo errato."Nell'ultimo decennio è stato dimostrato che (contraccettivi reversibili, di lunga durata d'azione), forniscono da 3 a 10 anni di contraccezione e sono sicuri per gli adolescenti. "I pediatri dovrebbero avere familiarità con la consulenza, inserimento e/o rinvio per questo tipo di sistemi".

I dati dell' Istituto di Guttmacher evidenziano che il numero di donne americane che utilizzano un IUD o impianto è aumentato significativamente dal 2002 al 2009, dal 2,4% all'8,5%.

Si tratta di statistiche significative che non fanno il punto reale su di un altro problema, quello delle malattie sessualmente trasmesse che si diffondono sempre più tra giovani e giovanissimi, rileva Giovanni D'Agata, presidente dello "Sportello dei Diritti" che ricorda come la "cultura" dell'utilizzo del profilattico sia il metodo migliore non solo per evitare gravidanze indesiderate ma anche per trovarsi infettati da moltissime patologie.



Head ha presentato a Milano lo sci da donna 100% più divertente, più leggero, più equilibrato grazie al graphene. E' già futuro sulle piste da sci! Testi e foto nel link


Quando ogni curva suscita un sorriso,

 

quando si trova la sciata perfetta,

 

quando l'attrezzatura soddisfa finalmente le aspirazioni,

 

quando la tempesta di neve si trasforma in karma positivo…

 

 

E' nata  la nuova tecnologia HEAD dedicata alla donna che rende lo sci

più leggero, più equilibrato e divertente grazie al Graphene!

 

Anche Lindsey Vonn ne è entusiasta nelle sue sciate con gli amici e dice che questo sci è al 100% più divertente

 

 

What's your limit?

 

HEAD ha creato la nuova tecnologia LIBRA per lo sci da donna. Libra significa Lightweight Intelligent Balanced Rocker Architecture e offre una fantastica combinazione tra leggerezza, bilanciamento e controllo.

 

Tutto merito del GRAPHENE, il cristallo bidimensionale più sottile e leggero mai scoperto dall'uomo, il materiale più forte del pianeta, del diamante, 300 volte più forte dell'acciaio. Il tutto nello spessore di un atomo. Ecco perché gli sci della collezione 2014 sono sci perfettamente equilibrati, sempre in pieno controllo e più leggeri del 20%. Ciò significa 100% più divertente.

 

Equilibrio attraverso esclusivi profili di distribuzione del peso.  Fino ad ora gli sci hanno avuto una struttura uniforme dalla punta alla coda.  L'architettura LIBRA offre due differenti configurazioni di bilanciamento. Una dedicata specificamente per la pista e l'altra dedicate al fuori pista.

 

Controllo L'architettura LIBRA è caratterizzata da un Flex più morbido per un miglior scivolamento, tecnologia  ERA 3.0 per una miglior facilità in fase di curva, un raggio progressivo ERA 3.0 che richiede il 50% in meno di angolazione per mettere gli sci sullo spigolo. La soletta è stata allargata per dar maggior stabilità. Per finire sono stati aggiunti Intelligence Stabilizer per ridurre le vibrazioni in punta.  In questo modo il controllo e la maneggevolezza dello sci diventano un gioco da ragazze. Questi aspetti aggiungono valore alla gamma degli sci LIBRA rendendoli non solo e semplicemente più leggeri di tutti gli altri sci da donna presenti sul mercato, ma migliori in ogni singolo aspetto. Ecco perché lo slogan è "LIBRA is light done right" che tradotto significa "leggerezza fatta bene". Chiunque può rendere i propri prodotti più leggeri, ma solo HEAD ha creato lo sci da donna perfetto. 

 

http://www.youtube.com/watch?v=XDxpsHBHP20

 

Ecco la gamma dei modelli di sci da donna con la nuova LIBRA technology:

 

SCI HEAD SUPER JOY

 

La struttura eccellente di questo sci super leggero da donna regalerà forti emozioni alle più coraggiose nel carving ad alta velocità su piste battute

 

Il modello SUPER JOY è ideale per donne che amano la velocità e le piste battute,  che hanno attitudine la competizione e la precisione. Adorano il carving puro e sono pronte a smettere di sciare solo quando la loro tecnica non si è affinata. La caratteristica che bene definisce questo sci è "Aggressività".

 

Lunghezze: 143/148/153/158/163/168   Misure: 128/75/108 lunghezza 163 Raggio: 12.5/163

Struttura Worldcup Sandwich

Tecnologie applicate: LIBRA Graphene, Women's Camber, KOROYD Carbon, soletta UHM C improntata

Superlite Rail

 

PREZZO AL PUBBLICO: Sci +Attacco JOY 11SLR € 620

 

 

 

SCARPONE HEAD RAPTOR 110 RS W:

 

IDEALI PER DONNE MOLTO ESIGENTI E PERFORMANTI

 

 

 

Scarpone per sciatrici professioniste e abili, con ampia conoscenza tecnica della sciata e profondo senso estetico. La scarpetta interna è specifica per il piede femminile. modello aggressivo e ideale per una sciatrice abile e che ricerca la perfezione tecnica La scarpetta Women's Heatfit Pro, infatti, è la caratteristica che fa la differenzia da un modello unisex molto orientato al racing.

 

Calzata: Professionale

Scafo: PU

Leve: 4 microregolabili SPINETECH

Regolazioni: Doppio Canting

Scarpetta:WOMEN'S HEATFIT PRO, con  sottopiede strutturato HP, Velcro da 40 mm

Particolarità: Regolazioni flex racing,

Flex index 110/100

Misure: 220-250-255-…-275

In vendita a euro 440

 

CASCO HEAD STIVOT RACE CARBON:

PERFORMANTE, CONFORTEVOLE E SICURO

 

 

 

HEAD dà sempre maggior importanza alla sicurezza tanto da progettare e realizzare caschi anche per gli atleti. Il modello STIVOT RACE CARBON è realizzato con un guscio in fibre di carbonio che ne aumenta la sicurezza in caso di impatto grazie alla doppia densità del materiale in EPS e ne diminuire il peso rispetto agli altri caschi.

La forma aerodinamica e la compattezza garantiscono sicurezza anche in velocità.

Il design decisamente femminile con colori pop, dal carattere deciso.

Peso: misure XS/S 545 gr – M/L 610 gr. – XL/XXL 680 gr.

 

Caratteristiche:

Casco Racing

Fibbia in metallo

Rivestimento interno imbottito

IN VENDITA A EURO 180

 

MASCHERINA HORIZON: AMPIA VISUALE CON UN LOOK IMPECCABILE

 

 

La nuova mascherina HEAD HORIZON in policarbonato garantisce una eccellente qualità visiva grazie alla forma delle lenti stesse oltre a dare protezione dei raggi UV. Il materiale dell'imbottitura a triplo strato garantisce la massima aderenza e il massimo confort, prestazione e vestibilità. Il rivestimento in silicone all'interno dell'elastico tiene attaccata la mascherina sul casco.

Caratteristiche:

-      Lenti in policarbonato

-      Antiappannaggio + protezione UV400

-      Massimo campo visivo

-      Schiuma a triplo strato

-      Compatibile con i caschi HEAD

 

PREZZO AL PUBBLICO: € 140 (con lente di ricambio)

 

SCI HEAD TOTAL JOY

 

Questo sci all-montain così leggero garantirà una performance da brivido anche ad alte velocità

 

 

 

In questo modello adatto alla pista e al fuori pista, il Graphene è stato posizionato al centro delle aste. Il controllo dello sci viene conferito dal Women's Camber realizzato appositamente con un profilo inferiore che semplifica il completamento della curva garantendo un'ottima prestazione. La tecnologia ERA 3.0 consente una maggior manovrabilità e una maggior facilità nel cambio di spigolo, utilizzando minor forza.

 

Lunghezze: 148/153/158/163/168  

Misure: 133-85-113/163 Raggio: 13.6/163

Struttura Worldcup Sandwich

Tecnologie applicate: LIBRA Graphene, Women's Camber, KOROYD Carbon, soletta UHM C improntata

Superlite Rail

PREZZO AL PUBBLICO: Sci +Attacco JOY 11SLR € 655

 

SCARPONE HEAD ADAPTEDGE 100W:

gli scarponi 100% personalizzabili per lei

 

 

 

Il modello AdaptEdge 100W è dotato di tecnologia Adaptive Fit che permette di avere due calzate (102 e 104) nello stesso scarpone. Con un semplice giro di vite lo scafo può variare la propria volumetria senza diminuire il comfort e le caratteristiche tecniche della scarpa. Ideale per donne che prediligono la comodità alla performance senza rinunciare alla bellezza e all'eleganza in pista, grazie ad uno scafo trasparente che evidenzia la bellezza della scarpetta interna.

 

Calzata: livello avanzato – FORMA 104 e 102                                                                                                        

Scafo: PU/SL                                                                                                                                                          

Tecnologia: ADPTIVE FIT                                                                                                                                     

Leve: 4 microregolabili SPINE TECH -  di cui 2 DOUBLE POWER                                                                

Regolazioni: doppio Canting – Flex Stiffer/Softer                                                                                     

Scarpetta:HP da donna con sottopiede strutturato anatomico e struttura Easy Entry per un facile scivolamento del piede in entrata, predisposta per il sistema di riscaldamento.                                        

Particolarità: fascia velcro 30mm, con struttura bi iniettata, talloniera Soft Walk, Grip System                     

Flex index 90/80

In vendita a euro 380,00

 

 

CASCO HEAD CARMA

 

 

Modello con costruzione ibrida che combina i vantaggi della robusta e forte tecnologia

ABS con il vantaggio della leggerezza della tecnologia in-mould. Il design del casco, infatti, è snello e "stiloso" per non parlare della forza e robustezza dei materiali per la protezione della testa. L'interno è costruito con una struttura sandwich per assorbire al meglio gli impatti e distribuire l'energia subita su tutta la superficie. Realizzato per gli sciatori che amano l'alta velocità. Il Windshield è una sorta di tendina utilizzabile quando il vento è più fastidioso.

Rivestimento interno realizzato ad hoc per la conformazione cranica femminile, WOMEN SPECIFIC BEANIE LINER; una fodera con imbottiture in micropile posizionate in due zone strategiche con diverso spessore per ben adattarsi alla forme anatomiche della testa delle donne.  RIM, visiera, asportabile

 

Esterno: costruzione guscio IBRIDA – opaco                                                                                                     

Interno: costruzione  Sandwich –Core –

RIVESTIMENTO WOMEN SPECIFI FULL BEANIE, in finta pelliccia              

Fodera interna: FODERA AGION™ e Windshield                                                                                            

Particolari: Microshell ribassato - Paraorecchie regolabili e amovibili – HEAD 3D FIT (precisa regolazione orizzontale e verticale della vestibilità)                                                                                                                     

Ventilazione:DUAL ZONE Regolabile Omologazione: CE EN 1077 / ASTM F2040

Prezzo al pubblico: € 170

 

 

MASCHERINA STIVOT WMN

 

 

La nuova mascherina STIVOT in policarbonato garantisce le migliori qualità visive grazie alla costruzione delle lenti e alla protezione dei raggi UV. Il rivestimento in silicone all'interno dell'elastico garantisce la proprietà antiscivolo sul casco.

E' un modello ideale per qualsiasi tipo di uso, in pista o fuori pista.

Caratteristiche:

-      Lenti sferiche in policarbonato

-      Antiappannaggio + protezione UV400

-      Elastico lungo per il massimo adattamento

-      Schiuma triplo strato per una vestibilità ottimale

-      Comoda con materiale foam antiallergico per un ideale contatto con la pelle

-      Compatibile con i caschi HEAD

 

PREZZO AL PUBBLICO: € 120 (con lente di ricambio inclusa)

 

 

 

ANCHE QUESTO PRODOTTO CONTRIBUISCE AL PROGETTO COOLEARTH CHE COMBATTE IL DISBOSCAMENTO DELLA FORESTA AMAZZONICA, visita www.head.com e www.coolearth.com

Head NV è un produttore e distributore leader mondiale di equipaggiamento sportivo premium. Le azioni ordinarie di Head NV è quotata alla borsa di Vienna ("HEAD"). L'attività dell'azienda è organizzata in quattro divisioni: Sport invernali, Sport con racchetta, Immersioni e Licenze. I prodotti sono venduti con i marchi Head (racchette da tennis, squash, ping-pong e racquetball, palle da tennis, scarpe da tennis, prodotti per badminton, sci alpino, attacchi e scarponi da sci, protezioni, snowboard, attacchi e scarponi da snowboard), Penn (palle da tennis e racquetball), Tyrolia (attacchi da sci), e Mares/Dacor (attrezzatura subacquea).La società vanta una posizione leader in tutti i mercati di questi prodotti e gli articoli sono promossi da alcuni degli atleti top del mondo tra i quali, Linsdey Vonn, Julia Mancuso, Bode Miller, Ted Ligety, Aksel Lund Svindal, Jon Olsson, Maria Riesch, Elisabeth Görgl, Novak Djokovic, Maria Sharapova,Andrew Murray, Gilles Simon, Richard Gasquet.

 

Arriva MONNA OLIVA, il Primo concorso per le migliori olive da tavola promosso da UMAO e Associazione Nazionale Donne dell’Olio.

La selezione verrà effettuata nei giorni 13/15 ottobre a Roma, nella Sede operativa dell'Unione Mediterranea Assaggiatori Olio  (Via Ardeatina, 524 c/o ITAS  "G. Garibaldi"- Roma). I campioni dovranno pervenire entro il 5 ottobre 2014.

 

Ad aggiudicare i premi una Giuria Tecnica di alto spessore professionale che, applicando consolidati concetti dell'analisi sensoriale alla valutazione delle olive, darà concretezza e base scientifica al Concorso.

 

 

Il Monna Oliva, patrocinato dal MIPAAF (Ministero per le Politiche Alimentari, Agricole e Forestali), dall'Accademia dei Georgofili, dall'UNASA (Unione Nazionale delle Accademie italiane per le scienze applicate allo sviluppo dell'agricoltura, alla sicurezza alimentare e alla tutela ambientale) e dalla Città di Andria, "in pectore" dell'UMAO già da diversi anni, viene così a soddisfare l'esigenza di promuovere e far conoscere non solo l'olio extravergine di oliva, ma anche le olive da tavola che in questi ultimi decenni hanno visto un trend di consumo fortemente in crescita. A favorirne il successo, le peculiarità gastronomiche e nutrizionali oltreché la versatilità di uso e la facilità di trasporto. Da qui il pericolo che per fare grandi volumi non si rispettino le corrette  modalità di trasformazione, ponendo così sul mercato prodotti che generano confusione nel consumatore attratto più da quello che vede che non da quello che mangia.

Il premio Monna Oliva rappresenta, quindi, un'occasione per permettere ai produttori di dare un "valore aggiunto" alla qualità di un'eccellenza tutta italiana, nata dalla  sapienza di chi ha cercato di applicare ai frutti dell'olivo la massima espressione delle proprie capacità lavorative e del proprio gusto che diffondendosi nel mondo è diventato patrimonio universale.

Dunque un momento di arricchimento  culturale, sia per il patrimonio di conoscenze ed esperienze specifiche degli attori del Premio (produttori e tecnici), sia per la divulgazione e la visibilità delle aziende vincitrici del premio e per i forum e workshop organizzati nel corso della premiazione prevista di anno in anno in territori diversi a conferma del coinvolgimento delle varie realtà produttrici nazionali.        

Maggiori informazioni sull'evento e sulle modalità di partecipazione sono disponibili sul sito: www.monnaoliva.it

lunedì 29 settembre 2014

Divertimenti pericolosi. I tappeti elastici. Il maggior rischio di incidenti se a saltare c’è più di un bambino

Migliaia di ricoveri ogni anno in ospedale. Lo "Sportello dei Diritti": non resta che vietarli

Uno dei divertimenti apparentemente più innocui e che sembrano dare tanta felicità e allegria ai nostri piccoli é in realtà una temibile "macchina" da infortuni, a volte gravissimi. Parliamo dei tappetini elastici che si trovano ormai ovunque nel nostro Paese, nelle feste paesane, nei parchi giochi e persino in qualche ludoteca, ma che qualche bimbo ha preteso anche nel proprio giardino in formato ridotto per scatenarsi anche tra le "mura domestiche". Per carità, i bambini sembrano quasi di "gomma" quando si slanciano in capriole e piroette volanti mentre saltano su queste strutture rimbalzanti, ma non si tratta di un caso isolato se le statistiche dei sinistri appaiono impietose e dovrebbero portare il legislatore a riconsiderarne l'innocuità e a mettere un serio freno a questa prassi che non conosce quasi alcun limite regolamentare almeno nel Nostro Paese. L'ultima statistica nota di rilievo scientifico su questo tipo di divertimento é datata 2012 ed é risultata veramente impietosa, tanto da considerare in maniera obiettiva i tappeti elastici quali attrazioni pericolose, in quanto possibile causa di contusioni, fratture e traumi cranici. 

Si tratta di una ricerca realizzata per l'autorevole American Academy of Pediatrics, che é stata pubblicata sul mensile di ottobre 2012 della rivista «Pediatrics», che ha rilevato come avrebbero causato quasi 100.000 infortuni nel 2009 solo negli Stati Uniti, con 3.100 episodi di ricovero in ospedale e un evidente maggior rischio per i bambini più piccoli.  Lo studio condotto dall'equipe della professoressa Susannah Briskin, degli University Hospitals Rainbow Babies & Children's Hospital é giunta, peraltro, alla conclusione che il fatto di aggiungere le reti intorno alle strutture per i "saltatori"  sia inutile in termini di sicurezza. Anche se in molti induce una sensazione di protezione come tendono a sponsorizzare alcune case produttrici di questi prodotti che rassicurano il pubblico presentando le reti come un sistema di pressoché  totale sicurezza. Un altro aspetto importante evidenziato dalla ricerca riguarda il fatto che il 75% degli infortuni si verifica quando più di un bambino salta su un tappeto elastico. In un caso su 200 gli incidenti provocano un danno neurologico permanente e i pediatri americani non hanno dubbi: ai bambini dovrebbe essere vietato saltare sui tappeti elastici, un gioco troppo pericoloso (perfino per gli adulti!). 

E se il mito che i bambini sono più resistenti ai capitomboli degli adulti risulta essere un falso evidente, allora appare certo che i piccoli sono più esposti al pericolo di incappare in lesioni significative, incluse fratture delle gambe e addirittura lesioni alla colonna vertebrale. "Sebbene la maggior parte delle lesioni consista in distorsioni, strappi, contusioni o altri traumi dei tessuti molli, i bambini più piccoli sembrano più inclini a lesioni ossee", spiegano i ricercatori. É pure vero che le raccomandazioni di sicurezza dei produttori consigliano sempre la supervisione di un adulto quando i bambini giocano su un trampolino da giardino, ma risulta anche incontrovertibile che da un terzo alla metà degli infortuni si è verificato sotto lo sguardo dei genitori, come ha anche rilevato l'indagine scientifica in questione. 

Che molte mamma e papà fossero d'accordo a non far saltare i propri  pargoli sui tappetini dopo le prime esperienze, spesso negative, é un  dato oggettivo e che era empiricamente noto un po' a tutti, ma é una  ricerca scientifica che ha avuto scarso risalto in Europa e in Italia  con i suoi drammatici risultati in termini numerici a livello del numero globale d'infortuni che dovrebbe far propendere il nostro legislatore  ad una riflessione circa la possibilità di vietare completamente questo  tipo di attrazioni che appaiono, evidentemente, molto pericolose per la generazione dei più piccoli.



domenica 28 settembre 2014

Cosmetici, in Germania costano pochissimo

Differenze enormi sui prezzi tra Svizzera e Germania, minori quelle con l'Italia che risulta il Paese meno attrattivo per i consumatori elvetici tra quelli confinanti

Chi pensava che acquistare cosmetici non presentasse differenze tra Paese e Paese si sbagliava di grosso. I prezzi variano eccome a seconda che ci si trovi in Svizzera, Germania e Italia, anche se le divergenze sono ridotte tra Svizzera e Italia. E' quanto risulta dal quinto rilevamento dei prezzi riguardante i cosmetici, pubblicato oggi su www.barometrodeiprezzi.ch dalle associazioni dei consumatori svizzeri. Il confronto é stato effettuato nel periodo compreso tra il 16 e il 26 agosto 2014, paragonando i prezzi applicati in Svizzera e quelli nelle quattro nazioni confinanti.

Lo studio si concentra su prodotti di grande diffusione come quelli offerti da Nivea, Garnier, L'Oréal oppure Pampers. Non sono invece contemplati i cosiddetti prodotti di lusso (per esempio quelli di Chanel ed Estée Lauder) e i profumi. Su tutti i mercati, tranne che in Italia, la tendenza è una diminuzione dei prezzi. La riduzione constatata in Svizzera è soddisfacente ma in media è inferiore a quella registrata presso i distributori in Francia e Germania. I mercati francese e tedesco, di conseguenza, attirano in misura maggiore i consumatori svizzeri rispetto a quanto accade con Italia e Austria, soprattutto nelle zone di frontiera dove i prezzi risultano più elevati che all'interno del paese.

Tenendo conto delle ultime due rilevazioni, le differenze tra la Svizzera e l'Italia si sono leggermente accentuate, passando dal 6% al 7% tra gennaio e agosto. I prezzi, presso i tre distributori italiani scelti per la rilevazione, sono scesi dell'1% e ciò spiega la variazione. Lo scarto tra il mercato svizzero e quello italiano è il minore di tutti, nel paragone con tutte le nazioni confinanti. Nell'ottica dei consumatori ticinesi, il prezzo degli stessi prodotti acquistati in Svizzera presso Coop e Migros non è molto più alto di quello applicato dal distributore italiano più conveniente, ossia Coop. Si attesta infatti al 5-6% in più. Il quinto rilevamento permette di osservare l'evoluzione delle differenze di prezzo fra Svizzera e paesi confinanti tra agosto 2012 e agosto 2014.

Lo scarto fra Svizzera e Germania si è ulteriormente accentuato passando dal 69 al 78%. In Germania la pressione sui prezzi in questo settore è molto forte. La situazione è rimasta relativamente stabile fra Svizzera e Austria (dal 16 al 17% da agosto 2012 a agosto 2014), mentre lo scarto con l'Italia si è fortemente ridotto passando dal 14 al 7% a causa soprattutto di aumenti di prezzo registrati in Italia. Fra la Svizzera e la Francia la differenza si è ridotta leggermente (dal 21,5 al 20%).

sabato 27 settembre 2014

"A voice for women":grande evento d’arte benefico in difesa delle donne e della differenza di genere Al Jemming Idro Panoramic Exclusive Club di Napoli il 3 ottobre

Al Jemming Idro Panoramic Exclusive Club di Napoli
A voice for women
Grande evento d'arte benefico.
In difesa delle donne e della differenza di genere.
I fondi raccolti saranno devoluti alla casa di tonia.


Venerdì 3 ottobre alle ore 21.00 arriva a Napoli, città femmina per eccellenza,"A Voice for Women"un evento per dar voce a chi ancora troppo spesso non ne ha ed al contempo per gridare forte il proprio sdegno verso la violenza contro le donne e, più in generale, verso la differenza di genere.Perché AGIRE si può e si deve.

Ad organizzarlo Performig Arts Plus di cui è event manager Cettina Celati, Art Director della serata,   l'associazione Merqurio e l'associazione Assodifesa rappresentata  da Carla Calce, che si è occupata di coordinare l'incontro e la cooperazione tra il mondo della politica e quello delle associazioni.

Tra queste ultime: la Fondazione  Adastra, l'associazione Dacia Partenope , l'associazione Nova Italia, il magazine Motor & Fashion, l'Associazione CST Academy  e Cav. di Malta OSJ.
Partner dell'iniziativa: Assodifesa, Pintus Team e Dam. Patrocini del Comune di Napoli, della Provincia e della Regione Campania. Parteciperanno esponenti della Commissione Pari Opportunità e dell'Ordine degli Avvocati del Consiglio di Nola.

Interverranno: Luisa Bossa, parlamentare che si batte contro la criminalità a favore della cultura, la Teresa Potenza, esponente di Casa delle Donne, Gianluca Daniele, Segretario Cgil Napoli , Michela Rostan, parlamentare protagonista di lotte a favore della legalità ed in difesa dell'ambiente, e Francesca Beneduce,  Presidente della Commissione Pari Opportunità della Regione Campania.

Ospite d'onore Francisco Gnisci Bruno, Premio Nobel per la Pace nel 1985.
"La pace è la poesia della convivenza umana, e tutti dobbiamo cercare di essere poeti".  Questo il pensiero del professor Gnisci Bruno, che costituisce il presupposto della serata.

Location lo splendido scenario del Jemming Idro Panoramic Exclusive Club di Napoli, in via Serbatoio allo Scudillo, 10.

A unire i loro sforzi, in nome di un comune obiettivo, gli universi della politica e delle associazioni, in particolare le Onlus che lottano contro la violenza di genere e promuovono la valorizzazione del ruolo della donna nella nostra società.

Un evento benefico per dire "No alla violenza… Sì all'amore" che mira a sostenere le donne nel loro cammino di presa di consapevolezza e piena e libera espressione di sé.

Varie voci unite a formarne una sola per intonare un canto d'amore.
Lo strumento scelto è l'arte nei suoi multiformi linguaggi ed espressioni.

Infatti A Voice for Women, importante evento artistico e socio-culturale, ha l'obiettivo di raccogliere fondi (attraverso la vendita delle opere in mostra e quota parte del contributo di partecipazione) a favore della Casa di Tonia (www.casaditonia.it), centro d'accoglienza nato per volontà del Cardinale Crescenzio Sepe (attraverso la Fondazione "In Difesa della Vita") che ospita le donne incinte abbandonate e le ragazze madri in difficoltà e senza un posto dove vivere.

La serata oltre al momento culinario con una cena – buffet ed un calice di vino (o un drink a scelta) ha il suo momento nevralgico nell'asta di beneficenza con la vendita delle opere in mostra donate per l'occasione dagli artisti partecipanti al progetto espositivo "Women Icons" che vede protagonisti ancora una volta i vari volti delle donne. 

I vari volti della diversità, infatti, costituiscono  un arricchimento per l'anima e per la società, ma esiste chi, mosso dalla paura del confronto, questa differenza non è capace di guardarla con occhi limpidi e cerca quindi di cancellarla

Se non ci si oppone alla violenza con tutti gli strumenti a disposizione se ne diventa complici.
Oscar Wilde diceva "Il mondo è lo stesso per tutti noi e bene e male, peccato e innocenza, lo attraversano tenendosi per mano. Chiudere gli occhi di fronte a metà della vita per vivere in tranquillità è come accecarsi per poter camminare con maggior sicurezza in una landa disseminata di burroni e precipizi. Ed aggiungeva "Date alle donne occasioni adeguate ed esse possono fare tutto".

IL PROGRAMMA DELLA SERATA
SEZIONE PERFORMANCE:
Il Corto Teatrale Bang Bang, prodotto da Industria Indipendente e vincitore del premio Angrisani 2013. Il corto teatrale, interpretato da Rossella Celati, solleva il velo sui ricordi vivi e le emozioni di una storia d amore e di violenza domestica ...  
L'omertà di chi sa ma resta indifferente  ed  il conflitto interiore tra l'amore e la rabbia per non aver saputo.


MUSICA:
SoulMates. Live Roberta Nasti feat Luigi Di Nuzio
Roberta Nasti - voce, Gino Giovannelli - piano e voce ,Vincenzo Lamagna - basso, Salvatore Rainone –batteria, Luigi di Nuzio - sax & ewi.
Vinyl Dj Set con Sima (Atal)  + Ciccone Bros

DANZA:
Flamenco Experience con Ilaria Gentile e Mariachiara Gaudino

AREA ESPOSITIVA SEZIONE PITTURA WOMEN ICONS: il progetto documenta il percorso, attraverso 15 tele da 1 metro x 1 metro, di icone femminili di calibro internazionale, che nel corso degli anni si sono distinte nel campo della medicina, scienza, arte, musica e sport.

IN MOSTRA:
Angelo Accardo, Mario Sepe , Enza Voglio, Nunzio Meo, Jeannine Gerard, Maria De Santis, Agnese Masucci, Giuseppe Tuzzi, Maria D'Anna, Antonio Ingenito, Silvia Iulucci, Nicholas Tolosa, Giuliano Chierchio, Adriana Mallaro.
Videoproiezioni a cura di Salvatore Consales

SEZIONE FOTOGRAFIA
La mostra "Sì all'Amore… No alla Violenza" di Salvo Consales

SEZIONE SCULTURA
In mostra Antonio Esposito e performance di Domenico Sepe

Installazione "Amore inviolato" della Commissione per le Pari Opportunità

BODY PAINTING  "LOVE IS NOT VIOLENCE"
ad opera di Agnese Masucci
Modelle: Serena De Simone e Valentina Cerbone
Fotografo ufficiale della serata: Pasquale Cerza
Graphic Designer: Mario Sepe


QUOTA DI PARTECIPAZIONE
Contributo di 20 euro in prevendita e 25 euro alla porta (all inclusive cena a buffet e bevande)


Per maggiori informazioni e prenotazioni:
Cettina Celati 338 91 40 634
Pietrangelo Trama 34703416
Mauro Pintus 3933355471
Jemming Idro Panoramic Exclusive Club 081 770 12 81

venerdì 26 settembre 2014

ROMAEST: DOMANI E DOMENICA a scuola con lo chef Michele 'il cannibale' di Masterchef


Arriva la quarta edizione di "A scuola con lo Chef":
27/28 settembre a Romaest Con Michele "il cannibale" direttamente da Masterchef

Si svolgerà sabato 27 e domenica 28 settembre dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle ore 16:00 alle 19:00 presso il Centro Commerciale Romaest (allestimento primo piano ingresso sud) la quarta edizione di "A Scuola con lo Chef".
Per l'occasione direttamente da Masterchef ci sarà Michele "il cannibale", che proporrà ai visitatori del centro mini corsi di cucina gratuiti all'interno del centro commerciale Romaest.

Una formula innovativa ed originale che punta ad insegnare, ai curiosi e agli appassionati, nuove ricette attraverso piccoli corsi di cucina, per poter preparare piatti da vero chef, con prodotti che possono essere normalmente acquistati nella GDO.

Protagonisti di queste giornate alcuni tra i più noti brand quali Cirio, San Carlo, Philips, Chef, La Molisana.

L'ingresso è gratuito

Romaest:
GRA uscita 14 - 15 - Autostrada A24 uscita Ponte di Nona - Roma Lunghezza
www.romaest.cc

Salvamamme: fino a domenica al Think Green Ecofestival

Da oggi fino al 28 settembre 2014, si terrà a Roma, presso l'ex cartiera latina dell'Ente Parco Appia Antica, la terza edizione del Think Green Eco festival.

L'iniziativa, patrocinata da: Ente Parco Appia Antica, Municipio VIII di Roma Capitale, Assessorato Ambiente rifiuti e agroalimentare di Roma Capitale ed AMA, è animata dal tema "TRANSITION TOWN", movimento che promuove contenuti ambientali attraverso la diffusione di pratiche quali: orti urbani, agricoltura a km 0, autoproduzione, mobilità sostenibile e riciclo creativo.

Tra le numerose presenze ci sarà l'associazione culturale Ad Ogni Modo, partner di Salvamamme alla quale la unisce lo spirito ecologista, concretizzato, da anni, nel quotidiano riutilizzo di quanto donato all'Associazione dalle numerose famiglie romane per fornire aiuto concreto ai genitori in condizioni economiche svantaggiate. AdOgniModo sarà presente con uno stand nel quale uno spazio sarà dedicato alla raccolta di carrozzine, passeggini, piumini da destinare ai bimbi seguiti  dal
Salvamamme.

Oggi, 26 settembre, la prima giornata di Festival è dedicata principalmente alle scuole, con laboratori di educazione ambientale gratuiti. Nei programmi delle giornate del 27 e 28 settembre ci saranno invece presentazione di libri, conferenze, dibattiti, laboratori per adulti e bambini, attività culturali e tutto ciò che riguarda e promuove uno stile di vita attento al rispetto dell'ambiente.

Per informazioni sul festival ecco i link utili: www.thinkgreenfactory.it e www.thinkgreenecofestival.it

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI